Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Petronilla vergine

Date rapide

Oggi: 31 maggio

Ieri: 30 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Flusso di CoscienzaUna nuova società

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Flusso di Coscienza

Riflessioni, sogno, società, social, moda, trend

Una nuova società

Qualche sera fa ho fatto un sogno, o meglio, ho sognato di fare un sogno. Risvegliarsi in una sorta di 1984 di Orwell, dove i costumi erano diventati una sorta di dittatura sociale. Si era obbligati a seguire precisi dettami, abitudini di massa, modi comuni di fare e pensare, anche e soprattutto se non si era d'accordo. 

Inserito da (PNo Editorial Board), mercoledì 10 maggio 2023 11:14:40

Di Lorenzo Imperato

 

Qualche sera fa ho fatto un sogno, o meglio, ho sognato di fare un sogno. Risvegliarsi in una sorta di 1984 di Orwell, dove i costumi erano diventati una sorta di dittatura sociale. Si era obbligati a seguire precisi dettami, abitudini di massa, modi comuni di fare e pensare, anche e soprattutto se non si era d'accordo.

Cominciai quindi, come ogni protagonista spaventato, a girovagare senza una meta precisa ed ecco che mi ritrovai in un'enorme cucina, grande più o meno come una delle piazze della nostra Costiera. Lì non c'erano chef con le loro brigate, ma influencer, tiktoker e soprattutto gente comune, obbligata da gendarmi in divisa a postare una foto dei loro pranzi e delle loro cene quotidiane.

Ognuno poi doveva commentare, sui social, quelle dell'altro, per aumentargli, secondo la legge prestabilita, il numero di seguaci. In questo grande tempio culinario vi erano anche chef di fama, costretti ad "abbassarsi" ai livelli degli improvvisati per poter ricevere un minimo di visibilità.

Corsi subito via da quel posto, ma mi addentrai in un'altra stanza ancora più grande, piena di ragazze e donne di ogni età che si scattavano selfie, foto dei piedi, di baci finti tra di loro.

Ma ad essere più fotografati erano i tramonti, le opere d'arte, i paesaggi, i monumenti, che però, e qui rischiai di svegliarmi, non erano più visibili perché occultati da foto di coppia, dai volti singoli di donne, uomini, ragazze e ragazzi il cui narcisismo aveva fatto loro dimenticare il valore di ciò che avevano di fronte, o meglio dietro le spalle...

Disgustato, me ne andai, sentivo quella nuova città sempre più familiare e di ciò me ne dispiacqui da subito. Di fretta entrai quindi in una diversa agorà, più cupa, più tetra. In quel luogo notai una serie di manifesti che coprivano la visuale; erano i commenti numerosi di coloro che, ogni volta che c'è uno scoop o accade qualcosa, sentono il bisogno di esprimere sui social le loro reazioni, buttate così, senza un perché... Commenti di rabbia, odio, battute, "frecciatine", che oscuravano la luce del sole che tuttavia splendeva, sotto questi "lenzuoli virtuali".

A fatica, siccome non riuscivo a vedere, chiesi aiuto ad un amico, che mi stette accanto, aiutandomi ad uscire. Prima però, ci scattammo anche noi una foto e lui mi pregò di repostarla su Instagram per poter mostrare, a tutti i miei follower, quanto fosse un buon amico.

Nell'atrio di una sala enorme, in cui ci addentrammo dopo aver abbandonato la "Piazza dei Commenti virtuali", c'erano tutte foto di feste e compleanni. Stories Instagram postate e condivise dai festeggiati: era quello il nuovo modo di scambiarsi gli auguri e di ringraziare. Passammo alla svelta mentre questo mio amico mi spiegava che nel nuovo mondo in cui ci trovavamo non esistevano più scuole; per istruirsi si ascoltavano citazioni estrapolate da grandi autori nei reel su Facebook, Instagram e Tiktok. Non c'erano più medici; per un consulto, bastava un sito Internet. Non esistevano né avvocati né professori; la professione più ambita era il calciatore, per la quale bisognava conseguire una laurea presso accademie specializzate. Non c'erano più le elezioni, vigeva la "democrazia del like", chi ne prende di più vince e le elezioni sono pilotate ovviamente, come in tutte le dittature.

Presto capii che, però, la tirannia più spaventosa era sotto il profilo sentimentale.

Le donne non potevano scegliere più liberamente gli uomini, erano entrati nuovamente in vigore i cosiddetti matrimoni combinati. Lo stato dava loro dei prototipi di ragazzi, già in età adolescenziale: erano tutti con i capelli scuri, il ciuffo riccio e con un forte odore di alcol addosso. A loro volta anche le ragazze, come le basilisse bizantine, avevano canoni ben precisi: erano tutte "instagrammabili", per fare bella figura in coppia. Anche i ragazzi erano tutti social e dovevano esibire alcune qualità: come quella di riuscire a bere un numero di "shottini" in meno di 30 secondi, portare le bici elettriche e saper impennare con queste. I ragazzi e le ragazze che non possedevano tali qualità venivano inibiti, dallo Stato, di ogni possibilità di relazione amorosa.

A tutti andava bene.

Ma nella notte, mentre tutti "facevano after", una ragazza, tornata a casa solo per prendere una pillola, per un attimo, prima di ricongiungersi con il ragazzo che le era toccato, guardò fuori dalla finestra, lasciandosi scivolare le dita nei capelli biondi. Dai suoi occhi una lacrima, era il rimpianto per un mondo diverso. Tentai di salvarla ma non mi vide neppure, era corsa tra le braccia suo fidanzato. Eppure i suoi occhi sognavano felicità.

Stavo per urlare ma ecco che mi svegliai. Per fortuna quella "nuova società" era solo un sogno, forse...

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 1006169106

Flusso di Coscienza

Tracciando il cammino della propria vita: "La matita" di Raffaela Amato

Ispirata a un racconto di Paulo Coelho, questa poesia di Raffaela Amato, docente in pensione, ci offre una metafora profonda e toccante della vita umana. Da semplice strumento di scrittura, "la matita" diventa un simbolo potente delle nostre esperienze, delle nostre sfide e delle nostre trasformazioni....

Babbo Natale ha definitivamente sconfitto la befana sulla scacchiera delle festività natalizie

di Massimiliano D'Uva Un simbolo di tradizione e folklore italiano, la Befana, ha ceduto il suo trono di "Regina delle feste" a Babbo Natale in una svolta culturale che segna la fine di un'era. Per anni, questa strega buona ha riempito le calze dei bambini con dolciumi e regali (ricordate il carbone...

Statale Amalfitana da incubo nei week end: prove libere del Gran Premio del "Sole" nel giorno dell’Immacolata

di Massimiliano D'Uva Questa mattina festa dell'Immacolata nel raggiungere la città verticale ho notato, nel viaggio di andata iniziato verso le 10, pochissime moto, tra l'altro tutte guidate da persone molto disciplinate nello stile di guida. Ricordo, all'altezza di Praiano, quando una grossa moto Honda...

Erchie di Maiori, la complessità del lutto e la continuazione della Vita

di Massimiliano D'Uva A Erchie, la piccola frazione di Maiori che geograficamente è molto più vicina a Cetara, la solennità di Santa Maria Assunta è un punto fermo della tradizione e della devozione. Pur avendo vissuto quasi 50 anni a Maiori, ho scoperto la fede che unisce la piccola collettività di...

San Pietro 2023, riflessioni a voce bassa

di Mafalda Bruno Se c'è una cosa a Cetara su cui non vi sono dubbi, è l'amore per il proprio Patrono San Pietro, l'attaccamento alla festa non solo il 29 giugno, nei giorni precedenti e in quelli successivi, ma durante tutto il corso dell'anno. A Cetara non trova nessuno spazio, neanche minuscolo, il...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.