Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 minuti fa S. Chiara da Montefalco

Date rapide

Oggi: 17 agosto

Ieri: 16 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneA Scala "Luci della Costiera": Storytelling, illuminazione artistica, videomappingCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàRavello Festival 2022, è tutto pronto per la settantesima edizioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: Storia e StorieMinori, la foto su Fb dopo l'udienza di divorzio: «Da coniugi si può fallire ma da genitori no»

Luci della Costiera 2022 a Scala il comune più antico della Costiera AmalfitanaRavello Festival VXX edizione, è tutto pronto per l'edizione 2022 del Festival della città della musicaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni

Storia e Storie

Minori, la foto su Fb dopo l'udienza di divorzio: «Da coniugi si può fallire ma da genitori no»

Scritto da (redazionelda), sabato 21 aprile 2018 10:17:37

Ultimo aggiornamento domenica 22 aprile 2018 14:56:01

Separarsi col sorriso, ma soprattutto con la consapevolezza che «il rispetto e la condivisione di un amore donato, ma ancor più grande verso i propri figli, rinsalda nel credere che da coniugi si può fallire ma da genitori no». È con questo messaggio, accompagnato da una foto sulla soglia della cittadella giudiziaria di Salerno e affidato a Facebook, che la pedagogista Maria Citro e l'ex marito, l'avvocato Salvatore Bonito di Minori, il 17 aprile scorso hanno annunciato la fine al loro matrimonio durato quindici anni. Dalla loro unione sono nati due figli, oggi adolescenti.

Quando una separazione coniugale, non è sempre un "lutto". Quello che può apparire un post eclatante, in realtà diventa un momento di riflessione su come un evento, che generalmente tende a lasciare amarezza e tristezza negli animi, possa invece costituire un punto di partenza per i singoli partner e un consolidamento positivo per i figli, nel riconoscere l'unitarietà e l'indissolubilità della coppia genitoriale. Già, perché le separazioni interrompono i rapporti coniugali, ma non la coppia genitoriale. Abbiamo chiesto a Maria Citro, donna da sempre impegnata in prima fila nel sociale anche attraverso la sua attività politica, il percorso che l'ha condotta a giungere ad una separazione serena. «Dopo dieci anni di fidanzamento e quindici di matrimonio - ci dice - di un amore saldo e vissuto in maniera profonda che ha visto la nascita di due figli e la scelta di essere anche genitori affidatari, ti rendi conto che tante cose cambiano: le scelte lavorative incombono, gli stili di vita cambiano, il sistema va in bilico, l'omeostasi non si ristabilisce. La famiglia, considerata come un "sistema aperto che funziona in relazione al suo contesto socio-culturale e che si evolve durante il ciclo di vita" (Walsh), ecco che si trasforma. Tutto ciò che si è messo in atto, tecniche e strumenti non hanno raggiunto l'obiettivo in quanto, i bisogni individuali hanno preso il sopravvento rispetto a quelli della coppia. Tali eventi si risolvono col superamento della "crisi" attraverso una ristrutturazione della trama dei rapporti tra i membri della famiglia che trovano modalità relazionali alternative e più funzionali per il nuovo assetto. La capacità di trovare un nuovo equilibrio è indice di sanità e di presenza di risorse nuove e adattive. L'assenza di cambiamento è indice di sofferenza e malattia. L'atto pratico è la separazione: tristezza, rabbia, delusione, impotenza, sconforto tutte emozioni negative che possono attraversare i due coniugi, emozioni che se non canalizzate, gestite ed elaborate adeguatamente, il più delle volte sono protagonisti di episodi di violenza e di mancanza di rispetto».

La tesi di Maria, che in realtà si occupa di "curare le relazioni" è quella secondo la quale culturalmente non siamo ancora preparati ad affrontare una separazione, un divorzio o una conflittualità familiare con animo sereno e conciliante. Il fatto di dover fare i conti con il fallimento di un progetto su cui si erano investite risorse materiali e, soprattutto, risorse emotive, fa sì che il dolore provato spesso sfoci in rabbia. Gli stereotipi dei concetti quali famiglia, marito, moglie, talvolta ingabbiano rigidamente le persone che non riescono, poi, una volta in crisi, a rivedersi in nuovi contesti e nuovi ruoli. Si destruttura il progetto, l'unico progetto di vita possibile, e poi si sprofonda nel baratro. «È il non contemplare il cambiamento, il non aver investito sull'educazione affettiva e sul rispetto delle emozioni a creare i disastri - sostiene Maria - Siamo stati educati a cercare i colpevoli, più che le soluzioni, e il risultato è che diventiamo ciechi di fronte al problema, cercando di annichilire l'avversario, anziché stimolare le energie per cambiare vita».

Questo articolo, accompagnato dalle riflessioni, non vuole essere un inno alla separazione come unica alternativa valida al conflitto di coppia, ma un appello alla responsabilità e alla consapevolezza: talvolta è opportuno riconoscere i propri limiti e chiedere aiuto, consulenze specialistiche per facilitare la comunicazione, per canalizzare le emozioni negative, evitando l'uso della violenza. Un aiuto per ritornare a vivere bene.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 1065111104

Storia e Storie

Cinquant'anni fa il ritrovamento dei Bronzi di Riace, simboli della Magna Grecia e della Calabria

Era il 16 agosto del 1972 quando il fotografo romano Stefano Mariottini, a circa 200 metri dalla costa di Riace, in Calabria, durante un'immersione, trovò il Bronzo A e il Bronzo B, il giovane e il vecchio: inseparabili eppure diversi, due uomini completamente nudi che dovevano essere armati di scudo,...

La loro auto è inutilizzata, coniugi la donano alla P.A. "Resilienza" Costiera Amalfitana /FOTO

Una bella sorpresa per la P.A. Resilienza Costiera Amalfitana. La signora Anna De Crescenzo e il marito Vincenzo Rabesco hanno deciso di donare un'auto all'Associazione di volontariato e protezione civile con base a Conca dei Marini. Si tratta di una Peugeot 807, 7 posti, con soli 64000 km. L'auto era...

Amalfi, tutto pronto per il Capodanno Bizantino: l’edizione 2022 è dedicata al Paesaggio Rurale Storico

Amalfi è pronta a rituffarsi nelle atmosfere Medievali. E lo farà il prossimo 1° settembre con la rivisitazione di una delle sue più importanti pagine di storia a cui è legata l'attribuzione del titolo di Magister di Civiltà Amalfitana. E così l'Antica Repubblica Marinara tornerà ad essere teatro di...

Nuceria Alfaterna, al via le operazioni di pulizia e restauro del Teatro ellenistico-romano

Nei giorni scorsi, ha preso il via un consistente intervento di pulizia e restauro delle strutture del teatro ellenistico-romano in località Pareti a Nocera Superiore (Sa). Le attività in corso, oggetto di finanziamento della programmazione ordinaria della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, prevedono...

Nuove scoperte a Pompei, riaffiorano le stanze della Domus del Larario con arredi e oggetti

Piccoli ambienti arredati rinvenuti attorno al sontuoso larario con raffigurato un "giardino incantato", già scavato nel 2018 nel corso di interventi di manutenzione dei fronti di scavo. La vita immobile di Pompei che riaffiora alla luce: ultimi istanti di vita fotografati negli arredi sconquassati dall'eruzione...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.