Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Elena imperatrice

Date rapide

Oggi: 18 agosto

Ieri: 17 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneA Scala "Luci della Costiera": Storytelling, illuminazione artistica, videomappingCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàRavello Festival 2022, è tutto pronto per la settantesima edizioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: AttualitàTurista ad Ischia ucciso in 5 giorni dalla legionella. Ma come si sviluppa e come agisce il batterio?

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLuci della Costiera 2022 a Scala il comune più antico della Costiera AmalfitanaRavello Festival VXX edizione, è tutto pronto per l'edizione 2022 del Festival della città della musicaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Attualità

Ischia, legionella, morte, turista, batterio

Turista ad Ischia ucciso in 5 giorni dalla legionella. Ma come si sviluppa e come agisce il batterio?

L’acqua è l’habitat ideale per lo sviluppo e la proliferazione dei batteri della Legionella, infatti si rileva la presenza in stagni, laghi, fiumi, superfici lacustri e umide in genere. Ma dagli ambienti naturali, la Legionella è in grado di risalire le reti di approvvigionamento e distribuzione dell’acqua

Scritto da (PNo Editorial Board), martedì 26 luglio 2022 10:04:34

Ultimo aggiornamento martedì 26 luglio 2022 10:04:34

Ha contratto la legionellosi, probabilmente mentre si trovava in vacanza ad Ischia, e dopo cinque giorni di ricovero è morto: la vittima è un 65enne cremonese e il batterio gli è stato fatale nonostante le terapie garantite prima all'ospedale di Brescia e poi al Maggiore di Cremona.

Sono in corso gli accertamenti per chiarire l'origine di quanto accaduto: se ne stanno occupando in sinergia l'Ats Val Padana e l'Asl Napoli 2 Nord.

Dopo il triste accaduto, l'ing. Giuseppe Mormile ha redatto per noi un articolo sulla legionella, che vi riportiamo di seguito.

 

In un caldo mese di luglio, nel 1976, circa 4mila veterani reduci dalla guerra del Vietnam si radunarono a Philadelphia con dei loro amici e con le loro famiglie per partecipare alla 58esima convention annuale dell'American Legion, con l'intenzione di ricordare i vecchi periodi trascorsi insieme. Più di 600 legionari soggiornarono al Bellevue-Stratford Hotel, considerata una delle migliori strutture turistico alberghiere della zona.

Il giorno dopo l'inizio della convention, alcuni legionari, 221 per l'esattezza, iniziarono ad ammalarsi gravemente di sintomi simili alla polmonite, per 34 di loro non ci fu nulla da fare.

Gli studi epidemiologici non furono in grado nell'immediato di determinare il motivo dei decessi, tanto che si scatenò un notevole tumulto mediatico indicando come cause le più disperate. Alcuni pensarono che l'epidemia fosse stata causata da un attacco biologico russo, altri che si trattasse di un esperimento della CIA andato male, altri ancora che l'intera vicenda fosse una montatura progettata per favorire il sostegno alle vaccinazioni contro l'influenza suina attuato dall'allora Presidente Ford. Altre idee indicarono un possibile attacco extraterrestre o un avvelenamento causato dalle sostanze più disparate, dal carbonile di nichel ai fumi tossici derivanti da macchine fotocopiatrici.

Nel gennaio del 1977 nell'impianto di condizionamento dell'hotel dove avevano soggiornato i veterani, fu isolato un nuovo batterio che si scoprì essere la causa della tragedia. Il batterio prese quindi il nome e di Legionella.

Oggi si conosce molto bene il batterio della Legionella: le dimensioni, il meccanismo di azione, la patogenicità le abitudini, i punti deboli, ecc...

Nel c.d. Testo Unico della Sicurezza sui luoghi di Lavoro (D.Lgs.81/08) la Legionella viene indicata come agente biologico di "classe 2", ovvero tra quelli che possono comportare un rischio per i lavoratori, ma che hanno poche probabilità di propagarsi nella comunità e per i quali sono di norma disponibili efficaci misure profilattiche e terapeutiche.

L'acqua è l'habitat ideale per lo sviluppo e la proliferazione dei batteri della Legionella, infatti si rileva la presenza in stagni, laghi, fiumi, superfici lacustri e umide in genere. Ma dagli ambienti naturali, la Legionella è in grado di risalire le reti di approvvigionamento e distribuzione dell'acqua, colonizzando gli impianti idrici dei singoli edifici (impianti di umidificazione, piscine, fontane decorative, ecc...).

A favorire la crescita negli ambienti idrici artificiali sono le incrostazioni, i depositi calcarei, l'usura dovuta alla corrosione e le ostruzioni nelle tubazioni idriche. Inoltre le colonie di Legionella proliferano in estese reti di distribuzione idriche con punti di giunzione e rami morti, nonché in presenza di condizioni di ristagno, in serbatoi di accumulo di acqua e boiler.

La Legionella è fortemente influenzata dalla temperatura dell'acqua la cui variazione determina dei veri e propri intervalli nei quali essa riesce a sopravvivere in maniera quiescente oppure è in grado di riprodursi rapidamente. Il suo sviluppo avviene in ambienti caldi, generalmente compresi tra 20 e 45°C (con un intervallo ottimale tra 32 e 42°C) al di sopra dei 60° C avviene la sua morte.

In seguito alla nebulizzazione dell'acqua liquida in micro goccioline (aerosol contenenti il batterio: docce, condizionamento con umidificazione, nebulizzazione, torri evaporative, fontane, ecc.) provocata da fenomeni fisici o meccanici o attraverso la dispersione di polvere umida, la Legionella può essere inalata dall'organismo umano arrivando fino agli alveoli polmonari.

Per quanto detto, quindi, risultano particolarmente a rischio quelle organizzazioni lavorative che sono costituite da edifici dotati di impianti termoidraulici ed aeraulici complessi e di grandi dimensioni. Essi, infatti, hanno buona probabilità di disporre di tubazioni poco utilizzate o in disuso (cosiddetti "rami morti") e di utilizzare attrezzature e processi che comportano la generazione di aerosol d'acqua in maniera diretta ed indiretta.

Per esempio, tra i principali settori a rischio Legionella ci sono le strutture del settore turistico, infatti durante il COVID, l'Istituto Superiore della Sanità ha emanato il "Rapporto ISS COVID-19 • n. 21/2020 - Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico recettive, e altri edifici ad uso civile e industriale non utilizzati durante la pandemia COVID-19".

La normativa vigente prevede l'obbligo, da parte dei datori di lavoro, di effettuare una valutazione di "tutti i rischi" (ivi inclusi quelli biologici, anche la "Legionella") per la salute e per la sicurezza cui sono esposti i lavoratori nell'ambito delle proprie mansioni e presso i luoghi in cui le stesse mansioni vengono svolte.

Il documento dove vengono analizzati i rischi aziendali (c.d. DVR Documento di Valutazione dei rischi) deve far parte di un complesso sistema gestionale che prevede l'attuazione di appropriati interventi per un miglioramento continuo delle condizioni di sicurezza aziendali.

In Italia vige comunque l'obbligo di notificare i casi di legionellosi, secondo le indicazioni del D.M. 15/12/1990 e ss.mm.ii., il quale inserisce tale patologia nella seconda classe tra le "Malattie rilevanti perché ad elevata frequenza e/o passibili di interventi di controllo". Dal 1983 è presente anche un sistema di sorveglianza speciale che raccoglie informazioni dettagliate in un apposto registro c/o l'Istituto Superiore della Sanità.

Dopo la tragedia del 1976 il "Bellevue-Stratford Hotel" fu costretto a chiudere definitivamente.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 106919104

Attualità

Mare, montagna o lago? Le mete per una vacanza estiva coi fiocchi

È stata Federalberghi a certificare la ripresa del turismo balneare. Nonostante diversi italiani siano propensi a concedersi una vacanza a km 0, molti hanno scelto i lidi del Nord e del Centro Italia. Ma anche le destinazioni di montagna, più fresche e contraddistinte da paesaggi incredibili, hanno in...

Funerali Piero Angela, il toccante saluto del figlio Alberto: «Ha lasciato a tutti noi il messaggio che la vita va colmata»

Un saluto sobrio e insieme forte quello di Alberto Angela a suo padre Piero, nella sala della Protomoteca, al Campidoglio di Roma, andato in onda al TG1 stamattina, 16 agosto. Non si contano le persone in fila per rendere un ultimo saluto a Piero Angela, che ha portato la scienza nelle case degli italiani...

Viminale, cresce la violenza contro le donne: in un anno 125 femminicidi

In un anno, tra il primo agosto 2021 e il 31 luglio 2022, sono state uccise in Italia 125 donne, in media più di una ogni tre giorni Lo riporta il dossier annuale del Viminale che evidenzia un aumento rispetto alle 108 dei 12 mesi precedenti. 108 di questi omicidi siano stati compiuti in ambito familiare...

Salerno senza vigili urbani in città di domenica, Rispoli (Csa provinciale): «Tutti impegnati allo stadio Arechi. Si assuma!»

«Domenica scorsa, dalle 15 in poi, Salerno è rimasta senza polizia municipale in città. Le pattuglie sono state tutte concentrate allo stadio. È finita l'emergenza: il concetto è questo. Se dobbiamo penalizzare l'intera città per un evento prevedibile come quello di una gara di serie A non si capisce...

«Non ci sono medici. Basta numero chiuso a Medicina»: l’appello dell’assessore regionale romano D’Amato

«Basta numero chiuso alle facoltà di Medicina: se non si trovano medici significa che il sistema formativo non funziona e mortifica centinaia di giovani che non riescono ad accedere». A dichiararlo è oggi l'assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio D'Amato ma da tempo molti governatori - Toti,...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.