Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Lorenzo martire

Date rapide

Oggi: 10 agosto

Ieri: 9 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàRavello Festival 2022, è tutto pronto per la settantesima edizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: ChiesaFurore: un Santo e due statue, fra storia e leggenda

Ravello Festival VXX edizione, è tutto pronto per l'edizione 2022 del Festival della città della musicaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Chiesa

Furore: un Santo e due statue, fra storia e leggenda

Santo Jaco di Furore

Scritto da (redazionelda), mercoledì 28 luglio 2021 11:04:14

Ultimo aggiornamento mercoledì 28 luglio 2021 11:07:43

di Raffaele Ferraioli*

Sono tornate in questi giorni, perfettamente restaurate, nelle loro antiche dimore le due statue di Santo Jaco di Furore. Quella in cartapesta, policroma, risalente al 1700, è stata rimessa a nuovo per iniziativa del Comitato Parrocchiale ricollocata nella navata sinistra della chiesa parrocchiale San Giacomo Apostolo. L'altra, più antica, del 1400, scolpita su legno di un unico tronco di quercia ha ritrovato posto nella casa di Angelo Cavaliere, situata di fronte alla Chiesa e trasformata di recente in struttura ricettiva all'insegna di San Giacomo Relais. Stiamo parlando di due simulacri legati a una curiosa leggenda.

Correvano gli anni della peste a Napoli e di tanti disastrosi eventi calamitosi: alluvioni, frane, terremoti, epidemie di ogni genere. I Furoresi continuavano a pregare i loro Santi patroni, ma invano. Da qui una furiosa ribellione che si tradusse in una vera e propria dissacrazione iconoclasta.

Le statue dei Santi protettori delle tre parrocchie furono espulse dalle chiese, come ci ricorda un antico adagio recita un antico adagio: "Santo Jaco, miezo pazzo, / o' vottarono abbasce a' chiazza/; Sant'Agnelo malandrino/ ‘o vottarono dinte Pino;/ Sant'Elia poveriello/ ‘o vottarono d'a' purtella".

Sant'Agnelo, ovvero San Michele Arcangelo, contrada della Gatta, fu buttato nella valle di Pino che da quel momento si chiamò "Vottara" (da Vottarono).

Sant'Elia, contrada della Cicala, fu scaraventato sugli scogli, dove tuttora si possono vedere macchie rosse di sangue(?) che hanno dato finanche il nome al luogo, detto "Int''o ssanghe", dall'alto di un sentiero sbarrato con una piccola porta ("portella"), che impediva le incursioni saracene.

La quattrocentesca statua lignea di San Giacomo fu scaraventata nella "chiazza" sottostante la chiesa. Raccolta dai Penna (antenati del Signor Cavaliere) fu portata a casa loro più con l'idea di farne legna da ardere che per timore religioso.

Se non che durante la notte il Santo riempì il giardino e tutto il cortile di legname. Di fronte a un tale evento i Penna gridarono al miracolo, scavarono una nicchia nel muro di casa e vi collocarono Santo Jaco, che vi è poi rimasto fino ad oggi e vi rimarrà. L'arcano resta, così come resta la curiosa copresenza dirimpettaia perfettamente aderente ai fatti fin qui raccontati. Che ne pensate? Forse vale la pena di salire in pellegrinaggio in visita ai due Santi e con una non trascurabile pausa per degustare le succulente identità golose della Terra Furoris.

*già sindaco di Furore

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 109533103

Chiesa

Tramonti, Cesarano onora Santa Maria Assunta: il programma di festeggiamenti religiosi e civili

Cesarano di Tramonti è in fermento per i festeggiamenti per Santa Maria Assunta, che si svolgeranno dal 14 al 16 agosto. Il giorno della vigilia della festa, domenica 14 agosto, alle 21 si terrà una serata musicale e teatrale in piazza, con il giovane cantautore Matteo Di Lieto, originario proprio di...

Il 10 agosto Scala onora San Lorenzo: il programma dei festeggiamenti

Il borgo di Scala è pronto a festeggiare con un programma religioso e civile la festa di San Lorenzo, suo patrono. Dopo lo stop dovuto alla pandemia, anche a Scala tornano i festeggiamenti di rito il 9 e 10 agosto: nella giornata di mercoledì in particolare, si terranno la solenne processione serale,...

Marina di Conca in festa per la Madonna della Neve, 5 agosto torna la processione via mare

Come a Tramonti, anche a Conca dei Marini si festeggia la Madonna della Neve. Il 5 agosto, alle 11, nella Cappella di Santa Maria della Neve, si terrà la Santa messa, officiata dal parroco Don Andrea Alfieri, con la benedizione del pane che sarà distribuito nel corso della giornata. Quindi, di sera,...

Don Luigi Di Martino torna nella sua Atrani. Messa a Santa Maria Del Bando

Ci sono luoghi in grado di mettere in luce la parte migliore di noi e il piccolo Santuario di Santa Maria del Bando ad Atrani è sicuramente tra questi. Con pochissimo preavviso, questa sera don Luigi Di Martino ha celebrato una Santa Messa nella chiesa che domina dall'alto il meraviglioso borgo costiero....

Tramonti, tra il 4 e il 6 agosto Capitignano festeggia la Patrona Santa Maria della Neve

Nel weekend, la frazione Capitignano di Tramonti si prepara a festeggiare la Patrona, Santa Maria della Neve. Giovedì 4 agosto, nella piazzetta antistante la chiesa, vi sarà la calata del panno dopo la Santa Messa delle 19. Venerdì 5 agosto, alle 8, la comunità si risveglierà con il suono delle campane...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.