Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Corinna

Date rapide

Oggi: 24 maggio

Ieri: 23 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Flusso di Coscienza«Non chiamate “borghi” le frazioni di Vietri», la dura invettiva del “Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni”

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Flusso di Coscienza

Vietri sul Mare, Costiera Amalfitana, Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni, frazioni, borghi

«Non chiamate “borghi” le frazioni di Vietri», la dura invettiva del “Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni”

«L’amministrazione non deve dedicarsi anima e corpo a sostituirsi alla “Pro Loco”. Non abbiamo bisogno di promoter turistici qui a Vietri, ma di amministratori attenti e scrupolosi, attenti alle esigenze di tutti i cittadini, compresi quelli che non li hanno votati, perché tutti pagano le tasse in questo paese»

Inserito da (PNo Editorial Board), mercoledì 7 settembre 2022 16:21:59

Il "Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni" condivide le critiche degli autori del pamphlet Contro i borghi, cioè contro quella che una recensione apparsa sul Corriere della Sera (DARIO DI VICO, "Ma poi i borghesi li rovinano", inserto La Lettura del 28 agosto 2022) definisce in modo appropriato "borgomania".

Nato per connotare un abitato storico circondato da mura e caratterizzato da una riconoscibile struttura urbanistica e da specifiche tipologie architettoniche e monumentali, il termine "borgo" è diventato un sinonimo generico di «piccolo aggregato urbano» che contribuisce al branding della località 'tipiche'.

«È da almeno dall'estate del 2018 che il nostro Comitato denuncia l'uso e l'abuso del termine "borgo" da parte degli amministratori comunali in carica per indicare le frazioni o paesi collinari di Vietri sul mare. Si tratta di una chiara strumentalizzazione per fini turistico-commerciali per "vendere meglio" sul mercato il nostro territorio e tutto quello che rappresenta in termini di risorse, ma dimenticandosi puntualmente del fatto che si tratta di aree abitate da cittadini che per contrasto chiedono meno promozione turistica e più attenzione ai loro bisogni in termini di servizi pubblici».

Così si legge in una nota diffusa a mezzo stampa dal Comitato, che aggiunge: «Questo mantra sulla bellezza, bontà e "turisticità" dei nostri "borghi" è diventato francamente stucchevole, proprio perché chi abita in questi luoghi non si accontenta solo di poter vivere grazie al turismo, ma chiede giustamente che il turismo di massa non vada a scapito della qualità della vita».

Il commento del comitato è duro e incisivo: «Non si capisce che cosa ci trovino di bello i turisti nel nostro Comune se i primi a lamentarsi per i continui disservizi in tutti i settori della vita civile sono proprio gli stessi cittadini che vivono in quello che solo in apparenza è "un paradiso in Terra". Da oltre un decennio gli amministratori perseguono una scriteriata politica turistica della "porta aperta" che ci ha condotto all'overtourism (sovraffollamento turistico) e alla gentrificazione (lo stesso che "turistificazione") dei nostri centri urbani, con tutta una serie di conseguenze negative che sono sotto gli occhi di tutti, compresi gli stessi operatori del turismo, che si stanno finalmente rendendo conto degli effetti perversi di tali scelte politiche, quando ad essere intaccata è la stessa struttura commerciale del Paese».

Un esempio, per il Comitato, è «l'emblematica e imminente chiusura dello storico "Bar Centrale" e alla sua trasformazione in "friggitoria", l'ennesimo fast-food che nulla ha a che fare con le nostre tradizioni culinarie».

Come sottolineano Domenico Cersosimo, Antonio De Rossi, Filippo Barbera nella loro introduzione al libro Contro i borghi. Il Belpaese che dimentica i paesi (Donzelli Editore, 2022), l'uso e abuso del termine "borgo" è diventato un malvezzo diffuso in tutt'Italia oramai, per evidenti ragioni di carattere turistico-commerciale.

«Per quanto riguarda Vietri sul Mare - commenta il Comitato -, l'aver esteso arbitrariamente e impropriamente la denominazione di "borgo" - inizialmente attribuita all'abitato di Albori (facente parte a pieno titolo del Club dei Borghi più belli d'Italia) - a tutte le nostre frazioni ci è sempre apparso come una grande ipocrisia e una vera e propria falsificazione storica. Il fattaccio è avvenuto in concomitanza con la partecipazione della nostra cittadina alla gara televisiva per l'elezione del "Borgo dei Borghi d'Italia", concorso indetto dalla nota trasmissione "Kilimangiaro" su Raitre ogni domenica pomeriggio. Chiamare addirittura Marina o la stessa Vietri un "borgo marinaro" ci appare poi una vera e propria presa per i fondelli, buona per i turisti, polli da spennare, non certo per i cittadini di Vietri, quelli più avveduti s'intende. Sono anni che le nostre tradizioni marinare sono in declino».

Gli amministratori, per il "Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni",«si rifiutano di vedere la realtà, tanto è vero che sono maestri nell'arte di sfuggire all'obbligo (sempre più formale e mai sostanziale) della trasparenza degli atti amministrativi e ostinatamente caparbi nel loro rifiuto di dare risposte alle mille rimostranze della cittadinanza, rappresentata solo in parte dalla maggioranza e dalla pur attiva minoranza consiliare - non certo per colpa di quest'ultima, ma perché la normativa in materia di amministrazioni locali riduce il suo ruolo a quello di controllo sull'azione amministrativa, su cui non ha modo di incidere in alcun modo, anche quando si tratti di proposte del tutto sensate e condivisibili. La minoranza ha sempre torto per questi amministratori, "per partito preso". Non si tratta certo di un modo democratico di intendere l'assise cittadina. I sindaci sembrano sempre più delle copie in miniatura del nostro "governatore" (in realtà, Presidente del Consiglio regionale) Vincenzo De Luca, che non riconosce né gli avversari politici né ammette alcuna opposizione alla sua sinistra. Il suo governo e quello dei suoi vassalli politici a livello comunale è pura occupazione del potere. Una forma di governo monocratico (un sol uomo al comando!) di tal fatta non dura a lungo, la storia ce l'insegna ampiamente. Per nostra fortuna».

Il comitato ritiene che gli amministratori stiano «svendendo il paese al maggior offerente, ponendo le basi del suo futuro declino economico, produttivo, sociale, demografico, culturale ed artistico, creando i presupposti per la distruzione totale del suo patrimonio ambientale, architettonico e paesaggistico».

«Più che "borghi" a Vietri bisognerebbe parlare di "borgate" - nel senso di aree periferiche e marginalizzate, con tutto il rispetto per chi vi abita», chiosano i membri del Comitato, che chiedono una «"buona amministrazione" che sappia gestire in maniera efficiente i servizi pubblici locali: raccolta differenziata dei Rsu, sanità, scuole, trasporti pubblici, cura della rete stradale e del verde pubblico, politiche sociali adeguate, centri di aggregazione socio-culturale come ad esempio una biblioteca comunale, e così via. L'amministrazione non deve dedicarsi anima e corpo a sostituirsi alla "Pro Loco". Non abbiamo bisogno di promoter turistici qui a Vietri, ma di amministratori attenti e scrupolosi, attenti alle esigenze di tutti i cittadini, compresi quelli che non li hanno votati, perché tutti pagano le tasse in questo paese».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

«Non chiamate “borghi” le frazioni di Vietri», la dura invettiva del “Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni”
«Non chiamate “borghi” le frazioni di Vietri», la dura invettiva del “Comitato vietrese per la Difesa dei Beni Comuni”

rank: 1075267104

Flusso di Coscienza

Tracciando il cammino della propria vita: "La matita" di Raffaela Amato

Ispirata a un racconto di Paulo Coelho, questa poesia di Raffaela Amato, docente in pensione, ci offre una metafora profonda e toccante della vita umana. Da semplice strumento di scrittura, "la matita" diventa un simbolo potente delle nostre esperienze, delle nostre sfide e delle nostre trasformazioni....

Babbo Natale ha definitivamente sconfitto la befana sulla scacchiera delle festività natalizie

di Massimiliano D'Uva Un simbolo di tradizione e folklore italiano, la Befana, ha ceduto il suo trono di "Regina delle feste" a Babbo Natale in una svolta culturale che segna la fine di un'era. Per anni, questa strega buona ha riempito le calze dei bambini con dolciumi e regali (ricordate il carbone...

Statale Amalfitana da incubo nei week end: prove libere del Gran Premio del "Sole" nel giorno dell’Immacolata

di Massimiliano D'Uva Questa mattina festa dell'Immacolata nel raggiungere la città verticale ho notato, nel viaggio di andata iniziato verso le 10, pochissime moto, tra l'altro tutte guidate da persone molto disciplinate nello stile di guida. Ricordo, all'altezza di Praiano, quando una grossa moto Honda...

Erchie di Maiori, la complessità del lutto e la continuazione della Vita

di Massimiliano D'Uva A Erchie, la piccola frazione di Maiori che geograficamente è molto più vicina a Cetara, la solennità di Santa Maria Assunta è un punto fermo della tradizione e della devozione. Pur avendo vissuto quasi 50 anni a Maiori, ho scoperto la fede che unisce la piccola collettività di...

San Pietro 2023, riflessioni a voce bassa

di Mafalda Bruno Se c'è una cosa a Cetara su cui non vi sono dubbi, è l'amore per il proprio Patrono San Pietro, l'attaccamento alla festa non solo il 29 giugno, nei giorni precedenti e in quelli successivi, ma durante tutto il corso dell'anno. A Cetara non trova nessuno spazio, neanche minuscolo, il...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.