Ultimo aggiornamento 50 minuti fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Storia e StorieLe melanzane sott’olio, in un barattolo bontà e tradizione del Sud

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Storia e Storie

Le melanzane sott’olio, in un barattolo bontà e tradizione del Sud

Inserito da (redazionelda), venerdì 2 settembre 2016 13:10:21

Soltanto ai primi del 900 nelle case degli italiani più facoltosi arrivò il primo prototipo di quello che oggi è l'elettrodomestico più "scontato" in cucina, il frigorifero, divenuto ai giorni nostri oggetto di design, oltre che di praticità. Un apparecchio che rivoluzionò le tecniche di conservazione del cibo, ma che nulla poté - almeno nell'immediato - contro le conserve sott'olio, che ancora oggi resistono, fiere di essere scrigno di bontà e allo stesso tempo di tradizione. All'epoca, chi era più fortunato a casa ne aveva sempre una gran dispensa, preziosa riserva che assicurava provviste alimentari per tutto l'anno. Mangiate col pane, alimento sempre disponibile nelle case dei contadini, anche questo preparato in casa (nei grandi forni a legna che gli donavano un sapore oggi forse dimenticato), erano la fine del mondo. Perché, come sempre, la più grande bellezza sta nella semplicità. Qualunque cosa poteva essere messa a conserva nell'olio o nell'aceto, ma tra le conserve più gettonate ci sono senza dubbio le melanzane sott'olio.

Al Sud, nelle grandi tavolate in famiglia, ancora oggi non mancano mai. "Sporzionate" in ogni piatto assieme ai salumi e ai latticini oppure servite in un unico grande vassoio a centro tavola in modo che ognuno possa prenderne quante ne vuole, le melanzane sott'olio sono il must have dell'antipasto campano, insieme alle altre conserve sott'olio o sott'aceto: zucchine, fagiolini, olive e "papaccelle". Sono quelle bontà che una tira l'altra e non ti accorgi di quante ne hai mangiate fin quando non ti pizzica la lingua per l'eventuale peperoncino o non hai finito il pane che avevi affianco per fare la scarpetta dell'olio rimasto nel piatto, saporitissimo. Nel barattolo le melanzane possono essere messe da sole oppure mischiate a peperoni, cipolle o carote tagliate finemente. L'importante è schiacciarle bene tra loro e ricoprirle interamente d'olio per far sì che non si creino buchi d'aria che manderebbero a male gli ortaggi o provocherebbero il proliferare delle spore del botulino, batterio anaerobico che può portare ad un'intossicazione severa caratterizzata da sintomi quali nausea, vomito, diarrea e forti dolori muscolari, ma anche - nei casi peggiori di contaminazione - alla morte per asfissia. Ad ogni apertura del barattolo, dunque, il livello dell'olio dev'essere controllato e bisogna aggiungerne se le melanzane non sono più completamente coperte. Prese le giuste precauzioni, le conserve sott'olio sono un ottimo modo per consumare le melanzane anche fuori stagione.

Le melanzane sott'olio sono una preparazione che basa il suo processo di conservazione sull'assenza dell'ossigeno attraverso l'immersione della verdura in un liquido adatto alla lunga conservazione. Quelle in commercio nei supermercati non hanno lo stesso sapore di quelle fatte in casa, come ogni cosa d'altronde. Ma non tutti, nella vita frenetica odierna, riescono a trovare il tempo per portare avanti questa tradizione. Proponiamo la ricetta di una volta, magari a qualcuno verrà la voglia di provare a farle da sé. Le massaie, dopo aver lavato e sbucciato le melanzane, le tagliavano a fette sottili e le mettevano a macerare per 12 ore con sale e pepe. Quest'operazione era atta a spurgarle dell'acqua di vegetazione amarognola, cosa che veniva accelerata schiacciandole con l'aiuto di un piccolo torchio. Quindi si immergevano in una casseruola di aceto portato a bollore con uguale quantità di acqua e un pugno di sale, dalla quale venivano scolate dopo 2 minuti e poste ad asciugare su un piano, evitando accuratamente di sovrapporle, e ricoperte da uno strofinaccio. Solo a questo punto potevano essere trasferite nei vasetti in vetro con chiusura ermetica e precedentemente sterilizzati, formando più strati fino ad arrivare ad un dito dall'apertura del barattolo. Quindi si ricoprivano le melanzane con olio, facendo attenzione che non rimanessero bolle d'aria e che il livello del liquido fosse più alto di quello degli ortaggi e richiudendo ermeticamente il tappo. Prima di poterle consumare dovevano essere riposte in un luogo fresco e buio per tre mesi.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 106688108

Storia e Storie

Taylor Swift: la famiglia della popstar americana era originaria di Cava de’ Tirreni

È instancabile il lavoro del Gruppo Cava Storie, che in vista dell'ultimo concerto italiano di Taylor Swift ha avviato delle minuziose ricerche sulle sue origini. In un articolo a firma di Aniello Ragone, edito su La Città di Salerno, si rivela come la famiglia della popstar internazionale fosse originaria...

Oggi è il Nelson Mandela Day: si celebra l'eredità di un'icona globale per la Pace

Oggi, 18 luglio, si celebra il Nelson Mandela day, una giornata internazionale dedicata a onorare la vita e l'eredità di Nelson Mandela, uno dei leader più iconici e influenti del XX secolo. La data non è casuale: il 18 luglio è il giorno del compleanno di Mandela, nato nel 1918 in un piccolo villaggio...

Pompei, scoperta inattesa getta luce sulla storia della Spagna

Una brillante carriera militare, poi il buen retiro a Pompei, nella cittadina campana, famosa per la bellezza del paesaggio e le vedute sul golfo di Napoli, che attirava anche personaggi come Cicerone e Agrippa. È quanto emerge dall'iscrizione su una tomba trovata durante i lavori per la realizzazione...

Arma dei Carabinieri: 210 anni di fedeltà e servizio

Quest'anno ricorre il 210° anniversario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri, un'occasione per riflettere su oltre due secoli di servizio e fedeltà allo Stato e ai cittadini. La storia dell'Arma inizia in un periodo di grandi cambiamenti e incertezze, segnato dalla caduta di Napoleone Bonaparte...

Santa Febronia: la protettrice di Patti che unisce generazioni e città

Nella splendida cornice della Sicilia settentrionale, su un colle affacciato sul mare e di fronte alle sette isole Eolie, sorge la storica città di Patti. È qui che, secondo la tradizione, nel 285 d.C. nacque Santa Febronia, figura centrale della fede locale e simbolo di devozione millenaria. Santa Febronia,...