Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 minuti fa S. Sebastiano martire

Date rapide

Oggi: 20 gennaio

Ieri: 19 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOSMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniAttualitàCome fai fai, sbagli!

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

Come fai fai, sbagli!

Scritto da Raffaele Ferraioli (Redazione), giovedì 2 gennaio 2020 15:23:21

Ultimo aggiornamento giovedì 2 gennaio 2020 15:23:21

di Raffaele Ferraioli

Gli eventi calamitosi verificatisi la settimana scorsa in Costa d'Amalfi hanno innescato il solito balletto delle competenze o, se preferite, il palleggio delle responsabilità fra i vari livelli istituzionali e fra questi e i privati, proprietari dei terreni interessati dai fenomeni di dissesto e, in teoria, responsabili dei conseguenti danni arrecati alle strutture pubbliche.

La controversia si trascina da sempre in una confusione legislativa assai difficile da interpretare. La stessa giurisprudenza, sia in ambito civile che penale, amministrativo e contabile, è piena di contraddizioni e di enigmi mai risolti. I Sindaci, in particolare, sono costretti a barcamenarsi in situazioni d'incertezza totale e a fare i conti con un caos normativo che li vede impegnati a non facili interpretazioni per evitare implicazioni piuttosto ricorrenti.

Il rischio, come ricorda un detto popolare, che: "Come fai fai, sbagli!".

La copiosa giurisprudenza consolidata conferma che "la Pubblica Amministrazione non può porre a carico del privato la realizzazione di interventi che non sia obiettivamente limitati alla difesa della proprietà ma rispondano a scopi diversi, così come quello di garantire la pubblica incolumità. In questo caso l'Amministrazione può ben intervenire, anche con opere realizzate coattivamente, previa occupazione della proprietà privata, ma non può porre a carico del privato l'onere economico di tali interventi che rivestono il carattere di opere pubbliche in senso tecnico. (f. S.A.P. 29/2/1996, n.23)."

L'orientamento giurisprudenziale ribadisce inoltre, che: "E' presupposto, per l'adozione da parte del Sindaco di ordinanza contingibile e urgente, unicamente la situazione di pericolo per un danno grave ed imminente per l'incolumità pubblica che per il suo carattere di eccezionalità e rilevanza non possa essere fronteggiata con i rimedi ordinari e che imponga, di conseguenza, strumenti immediati e indilazionabili che si sostanziano anche nell'imposizione di obblighi di fare e di non fare a carico del privato. Non possono essere posti a carico del privato proprietario interventi ampi e genericamente indicati, tendenti al fine di evitare movimenti o frane su ambiti territoriali di ampiezza rilevante o natura morfologica complessa. Quando questo succede, viene di fatto svolta un'attività complessa comprendente profili diversi (studi, ricerche, prove geologiche, interventi di contenimento di lungo periodo) che non possono essere imposti al privato sulla scorta di uno strumento eccezionale quale quello dell'ordinanza contingibile e urgente, anche in considerazione del coinvolgimento di altri enti pubblici (C.d.S., sez. V, 30/3/1998, n. 377)."

La sistemazione idrogeologica del territorio impone interventi che richiedono fondi dell'ordine di grandezza di milioni di euro, progettazioni dettagliate, tempi lunghi per essere realizzata e non può essere sostenuta da soggetti privati. Il rilevante impegno di spesa e di cognizioni tecniche richiesto, nonché l'attivazione dei numerosi enti e autorità impongono che tale competenza sia riservata al pubblico, prioritariamente ed unicamente obbligato a garantire l' incolumità e la sicurezza pubbliche.

Tesi ineccepibile questa ma, ahimè, non sempre condivisa dal giudice contabile che in non poche occasioni ha emesso provvedimenti sanzionatori nei confronti di funzionari e amministratori. La mannaia è caduta con particolare severità sui Sindaci che da sempre svolgono la funzione di "parafulmine"del sistema e questo crea un panico diffuso che induce all'immobilismo più avvilente e lesivo degli interessi dei cittadini.

La politica del non fare ne esce premiata se è vero, come è vero, che il fare è di gran lungo più rischioso. Da qui il proliferare di amministratori inerti, demotivati, spaventati, la cui unica preoccupazione è quella di "pararsi il culo". Operazione legittima per le motivazioni sopra esposte, ma certamente controproducente per gli interessi dei cittadini amministrati.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Danni maltempo di novembre, alla Campania 5,6 milioni

Il Consiglio dei Ministri, facendo seguito alle deliberazioni del 14 novembre e del 2 dicembre 2019, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha deliberato un ulteriore stanziamento di 208.732.103,47 euro (la delibera del 2 dicembre scorso aveva già previsto un primo stanziamento di 100 milioni di...

Da Maiori l'appello per la tutela della Costiera Amalfitana

Si è svolto ieri, nella chiesa di San Domenico a Maiori, l'incontro pubblico "Costiera Amalfitana Zona Rossa", promosso da cittadini autoconvocati e firmatari dell'appello "per la tutela della Costiera Amalfitana". Erano presenti il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello con Ferruccio...

Il traforo Tramonti-Cava de' Tirreni: perchè non rispolverare il vecchio progetto? (che è previsto dal PUT)

di Emiliano Amato Passati i disagi alla viabilità provocati dalle frane che l'hanno messa in ginocchio, in Costiera Amalfitana, in vista della stagione turistica oramai alle porte (mancano due mesi oramai) si torna a ragionare sull'annoso problema mobilità. Mentre l'opinione pubblica si divide sulle...

Costiera Amalfitana spezzata dalle frane, il Collegio Docenti è in diretta internet

Le frane e i notevoli disagi in Costiera Amalfitana, creati dal maltempo - a cavallo tra la fine del vecchio anno e l'inizio del nuovo - hanno finito per compromettere non solo la viabilità ma anche le quotidiane attività. E così - come scrive il quotidiano "Il Mattino" oggi in edicola - la dirigente...

Dissesto idrogeologico in Costa d'Amalfi: cosa fare?

di Raffaele Ferraioli Il fenomeno di sfascio diffuso del territorio in Costa d'Amalfi, pur avendo interessato un vasto fronte, è solo un segnale di allarme rispetto ad uno scenario ben più ampio e preoccupante che si profila all'orizzonte e che impone un impegno non più procrastinabile se si vuole evitare...