Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa Conv. di S. Paolo apost.

Date rapide

Oggi: 25 gennaio

Ieri: 24 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniPoliticaFrana Amalfi, ci vorranno almeno tre mesi e 4 milioni di euro per ritorno alla normalità. Si lavorerà anche di notte

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano
Genea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, Ottimizzazione

Politica

Dal tavolo tecnico di stamani

Frana Amalfi, ci vorranno almeno tre mesi e 4 milioni di euro per ritorno alla normalità. Si lavorerà anche di notte

Scritto da (redazionelda), sabato 6 febbraio 2021 13:41:58

Ultimo aggiornamento domenica 7 febbraio 2021 09:07:40

Come ampiamente annunciato, si è svolta qiesta mattina, presso il palazzo del Genio Civile di Salerno, la riunione operativa convocata dal governatore della Campania Vincenzo De Luca per la valutazione reale dei danni provocati dal grosso movimento franoso di martedì scorso ad Amalfi e la previsione degli interventi di ricostruzione e definitiva messa in sicurezza dell'area a rischio.

 

Al tavolo col governatore, il sindaco di Amalfi Daniele Milano (insieme al tecnico comunale, l'ingegner Pietro Fico e il consulente tecnico comunale, l'ingegnere Michele Brigante), il consigliere regionale e presidente della IV Commissione (Urbanistica, Trasporti e Lavori Pubblici), Luca Cascone, il direttore generale della Protezione civile della Regione Campania, Italo Giulivo, il direttore generale di ACaMIR, Giuseppe Grimaldi, il dirigente tecnico dell'Autorità di Bacino Destra Sele, il geologo Gennaro Capasso, il dirigete del Genio Militare e al responsabile della Struttura Territoriale Anas, Nicola Montesano.

 

Proprio l'Anas, che dopo aver effettuato tutte le verifiche tecniche, ha già sviluppato un progetto esecutivo di ricostruzione del piano viario, è sicura di poterlo ripristinare entro novanta giorni.

Nel dettaglio, durante l'incontro, Montesanto ha fatto presente che - oltre ad essersi attivata nell'immediato con uomini e mezzi per lo sgombero del materiale franato sul piano viabile - ha già avviato la progettazione di un intervento finalizzato al ripristino della viabilità interrotta lungo il chilometro 29.800 dell'Amalfitana; in particolare, allo stato attuale, il personale tecnico ha allo studio una soluzione operativa che permetta di comprimere al massimo i tempi di esecuzione delle opere e di garantire, quindi, il ripristino delle opere insicurezza, in un tempo stabilito.

L'intervento in progettazione riguarda, principalmente, la costruzione di una struttura costituita da elementi in calcestruzzo armato verticali, opportunamente ancorati secondo l'attuale configurazione del suolo, fino ad arrivare alla quota strada ove verrà realizzata la struttura orizzontale costituita da un impalcato in struttura metallica, finalizzati a sostituire il corpo stradale coinvolto nella frana; per la realizzazione di tali lavori Anas ha già reperito i finanziamenti - per un importo complessivo di circa un milione di euro - nell'ambito delle proprie risorse economiche.

Anas ha già eseguito alcuni rilievi nelle aree accessibili in condizioni di sicurezza. Successivamente - a seguito dell'ultimazione delle preliminari attività di disgaggio e messa in sicurezza del versante che incombe sulla statale, a carico degli Enti competenti - ottenute le autorizzazioni di rito, Anas potrà dare concreto avvio ai lavori.

Le attività saranno eseguite da un'impresa già individuata mediante ad un esistente Accordo Quadro, senza bisogno quindi di dover espletare specifica gara d'appalto, con evidenti vantaggi per la tempistica d'intervento.

Successivamente alla riattivazione della circolazione, obiettivo principale per Anas, l'Azienda procederà anche al ripristino del sistema d'archi preesistente.

 

Si stimano due mesi e mezzo, al massimo tre, di lavori e un investimento di oltre 4 milioni di euro, tra la realizzazione della nuova strada e messa in sicurezza della frazione alta di San Biagio, con il ripristino dei sottoservizi e della strada interpoderale che consentiva ai cittadini di accedere alle proprie case.

Tre milioni saranno, dunque, necessari per la sola messa insicurezza della rupe.

L'obiettivo della Regione è quello di far scattare interventi immediati per il ripristino della circolazione e la messa in sicurezza dei costoni interessati. Non bisognerà perdere ulteriore tempo: si immaginano lavori no-stop, su tre turni giornalieri, anche nelle ore notturne.

Il governatore De Luca ha garantito che la Regione metterà a disposizione tutti i fondi necessari per la messa in sicurezza dell'area che ovviamente non può rimanere nelle attuali condizioni, in considerazione del grave disagio venutosi a creare. La Regione sarà impegnata in una verifica nei prossimi giorni anche sugli altri interventi di messa in sicurezza che dovranno essere realizzati e sui progetti infrastrutturali già programmati e finanziati e che riguardano questo tratto di Costiera.

 

«È andata molto bene - dice soddisfatto al Vescovado il sindaco Daniele Milano -. Il Governatore si è mostrato molto risoluto nel voler salvare la stagione turistica, garantendo la disponibilità della Regione a sostenere costi totali. Il comune non perderà un solo minuto: ci siamo attivati per sviluppare un cronoprogramma che credo sarà pronto tra una settimana. Bisognerà agire in regime di emergenza e fare presto. Con la Costiera tagliata in due è impossibile gestire l'emergenza sanitaria, con le difficoltà a raggiungere, in caso di urgenze, presidi medici e ospedalieri».

Scartata l'ipotesi del ponte "Bailey" per consentire il transito veicolare durante lo svolgimento dei lavori. «Interventi provvisori - ha spiegato Milano - rischiererebbero di impedire le lavorazioni sottostanti rallentando il regolare svolgimento dei lavori».

 

 

«Più che un Commissario, in questo momento serve la dichiarazione dello stato di emergenza che consente le velocizzazioni nelle procedure necessarie e doverose per avviare speditamente i lavori.

Condividiamo appieno l'angoscia e i timori del Sindaco Milano per tutti i risvolti della situazione, non solo in termini di disagio per la mobilità della popolazione costiera, ma anche di preoccupante difficoltà a raggiungere celermente, specie in caso di urgenze, presidi medici e ospedalieri. Dobbiamo fare tutto il necessario per risolvere il prima possibile. Forza Amalfi!» ha dichiarato Cascone.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Quirinale, fumata nera per la prima chiama: fitto dialogo tra i partiti. Alle 15 la seconda tornata

«Non essendo stata raggiunta la maggioranza dei due terzi dei componenti dell'assemblea occorre procedere a un nuovo scrutinio», così ieri sera, il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico ha decretato la fine della prima chiama per l'elezione del Capo dello Stato che sostituirà Mattarella....

Positano, opposizione indignata per il «disinteresse della maggioranza per la banchina»

«Cosa ne sarà della banchina di Positano nel 2022?». È questa l'ultima domanda che si fanno i consiglieri di minoranza. La scorsa estate, infatti, la banchina, danneggiata dalle mareggiate, era stata ricostruita solo parzialmente. «Pur sedendo nei banchi dell'opposizione - spiega la capogruppo di opposizione...

Maiori: a tre anni dall'inizio dei lavori l'Asilo Nido ancora incompleto. Idea Comune: «Altro sperpero di denaro pubblico»

Il 21 dicembre 2019 a Maiori si tenne la cerimonia di posa della prima pietra dell'asilo nido "L'Albero bambino". Da allora la struttura, finanziata dalla Regione per circa 1 milione di euro, non è stata ancora completata e il gruppo consiliare di minoranza "Idea Comune" teme ci sia «il rischio di accollare...

«Un Paese bloccato in attesa dell'elezione del Capo dello Stato», De Luca attacca ancora una volta il Governo

«In Italia, mentre ora si parla dell'elezione del Presidente della Repubblica, è bloccato tutto. E non è possibile avere un Paese bloccato in attesa dell'elezione del Capo dello Stato e quindi di sapere quale sarà il destino del Governo italiano». Così il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, ieri,...

Positano, vietato il tiro a secco delle barche in inverno. La minoranza: «E dove andrebbero messe?»

Con una recente ordinanza, a partire dal 1° gennaio, a Positano è stato vietato il tiro a secco delle unità da diporto nella zona della Spiaggia Grande dal 1° novembre al 30 aprile di ogni anno (si potrà esercitare dal 1° maggio al 31 ottobre). In precedenza, infatti, i positanesi, previa richiesta,...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.