Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 53 minuti fa S. Irene vergine

Date rapide

Oggi: 18 settembre

Ieri: 17 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniEventi & SpettacoliSessant'anni sotto la buona stella: La Caravella è storia del gusto d'Amalfi

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Eventi & Spettacoli

Sessant'anni sotto la buona stella: La Caravella è storia del gusto d'Amalfi

Scritto da (redazione), martedì 2 luglio 2019 17:16:49

Ultimo aggiornamento giovedì 17 giugno 2021 09:40:57

di Emiliano Amato

 

Una storia di gusto lunga sessant'anni. È quella del celebre ristorante La Caravella di Amalfi che oggi ricorda la data della fondazione. Una storia di famiglia, con Franco Dipino e sua moglie Anna che il 2 luglio del 1959 nel cuore cittadino, proprio di fianco agli antichi arsenali della Repubblica Marinara, in un palazzo dell'anno mille, che fu dimora dei Piccolomini, feudatari del Ducato, diedero vita a quella deliziosa trattoria legata indissolubilmente alla straordinaria tradizione gastronomica locale.

UNA STORIA STRAORDINARIA, DI GUSTO AMALFITANO

Dopo i primi anni di sacrifici, il successo non tardò ad arrivare, con il compianto Franco, vero pioniere della ristorazione che al timone della sua Caravella portò alla scoperta di nuovi mondi. E' stato, infatti, il primo ristorante del Sud Italia, nel 1969, a ottenere la Stella Michelin. In cucina la signora Anna, moglie e madre amorevole e instancabile, che con il suo inimitabile soufflé al limone fece innamorare Salvatore Quasimodo, un habituè della Caravella, che lo definì "il sole nel piatto".

Erano i mitici anni Sessanta e ad Amalfi La Caravella rappresentava una tappa irrinunciabile per tanti personaggi che preferivano la Divina Costiera per le loro vacanze: oltre a Quasimodo, Andy Warhol, Gianni Agnelli e Jacqueline Kennedy in quella mitica estate del 1962; poi Aldo Moro, Federico Fellini, Anna Magnani, Gore Vidal, solo per citarne i più grandi.

«Chi ha conosciuto i sapori di un tempo, estrose invenzioni delle nostre nonne e delle nostre mamme, li ritroverà in quel patrimonio delle piccole mitologie familiari che "La Caravella" custodisce con commovente gelosia, e di questo le dobbiamo gratitudine» scrisse il grande giornalista amalfitano Gaetano Afeltra in un inedito testo rinvenuto nell'archivio del ristorante.

A raccogliere la pesante eredità di papà Franco il figlio Antonio, cresciuto nella cucina della Caravella ma con esperienze anche all'estero, tra i primi in Costiera ad osare, innovando la tradizione. Negli anni Novanta intuì il cambio di direzione in atto della ristorazione italiana. Da circa un ventennio la Caravella è tra i ristoranti più raffinati e prestigiosi d'Italia.

«Ho iniziato nel 1987, dopo un po' di esperienze in giro per il mondo; per mia fortuna, il solco era già tracciato - confida Antonio Dipino -. Grazie a mamma e papà nel 1969 siamo stati i primi a ricevere la stella dalla guida Michelin del Sud Italia, persa negli anni Ottanta e riconquistata negli anni '90. Iniziai a cambiare da trattoria a ristorante; realizzai il mio sogno: la cantina con il controllo di temperatura e umidità, una novità per l'epoca. Molti illustri colleghi mi davano del matto, la mia passione fu scambiata per follia, invece avevo semplicemente anticipato i tempi: la formula cibo-vino-arte è diventata oggi vincente di tutti i ristoratori di eccellenza».

 

Materie prime di pregevole qualità, la maggior parte tutte made in Amalfi Coast vengono trasformate, nella cucina affrescata (unica nel suo genere), in capolavori di gusto grazie alla preziosa assistenza dello chef Giuseppe Proto secondo la linea di accuratezza e tracciata dall'executive chef Antonio Dipino che rivela: «Oggi la qualità devi andarla a cercare o produrre; la produzione di materia di eccellenza è solo il 10%. Il resto, come dice il mio amico Carlo Petrini, è fatto per vendere e non per mangiare. L'approvvigionamento delle materie prime è giornaliero. I fornitori già sanno: solo il meglio».

 

La Caravella può contare su una cantina ben assortita con oltre un migliaio di etichette dei maggiori vini del mondo e sulla professionalità di uno dei sommelier più quotati in Campania, un vero professionista del settore: Tonino Faratro, cognato di Antonio. E' stata insignita per due volte, nel 2005 e nel 2015, del riconoscimento di miglior cantina d'Italia.

 

UN RISTORANTE UNICO

«Più volte sono stato tentato di stravolgere il ristorante - spiega Antonio - . Per fortuna ci sono incontri che ci segnano l'esistenza in modo indelebile. Una sera un famosissimo architetto, molto volte nostro ospite, dopo mie varie richieste di realizzare il progetto della nuova Caravella, mi consigliò dicendomi: il tuo ristorante è unico, è magico! Vedrai nel tempo! Mi diede dei consigli e mi raccomandò di inserire altre ceramiche e di recuperare i soffitti».

 

Oggi il locale è un vero e proprio museo; l'ambiente esclusivo, elegante, curato nei minimi particolari, legato alla tradizione ceramica, ospita la collezione di opere dei più grandi maestri della Costa d'Amalfi dal Settecento a oggi, con clienti che prenotano soltanto per visitarlo.

 

Il pavimento rarissimo di marmo rosso Verona, gli intonaci ricci, i soffitti centenari a volte e affrescati; i tessuti che tappezzano il ristorante sono sete di San Leucio di Alois, l'opificio che nel Settecento forniva case reali e anche il Vaticano; le porcellane firmate Richard-Ginori, l'argenteria Sambonet disegnata da Giò Ponti, i cristalli di Murano sono tesori.

 

LA PASSIONE PER LA CERAMICA: L'ART GALLERY

Al ristornate è legata un'elegante esposizione ceramica di pezzi pregiatissimi, realizzati dai migliori artisti viventi della tradizione ceramica vietrese: tra tutti Francesco Raimondi, Filuccio Apicella e i fratelli Liguori. Qui il padrone di casa è il tipico "ciuccio" della tradizione costiera, in numerose varianti, cromatiche e morfologiche, tanto graditi anche a Hillary Clinton. Ne conserva gelosamente due esemplari nella sua casa di Washington.

«La ceramica è una passione contagiosa, nel ristorante le ceramiche ci sono sempre state - racconta Dipino - All'inizio erano limitate a piccoli porta-fiori poggiati sui tavoli. Nel tempo ci siamo accorti che molti clienti erano incuriositi da questi oggetti. Spesso ci chiedevano se fossero in vendita. La curiosità dei clienti ha stimolato una collaborazione sempre più intensa con i Maestri ceramisti della Costiera. Poi la quantità di ceramiche acquistate ha riempito ogni spazio disponibile: aprire una galleria d'arte accanto al ristorante e alla cantina divenne una scelta quasi obbligata. Oggi la collaborazione con i Maestri ceramisti è sempre più stretta è in esclusiva».

 

Le ceramiche esposte nell' Artgallery della Caravella, condotta da Tania Gambardella, moglie di Antonio, costituiscono un brand dalle caratteristiche uniche e sono di riferimento per i tanti laboratori artigianali in Costiera.

 

Da qualche tempo i ciucci di Apicella sono in esposizione nella galleria. Una transumanza delle sue creature in Costiera, che gli ricorda forse quando negli anni Cinquanta l'attraversava in bicicletta fino a Positano per modellare ceramiche per Irene Kowaliska. Qualche indizio induce a ripensare agli asinelli presenti in quel laboratorio, che appaiono troppo "vietresi" per poter essere attribuiti all'artista polacca che si era trasferita da Vietri a Positano.

 

LE CELEBRAZIONI

Per festeggiare al meglio primi sessant'anni di vita, è stato presentato il nuovo menu estivo à la carte e i nuovi menu degustazione che raccontano la Caravella e la Costa d'Amalfi a tavola, accompagnati dalle carte dei vini in edizione limitata.

Entro fine anno sarà dato alle stampe un prezioso volume che ripercorrerà questa storia straordinaria.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Eventi & Spettacoli

Minori rende omaggio all'artigliere Luigi Colasanzio. 22 settembre il rientro dei resti da Bari

Riposeranno nel cimitero di Minori i resti dell'Artigliere Luigi Colasanzio, caduto valorosamente durante la Seconda Guerra Mondiale nella Campagna d'Africa. Morto in Libia il 28 maggio del 1941 nel corso di un combattimento, i suoi resti vennero trasferiti al Sacrario Militare Caduti d'Oltremare di...

Giornate Europee Patrimonio, sabato 25 Villa Rufolo aperta di sera. Concerto di Anna Tifu

La Fondazione Ravello aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), il più partecipato appuntamento culturale europeo, che si terrà sabato 25 e domenica 26 settembre nel nome dei valori della coesione e dell'inclusione sociale. "Patrimonio culturale: Tutti inclusi!" è infatti...

Praiano: 21 settembre ultimo concerto della rassegna "Hotel Margherita in Jazz"

Siamo giunti all'ultimo appuntamento della rassegna musicale Hotel Margherita in Jazz, la rassegna promossa dall'Hotel Margherita di Praiano per celebrare il suo 50° anniversario. Un evento unico che ha coinvolto musicisti riconosciuti nel panorama italiano e internazionale. Martedì 21 settembre alle...

Gli eventi di fine estate del Maiori Festival tra musica, letteratura e benessere

In questo scorcio d'estate continuano gli eventi del Maiori Festival con eventi direttamente legati al territorio e venerdì 17 settembre, dalle 18.00, nei Giardini di Palazzo Mezzacapo, la Scuola di Musica di Maiori, diretta da Candido Del Pizzo, presenterà i corsi di strumento attivi per quest'anno...

Cetara, l'artista Pierpaolo Lista inaugura "Dove fioriscono i limoni”

Sarà l'artista Pierpaolo Lista ad inaugurare il primo appuntamento di "Dove fioriscono i limoni - Un invito al viaggio tra arte e natura", progetto di Nicola Palma e Simona Tafuri a cura di Stefania Zuliani. Sabato 18 settembre alle 18.00 si terrà il vernissage presso gli spazi dell'agriturismo Sopra...