Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Pasquale Baylon

Date rapide

Oggi: 17 maggio

Ieri: 16 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

La Salernitana torna in Serie A - BENTORNATA

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniAttualitàFiordo di Fuore, la spiaggia riapre ma occorre tutela e valorizzazione del sito

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Attualità

Fiordo di Fuore, la spiaggia riapre ma occorre tutela e valorizzazione del sito

Scritto da (Redazione), domenica 5 luglio 2020 17:11:12

Ultimo aggiornamento domenica 5 luglio 2020 17:11:49

di Raffaele Ferraioli*

 

Udite!Udite! La notizia del secolo: riapre il Fiordo di Furore. A restituirlo al pubblico godimento è il Sindaco di Conca dei Marini, Gaetano Frate, con la revoca della sua ordinanza emanata circa due anni fa. Ancora un po' di pazienza e l'11 luglio p.v., finalmente, il fiordo sarà restituito alla sua funzione di Mappatella Beach, con somma gioia dei Nuovi Barbari, pronti a invaderlo a mò ddei Visigoti o dei Saraceni e senza nessun rispetto per coloro che hanno "buttato il sangue" per risanarlo, restaurarlo, acquisirlo al patrimonio comunale e destinarlo a Ecomuseo.

I sedicenti paladini di questo contesto ambientale e culturale unico al mondo trascurano, infatti, una grande verità: il Fiordo non è una semplice spiaggia una delle tante (se ne contano esattamente cento!) disseminate lungo la Costa d'Amalfi.

Capisco che molti dei neofiti che siedono in consiglio comunale a Furore, per poter arrivare al Fiordo, devono servirsi del navigatore satellitare, ma come si fa a ignorare questa realtà che è davanti agli occhi di tutti?

Quali sono i programmi della nuova Amministrazione Comunale? Come s'intende risolvere il problema della gestione integrata dell'Ecomuseo? Quali provvedimenti si prevede di adottare per evitare il progressivo degrado delle strutture e dell'ingente patrimonio immobiliare (oltre 2000 mq. di superficie coperta!)? Con il sistema del "tanto peggio, tanto meglio", usato fin qui, non si va da nessuna parte e si rischia la dissipazione di una risorsa fra le più preziose per l'ulteriore sviluppo del nostro paese. La responsabilità è troppo grande poter essere affrontata con tanta superficialità. Basterebbe far tesoro dell'ingente documentazione sul tema, acquisita in tutti questi anni e giacente presso gli Uffici Comunali (rilievi topografici, analisi economico-finanziarie, studi di fattibilità, ecc.) per avviare a soluzione quello che è il primo grande problema nostro. Ma per gli "amici" attualmente al potere questo è arabo!

Trovo interessante, inoltre, capire per quale motivo è stato messa da parte il rito della "somma urgenza" già utilmente avviato e consistente in: progettazione ed esecuzione dei lavori da parte del Genio Civile di Salerno, spesa a carico della Regione Campania, tempi di effettuazione non più di due settimane in media. Tale procedura è, del resto, quella puntualmente posta in essere in centinaia di casi analoghi che si sono verificati con una certa frequenza sul nostro territorio (vedi interventi eseguiti nel corso del 2019 in località Pennola, a monte della S.S 163).

Per il Fiordo si è preferito ricorrere all'emanazione di ordinanza sindacale a carico del privato, introducendo una procedura rivelatasi nei fatti lunga e farraginosa e creando un precedente molto pericoloso. In un clima piuttosto torbido si sono sviluppate strane intese, patti leonini, interventi "allegri", di dubbia efficacia per la messa in sicurezza dell'area.

C'è poi da chiedersi quando sarà eseguito il collaudo e la messa in funzione dell'impianto di fitodepurazione per il trattamento degli scarichi fognari prodotti dagli insediamenti immobiliari del borgo marinaro,compresi quelli ricadenti nella giurisdizione di Conca dei Marini.

Gaetano Frate, Sindaco navigato, funzionario del settore turismo della Regione Campania e attento studioso della materia, condividerà, ne sono certo, le valutazioni elencate di seguito

  • il Fiordo non è solo spiaggia e non vogliamo che esso venga restituito alla squallida funzione Mappatella Beach;
  • le "invasioni" dei Nuovi Barbari possono e devono essere fronteggiate con un'offerta di qualità per una domanda colta, consapevole, rispettosa delle risorse esistenti;
  • si rende ormai ineludibile la progettazione di una gestione unitaria, integrata di tutto il patrimonio immobiliare (pari a oltre 2.000 mq. coperti) destinato a Ecomuseo o museo vivente, capace valorizzare i beni ambientali, storici e culturali presenti nell'area;
  • è' tempo di affrancare questo luogo dalla funzione di semplice "cartolina" attribuitagli dal turista "mordi e fuggi", attrezzarlo, collegarlo al paese di appartenenza, così come nei piani in via di elaborazione da parte dell'ACAMIR.

Questi sono i nodi che, una volta sciolti, ci consentiranno di affermare:

"Il Fiordo riapre!".

*ex sindaco di Furore

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Scia di luci nel cielo sulla Costiera Amalfitana. Sono i satelliti Starlink di Elon Musk

Sono state avvistate anche nel cielo notturno sulla Costa d'Amalfi, intorno alle 21.23, quelle strane luci in fila indiana. Non si tratta di una flotta aliena a distanza ravvicinata, bensì 96 mini-satelliti per l'internet globale lanciati in orbita il 4 maggio scorso. Sessanta di questi fanno parte della...

La Costa d'Amalfi ringrazia l'Esercito Italiano: il dolce omaggio di Sal De Riso [FOTO]

Un dolce omaggio per un anniversario speciale ma soprattutto per uno straordinario impegno civile, al servizio della nazione in emergenza pandemica. Oggi, 4 maggio 2021, si festeggia il 160esimo anniversario della nascita dell'Esercito Italiano. E anche in Costiera Amalfitana i nostri Militari sono impegnati...

I terrazzamenti della Costa d’Amalfi come paesaggio culturale UNESCO. Intervista a Marina Fumo, direttrice Cittam

Pubblichiamo un'interessante intervista a Marina Fumo, direttrice del Cittam, Centro di ricerca Interdipartimentale per lo studio delle Tecniche Tradizionali nell'Area Mediterranea, dell'Università Federico II di Napoli, da sempre impegnato nell'approfondimento di strategie e tecniche di trasformazione...

Abbandono rifiuti tossici sulla SP 75, la rabbia del Comitato Civico Dragonea

La riapertura della SP 75 Avvocatella, strada che collega Dragonea e le altre frazioni di Vietri sul Mare a Cava de' Tirreni, è stata certamente una grande notizia per il Comitato Civico Dragonea. I membri del comitato dopo la riapertura della strada avvenuta venerdì 30 aprile e chiusa per otto mesi...

Salvatore De Riso presidente Accademia Maestri Pasticcieri Italiani. «Rinnovare e rinnovarsi con nuova linfa»

Salvatore De Riso è il presidente dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Il prestigioso sodalizio fondato nel 1993 dal maestro Iginio Massari, che raggruppa 72 tra i migliori professionisti dell'arte dolce d'Italia, si rinnova radicalmente per affrontare con nuovo slancio le sfide del mercato. La...