Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 16 ore fa Immacolata Concezione

Date rapide

Oggi: 8 dicembre

Ieri: 7 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaSalDeRisoShop è il portale della Sal De Riso Costa d'Amalfi dove è possibile acquistare i dolci delle feste e tutta la produzione del Maestro Pasticciere più amato d'Italia https://pasticceriapansa.it/catalogo.asp?cat=22Hotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiI dolci delle feste firmati dalla storica pasticceria Gambardella, oggi anche on line all'indirizzo www.gambardella.itGranato Caffè, l'assistenza migliore che c'è su macchine da caffè a cialda o a braccioCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, Internet Service Provider in fibraSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di click

Tu sei qui: Racconti d'aMareLa navigazione prima e dopo i social nel racconto del capitano Barra: «Anni fa leggevo “La Voce del Pastore” per avere notizie su Amalfi»

Granato Caffè, leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule, lancia un'offerta fino al 31 dicembre 2022Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i nostri lettori buone feste e ricorda che i dolci di Natale possono essere acquistati sul portale e-commerce www.salderisoshop.comCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoMaurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaLa prima cotta, la nuova mozzarella dal gusto antico realizzata dai maestri caseari de La TramontinaLa storica pasticceria Pansa vi augura Buone Feste ricordando che è possibile acquistare tutta la produzione artigianale dallo shop on line www.pasticceriapansa.itHotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaAmalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Racconti d'aMare

Amalfi, navigazione, social, Yokohama, ricordi, aneddoti

La navigazione prima e dopo i social nel racconto del capitano Barra: «Anni fa leggevo “La Voce del Pastore” per avere notizie su Amalfi»

Dal Compianto Parroco di Amalfi , Sac. Don Andrea Colavolpe, ricevevo “La Voce del Pastore”, il Foglio della Parrocchia, come lui lo definiva, che mi arrivava puntualmente nei porti che gli avevo segnalato

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), lunedì 14 novembre 2022 13:37:29

*Di Salvatore Barra

Oceano Pacifico. Navighiamo all'alba verso Ponente, destinazione Yokohama, Giappone. E' il sedicesimo giorno di navigazione e ne mancano ancora dodici all'arrivo. Alla nostra sinistra, 350 miglia a Sud, l'arcipelago delle Isole Hawaii, otto Isole principali in tutto.

Da quando siamo partiti vediamo solo cielo e mare di giorno, mentre di notte, è il caso di dire , la visione è celestiale: sembra di toccare con una mano stelle e pianeti, le costellazioni autunnali sono alte nel cielo. Sirio, la stella più luminosa del firmamento, è l'ultima a cedere alla luce del sole nascente, che annuncia il nuovo giorno.

La nave non è molto carica, condizione che la rende "dura" alle sollecitazioni esterne, tale da provocare movimenti di rollio brusco e veloce, pericoloso per il carico che trasportiamo in coperta e fastidioso per gli uomini che lo subiscono. Abbiamo tracciato una rotta che ci porta più a Sud per evitare le depressioni del Nord Pacifico, particolarmente insidiose in questo periodo.

Nel corso dei primi tre giorni di navigazione abbiamo sofferto le sollecitazioni dovute alle onde lunghe, alte mediamente 5 metri, residue di una tempesta precedente. Poi, il bel tempo ha prevalso. Durante la lunga navigazione, ne approfittiamo per fare lavori di manutenzione, rimozione della ruggine e pitturazione alle strutture della nave maggiormente soggette alle intemperie ed alla salsedine. Ne approfittiamo anche per ispezionare i magazzini di bordo, e la farmacia, aggiornandone gli inventari. In sala macchine si lavora alla manutenzione di tutti gli ausiliari del motore, non in moto, necessitanti di manutenzione.

Dalla cucina si diffonde il profumo del pane appena sfornato, caldo , ideale per un panino classico , farcito con burro e mortadella (di bordo), assieme all'inconfondibile aroma del caffè. La colazione è pronta! Il cuoco si sveglia ogni mattino alle quattro, prepara l'impasto per il pane e , dopo averlo fatto lievitare, lo inforna. Quindi si dedica alla preparazione dei pasti, operazione affatto semplice, perché deve tener conto che l'equipaggio è formato da personale multi etnico e multi religioso, dalle diverse abitudini alimentari. Per non parlare dei più giovani, perennemente viziati nel mangiare. Un cuoco bravo, come il nostro cuoco, deve essere in grado di accontentare tutti.

Lo steward (cameriere) prepara e pulisce, quotidianamente, le cabine degli Ufficiale, si occupa del servizio mensa ufficiali, pulisce le scale e i dieci ponti dell'immenso cassero.

La vita di bordo non si ferma mai, sia in porto sia in navigazione. Durante la navigazione, le guardie si alternano ogni quattro ore, sul ponte di Comando ed in Centrale Macchine , curando la gestione della navigazione e lo stato di funzionamento del motore e degli ausiliari (Generatori, Caldaie, compressori...) . Quando la nave è in porto, gli Ufficiali di Coperta, si trasferiscono nell'Ufficio del carico, dal quale possono gestire, seguire e coordinare tutte le attività operative della nave, commerciali e logistiche.

A bordo ne siamo in 22 uomini di equipaggio , l'età varia dai 67 ai 21 anni. Ognuno ha un progetto, al cui centro vi è sempre la famiglia. Questo è un grande paradosso: vivere per la famiglia, ma lontani dalla famiglia. I sacrifici che si fanno sono sempre finalizzati alla famiglia, come progetti di matrimonio (soprattutto per i più giovani), aiutare economicamente i genitori anziani, curare la crescita e la formazione dei figli o dei nipoti, l'acquisto della casa e tanto altro.

Internet, sia sulla terraferma che bordo, ha completamente stravolto la nostra vita. Quando cominciai questa vita, oltre quaranta anni fa, si comunicava principalmente per mezzo di lettere epistolari. Raramente si usava il telefono, perché costoso e poco accessibile dall'estero. La corrispondenza arrivava solo in alcuni porti. Ricordo la grande emozione che provavo prima di aprire una lettera, pur sapendo che avrei letto contenuti di situazioni "passate", magari di due mesi, in risposta ad una mia, spedita quattro o cinque mesi prima. Il nostro umore era condizionato dalle notizie "fresche" ricevute, ma durava poco, giusto il tempo occorrente per scrivere "La risposta".

Dal Compianto Parroco di Amalfi , Sac. Don Andrea Colavolpe, ricevevo "La Voce del Pastore", il Foglio della Parrocchia, come lui lo definiva, che mi arrivava puntualmente nei porti che gli avevo segnalato. Quando ritornavo a casa, dopo un lungo periodo di imbarco, dopo i doverosi saluti di rito , amici e familiari mi aggiornavano sulle "cronache" cittadine , ossia fatti e situazioni successe durante la mia assenza. Era come seguire un percorso di reintegrazione che mi avrebbe aiutato a reinserirmi negli ambienti che frequentavo. Le notizie urgenti arrivavano solo con telegramma, spedito dagli uffici postali, in grafia (codice Morse), e ricevute dall'Ufficiale Marconista di bordo, altra figura professionale cancellata dal Ruolo equipaggio. Non oso immaginare lo stato d'animo dei nostri avi, gli antichi navigatori della Repubblica di Amalfi o della Marina Velica, e delle relative famiglie, consapevoli, alla partenza, che la spedizione poteva durare anni e dal ritorno incerto. Eroi, spesso dimenticati, le cui imprese, mercantili e militari contribuirono allo sviluppo ed alla civiltà del mondo.

Oggi, attraverso i social , si dialoga o si esprimono opinioni su fatti privati o di interesse pubblico in tempo reale, azzerandone le distanze. La moderna tecnologia ci permette di essere costantemente in contatto con il mondo esterno. Un filo diretto permanente che ci permette di raggiungere tutti e subito. La diffusione degli smartphone ha contribuito a cancellare la vita sociale di bordo (come anche in ambienti familiari). Infatti, tutto il personale libero dalle guardie e dal lavoro si rinchiude in cabina, comunica con il mondo ma si isola dal resto dell'equipaggio. In passato il tempo libero a bordo si passava giocando a scacchi , bigliardino e tressette fino a tarda notte. La nave era dotata di biblioteca con sala lettura. Il giovedì e la domenica pomeriggio erano previste le proiezioni di film (due spettacoli, tenendo conto del personale di guardia), con pellicola super 8 mm.

E' la seconda volta che assumo il comando della MSC DITTE. La prima risale al 2016. Sul Ponte di Comando, in bella mostra, la Campana offerta dalla Madrina, Signorina Ditte, (nome femminile Nord Europeo, diminutivo di Edith, Benedicte, Judith) in occasione del varo della nave. La campana, ai tempi della marina velica, con i suoi rintocchi, scandiva la vita di bordo. Otto volte al giorno, ogni quattro ore, per "Chiamare" la guardia montante. Di qui, la famosa frase "sono le otto e tutto va bene" (o le quattro). Due rintocchi per indicare l'ora intera ed un rintocco per la mezz'ora (ogni mezz'ora , quando finiva la sabbia e clessidra si doveva girare ). I rintocchi annunciavano il mezzogiorno di bordo , il pranzo, la cena, l'ora del silenzio. I rintocchi emessi in rapida successione significavano "allerta", posto di combattimento, incendio, abbandono nave e per segnalare una nave all'ancora in tempo di nebbia. Quest'ultima tradizione -rintocchi "in tempo di nebbia" - , è il motivo per cui, ancora oggi, la campana a bordo è obbligatoria .

Nel 2016, la campana era grezza e senza pittura. Il Nostromo Gennaro Terminiello di Massalubrense si rese disponibile per pitturarla (con nero e vernice). Conobbi il Nostromo nel 1988, quando era ancora marinaio. Una persona come poche , uomo di fiducia, di pace e lavoratore instancabile. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo potrà confermare. Dal 1988 ho avuto la fortuna di averlo con me diverse volte, accrescendone la stima , che già era tanta. L'ultima volta , nel 2021 mi confidò che si sentiva stanco e che stava preparando la documentazione per la pensione e che avrebbe prolungato l'imbarco sulla MSC Anna perché' desiderava trascorrere il Natale 2021 in famiglia . Nel mese di aprile 2021 la figlia mi inviò un messaggio chiedendomi la cortesia di avvisare il Nostromo di contattarla. Poco dopo il Nostromo, raggiante in volto e con incontenibile gioia, mi annunciava la nascita del nipotino Gennaro. Lo scorso maggio 2022 mi giunse la triste notizia: la figlia mi riferì della sua morte improvvisa . Aveva solo 67 Anni. Ci tenevo a ricordare Il Nostromo Terminiello perché' era un uomo poco appariscente, concreto, affidabile e, soprattutto, onesto. Non adeguatamente valutato, come tutte le persone del suo stampo. Per me era un grande, un esempio positivo da seguire e far conoscere alle giovani generazioni. Come lui ne ho conosciuto pochi. Lavoratore, marito , genitore e nonno esemplare. Ogni volta che osservo la campana , non posso fare a meno di pensare a Gennaro.

Scrivo questo racconto il 13 novembre. Abbiamo 12 ore di fuso orario indietro, rispetto l'ora italiana. Da me sono le 18.30 di domenica, mentre in Italia sono le 06.30 di lunedì 14 novembre. Il sole è prossimo all'occaso. E' bellissimo pensare che, mentre qui, sulla nave, osserviamo gli ultimi raggi di sole del nostro tramonto, in Italia lo stesso sole sta sorgendo, annunciando il nuovo giorno.

Questa notte attraverseremo l'Antimeridiano di Greenwich, la linea fissa (o della mezzanotte fissa) del cambio data, da ovest verso est, quindi sposteremo, al passaggio, immediatamente, la data di un giorno in avanti. Significa che domattina quando mi sveglierò, come d'incanto, il calendario di bordo segnerà martedì 15 novembre, avendo "saltato" il lunedì.

Sembrerà strano, ma è cosi! La navigazione prosegue per Yokohama.

*Capitano Superiore di Lungo Corso

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 102523103

Racconti d'aMare

Mentre Amalfi festeggia il patrono Sant’Andrea il capitano Barra salpa verso il porto di Xiamen /FOTO

Alba del 27 novembre 2022. Come da programma, all'alba i radar cominciano a "battere" la costa giapponese. Chiudo per il momento gli occhi; vado indietro nel tempo: nella marina velica del XVII secolo. Provo a Immaginare l'emozione, la gioia ed il sollievo che avevano il Comandante e l'equipaggio di...

La storia e l'importanza della Bandiere della Marina raccontate dal capitano Salvatore Barra

*Di Salvatore Barra Lo scorso 16 aprile ho letto sul Vescovado l'articolo/testimonianza "All'Accademia Navale di Livorno con la Bandiera della Marina Mercantile", a firma del Professore Sigismondo Nastri, decano dei giornalisti locali, fonte inesauribile e memoria storica della Costa d'Amalfi. Era da...

Le donne “dei” naviganti, donne da aMare

*Di Salvatore Barra Non potrò mai dimenticare lo sguardo di mia madre quando, con la valigia in mano, partii per la prima volta per un imbarco in Marina Mercantile. Correva l'anno 1981, destinazione Mogadiscio, con volo Alitalia da Roma Fiumicino. Mia madre non proferì parola, ma in quello sguardo leggevo...

“Sette squilli brevi di sirena, poi uno lungo”: ecco come si esercitano per le emergenze i marinai di una grande nave portacontainer

*Di Salvatore Barra Sette squilli brevi di sirena, seguiti da uno lungo, risuonano nel pomeriggio, mentre la nave è in navigazione per Los Angeles. È il segnale di Emergenza Generale. Tutti gli uomini, udito il segnale, lasciano immediatamente le attività lavorative o di riposo e si precipitano verso...

Shanghai-Los Angeles: la traversata dell’Oceano Pacifico tra mare aperto e cambio di 9 fusi orari

Di Salvatore Barra* "I tovaglioli di carta sono finiti". "Come, finiti?", rispondo. Il mio interlocutore mi fa spallucce ed io: "Domani arriveremo a Shanghai, vediamo cosa posso fare". Non c'era tempo da perdere, bisognava agire: l'agente, ossia l'uomo di riferimento che abbiamo in ogni porto, dopo averlo...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.