Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: ChiesaIl Beato Gerardo Sasso e San Francesco d'Assisi: in Oriente per la Crociata del dialogo

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Chiesa

Il Beato Gerardo Sasso e San Francesco d'Assisi: in Oriente per la Crociata del dialogo

Inserito da (redazionelda), martedì 18 agosto 2020 07:12:46

di Padre Enzo Fortunato

È il 1099, in piena prima crociata, che dal Paese più antico della costiera amalfitana parte un frate benedettino per recarsi nel cuore del Medio Oriente, Gerusalemme. Tutti pensavamo fosse stato Francesco, nel 1219, il primo a varcare le porte dell'Oriente con il suo viaggio a Damietta per incontrare il Sultano Malik al-Kamil. In realtà è stato il Beato Fra' Gerardo Sasso, oltre cento anni prima, ad approdare in Terra Santa. Qui fondò l'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, l'attuale Ordine dei Cavalieri di Malta, una comunità monastica dedita alla gestione dell'ospedale per l'assistenza dei pellegrini di ogni fede o razza.

 

Il benedettino Gerardo Sasso nasce il 1040 a Scala, nel cuore della Costiera Amalfitana, da lì si reca a Gerusalemme dove inizia ad operare nell'ospedale costruito in precedenza da mercanti di Amalfi per accogliere i pellegrini e curare i malati. Per rafforzare l'istituzione da lui voluta, la trasforma in un ordine religioso dedicato a San Giovanni Battista e il 15 febbraio 1113 Papa Pasquale II la riconosce ufficialmente come comunità monastica degli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme evidenziando l'importanza del servizio offerto ai pellegrini e ai poveri.

Un ospedale che cura le ferite di musulmani, ebrei, cristiani. Un «ospedale interreligioso» che «protegge» i diritti fondamentali di ogni essere umano e che anticipa la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata nel 1948, dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Due «frati» che profeticamente aprono le porte al dialogo e alla prossimità con l'Oriente. Due giganti dell'occidente che lasciano una grande eredità: prendersi cura dell'uomo. Francesco lo fa per entrare in dialogo con lui, Gerardo Sasso per fasciargli le ferite.

Nel giugno 1219 Francesco parte da Ancona verso l'Egitto. La sua idea è di vivere tra i musulmani, prima ancora di evangelizzarli. In un periodo di crociate armate è qualcosa di inaudito.

«Né liti né dispute» chiedeva Francesco, affinché i frati si distinguessero dai crociati in armi; soldati che, pur in difesa dei luoghi santi, potevano compiere azioni terribili. Ma soprattutto: «Siano soggetti a ogni creatura umana». Più che l'imposizione di una religione su un'altra, Francesco chiede una soggezione alla creatura umana in quanto tale. Non la ricerca di uno scontro, ma la costruzione di un terreno comune su cui far nascere un'amicizia. Soltanto in questo caso sarebbe stato eventualmente possibile un discorso non divisivo su Dio. Questi atteggiamenti dettati da Francesco indicano due linee guida del suo pensiero: quella della presenza e quella della testimonianza. Non la strada dell'imposizione ma quella della condivisione. L'Assisiate era uomo di pace: quello che egli sognava l'ha dimostrato con la vita e in tutti i modi, raggiungendo il sultano e annunciandogli la pace. Presenza e testimonianza: queste le limpide linee spirituali e storiche di un gesto che non apre la strada a fraintendimenti.

Nel pieno di una guerra, nello stridore delle armi, accanto alla forza distruttrice che portava alla morte, una forza che si ritraeva presentandosi come debolezza faceva breccia nei cuori della gente riportando una speranza per una vita nuova. La stessa breccia che Francesco è convinto di aprire nel cuore dell'Islam. Il sultano Malik al-Kamil doveva già essere stato informato del carisma di quell'umile frate che veniva a predicare rischiando la vita per il suo Dio. Francesco va a parlare col sultano, nessuno sa in che lingua e che cosa si siano detti. Sarà per sempre un mistero. Ma è certo che parlarono di Dio. Del Dio comune di ebrei, di cristiani e di musulmani. E di quel che Francesco, tornato in Italia, cercò di precisare nella sua Regula a proposito dei frati che vanno tra gli infedeli: non attaccare nessuno, non polemizzare, ma restare umili e riservati testimoniando Gesù Cristo.

Ancora una volta è l'uomo ad essere al centro e con lui la costruzione di un terreno comune e umano su cui far incontrare e dialogare culture e mondi diversi. Ecco perché il 3 settembre a Scala, per celebrare il beato Gerardo Sasso, si vivrà una giornata storica con dirette televisive su Rai 1 e Tv 2000 alla presenza di cariche politiche e religiose nonché 120 delegazione dell'ordine di Malta provenienti da tutto il mondo. Mentre cresce l'attesa per l'emissione dei due francobolli disposta dal ministero dello Sviluppo Economico che potranno essere utilizzati per le spedizioni postali.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 102635102

Chiesa

Ravello si prepara a festeggiare San Pantaleone: dal 17 luglio al 3 agosto un ricco programma di eventi

Oggi, 17 luglio, con il novenario in preparazione, a Ravello inizia il programma dei festeggiamenti in onore di San Pantaleone. Patrono della Città della Musica, Pantaleone nacque nella seconda metà del III secolo a Nicomedia, nell'odierna Turchia. Diventerà successivamente medico e sarà perseguitato...

Maiori si prepara a festeggiare San Giacomo Apostolo

La comunità ecclesiale di Maiori, insieme alla Parrocchia di S. Maria a Mare e all'Arciconfraternita dell'Orazione e Morte in S. Giacomo a Platea, annuncia con gioia i solenni festeggiamenti in onore di San Giacomo Apostolo. Le celebrazioni, che si terranno presso la Chiesa di S. Giacomo a Maiori, culmineranno...

Tramonti, 16 luglio si festeggia la Madonna del Carmine a Campinola

Campinola, frazione di Tramonti, rinnova la sua devozione a Maria Santissima del Carmine, una tradizione antica che è tramandata da molte generazioni e raccoglie sempre molti devoti anche dalle altre comunità parrocchiali tramontane. Difatti, c'è una cappella della famiglia Telese dedicata alla Madonna...

Atrani, auguri a don Christian Ruocco per il suo primo anniversario come parroco del piccolo borgo

Atrani, 15 luglio 2024 - Oggi è un giorno di festa per la comunità di Atrani, che celebra il primo anniversario di don Christian Ruocco come parroco. Con affetto e gratitudine, la redazione de Il Vescovado si unisce alla comunità atranese per fare gli auguri a don Christian, ricordando il suo instancabile...

Tramonti, dal 17 al 20 luglio i festeggiamenti in onore di Sant'Elia Profeta /PROGRAMMA

Si rinnovano anche quest'anno, a Tramonti, i festeggiamenti in onore di Sant'Elia Profeta, Patrono della parrocchia della piccola comunità che porta il suo nome, Paterno Sant'Elia. Sant'Elia è definito "Padre dei Profeti", nonché precursore di San Giovanni Battista. Il suo nome significa "Il Signore...