Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 37 minuti fa S. Foca martire

Date rapide

Oggi: 5 marzo

Ieri: 4 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa di Amalfi augura a tutti i nostri lettori Buona Pasqua e ricorda che sono aperte le vendita per i suoi dolci della tradizioneConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Sal De Riso Costa d'Amalfi, il sito ufficiale del Maestro Pasticciere membro e presidente dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani (AMPI) Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniHotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: AttualitàCosta d'Amalfi: si scavano trincee nella terra di nessuno

Casa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Sal De Riso augura a tutti i nostri lettori Buona e Serena Pasqua e ricorda che sono disponibili i dolci della Pasqua in tutte le migliori gastronomie e sullo Shop on line www.salderisoshop.com

Attualità

Flusso di Coscienza, Costiera Amalfitana, Editoriale, Statale Amalfitana, Viabilità

Costa d'Amalfi: si scavano trincee nella terra di nessuno

Vi sono delle circostanze nelle quali bisogna avere pazienza, e questa è una di quelle

Inserito da (LdA Journals), giovedì 14 aprile 2022 19:25:00

di Matteo Merolla, Avvocato

La trincea è un tipo di fortificazione militare difensiva costituita, nella sua forma più semplice, da un fossato lineare scavato nel terreno per ospitare al suo interno le truppe, che in questo modo si trovano protette dal tiro delle armi nemiche.

Fortificazione tipica della guerra d'assedio, in particolare dopo l'introduzione delle armi da fuoco, la trincea divenne un elemento caratteristico dei conflitti dell'inizio del XX secolo: fu in particolare durante la prima guerra mondiale che la guerra di trincea assunse le sue dimensioni più imponenti e caratterizzanti.

La trincea è fondamentalmente un fosso scavato nel terreno per una profondità tale da ospitare un uomo in piedi; il terreno di riporto è generalmente rivolto verso il lato esposto al nemico in modo da aumentare la protezione. Le pareti delle trincee possono essere ricoperte da graticci o tavole di legname in modo da rendere lo scavo più resistente agli smottamenti del terreno dovuti alle piogge; la sommità del bordo della trincea spesso viene rinforzata con sacchi di sabbia.

All'attualità, sciaguratamente, è in corso in Ucraina l'invasione da parte dell'Armata Rossa, ovvero operazioni belliche che, a detta del nostro Governo presieduto da Draghi, non ineriscono affatto all'Italia o, perlomeno, non dovrebbero riguardare il nostro suolo patrio, quantunque sia alquanto eufemistica e bizzarra l'asserzione di non essere convolti in tale conflitto sebbene, poi, stiamo inviando armi all'esercito ucraino ed abbiamo adottato sanzioni di carattere economico-commerciale nei confronti della Madre Russia ma, ovviamente, si sa, queste minuzie non son altro che pinzillacchere, quisquilie, bazzecole patrocinate da menti sfaccendate e, soprattutto, da intellettuali dell'inezia lessicale.

Si dà il caso, sempre all'attualità, che in Costiera Amalfitana, fino a prova contraria amena località turistica e di villeggiatura italiana, la situazione non sia proprio così, anzi risulti ben altra, laddove le ostilità in questione sembrano che siano belle e pronte per deflagrare, infatti, da alcuni mesi lungo le principali arterie viarie della Terra delle Sirene sono in atto misteriose ed inesplicabili attività di scavo, che la diligenza del buon padre di famiglia nostrano non può non ricondurre all'escavazione delle trincee di cui sopra.

Orbene, il nostro lettore non indigeno, insomma non originario dei luoghi o che, per sua buona sorte, non ha giammai provato e sperimentato sulla sua pelle la frequentazione degli stessi, soprattutto alla guida di autoveicoli, deve sapere che la Costiera Amalfitana nella sua longitudine da Salerno a Positano e Sorrento risulta intersecata da un'unica e sola strada rotabile di comunicazione: la famigerata Strada Statale 163 Amalfitana, ovverosia un budello sinuosissimo scavato in epoca borbonica nella roccia della macchia mediterranea, avente a malapena la larghezza per far transitare un autobus di linea a condizione imprescindibile che venga guidato da un valentissimo conducente autoctono e dove, invece, per l'unico e solo tornaconto dei mercanti di Piazza Duomo ad Amalfi, si pretende nientemeno di farne incrociare due di autopullman e peraltro, per non farsi mai mancare niente, condotti da due attempati autisti teutonici o nibelunghi, ahinoi, avvezzi ed adusi a guidare esclusivamente nelle rettilinee e smisurate brughiere e lande nordeuropee e baltiche.

I residui percorsi di accesso alla Divina Costiera sono integrati dalle verticali di Agerola e di Tramonti, quest'ultima solo recentissimamente riattata nell'asfalto, dopo aver versato per decenni in condizioni da Camel Trophy, al punto tale da essere utilizzata quale tracciato test della FCA (Fiat Chrysler Automobiles) per il collaudo delle sue vetture fuoristrada di nuova produzione, laddove, è inutile evidenziare che anche tali transiti montani sono un toboga di curve e semicurve, presentando in alcuni punti una sede viaria talmente circoscritta che risulta disagevole finanche l'incrocio delle autovetture, figurarsi quello dei torpedoni e dei mezzi pesanti.

Mentre, ancora, va rimarcato che il sottosuolo di tali perigliosi tragitti è divenuto, nel corso degli anni, ricettacolo di ogni sorta di conduttura, tubatura, condotto, tubazione, acquedotto e gasdotto che dir si voglia perorare e preconizzare, cosicché con sommo detrimento e disgrazia per la circolazione, sovente, anzi spesso e volentieri, siffatte sedi viarie vengono selvaggiamente oltraggiate e vilipese da scavi, sterri, dissotterri, escavazioni, scassi, ovvero le trincee di cui sopra.

Sempre il nostro ignaro leggitore deve anche sapere che, fin dai tempi più remoti e soprattutto all'epoca della Repubblica Marinara di Amalfi, questo lembo di territorio costiero è stato costantemente preda di invasioni e scorribande mussulmane e saracene, dimodoché negli abitanti, anche grazie ai proficui e redditizi commerci intrattenuti con l'oriente bizantino, si è sviluppato un radicato e fortissimo sentimento dell'ospitalità, dell'accoglienza e della tolleranza, ovvero la disposizione d'animo ad accettare e sopportare con tranquillità, moderazione, rassegnazione, senza reagire violentemente, il dolore, il male, i disagi, le molestie altrui, ovverosia le contrarietà della vita in genere. Tale sentimento di passiva e mistica rassegnazione e remissione raggiunge la sua sublimazione e la sua apoteosi nell'indolenza degli amministratori locali che, difatti, consentono a chicchessia di impunemente approdarvi per commettere ogni sorta di sfregio e vilipendio a tali arterie viarie e, principalmente, di praticarvi d'emblée, dalla sera alla mattina, scavi a cielo aperto di ogni genere senza colpo ferire, o meglio ferendo e ledendo con tali trincee unicamente la libertà costituzionale di movimento e spostamento dei residenti e dei rimunerativi inconsapevoli, sprovveduti ed innocenti turisti e villeggianti, il tutto in una terra che appare di nessuno.

Ma finalmente la misura è colma, al punto tale che, dopo gli ultimi inconcepibili e raccapriccianti episodi innanzi narrati, studiosi e scienziati di Oxford e Cambridge, nonché di prestigiose università americane, hanno intrapreso e avviato intensi e ponderati studi al fine di comprendere e penetrare l'arcano mistero delle trincee amalfitane e, precipuamente, accademici e cattedratici della rinomatissima Columbia University di New York, di concerto con quelli della Federico II di Napoli, stanno alacremente investigando sui seguenti interrogativi:

  • Chi e perché sta effettuando lo scavo di tali trincee? C'entra forse qualcosa la guerra Russo-Ucraina?
  • Tali scavi sono stati ritualmente autorizzati da chi di dovere? Gli Enti pubblici locali sono stati interpellati al riguardo? Nulla hanno quest'ultimi eccepito ed obiettato in correlazione all'incipienza della stagione turistica?
  • Quantunque per due anni ed oltre abbia imperato la pandemia col crollo dell'affluenza turistica, perché tali escavazioni non solo state effettuate durante la pandemia ma vengo, bensì, eseguite solo adesso ed, altresì, a ridosso e nell'imminenza dei considerevolissimi flussi escursionistici pasquali e del ponte della Liberazione del 25 aprile, che inscenano i prodromi della stagione vacanziera estiva?
  • Per quanto ancora perdureranno tali scassi? Per quanto tempo in aggiunta si protrarranno i disagi al traffico veicolare interdipendenti dal dissesto "tipo Beirut" del manto stradale? Quando sarà ripristinato a regola d'arte l'asfalto? Risulta previsto, come nel capitolato degli scavi attualmente eseguendi a Tramonti sulla Chiunzi, il ripristino integrale del cosiddetto tappetino, non relegandolo nocivamente alla sola semicarreggiata scassata?

«Vi sono delle circostanze nelle quali bisogna avere pazienza, e questa è una di quelle: Voi lo capite. Certo sarebbe molto comodo per me dire usando il linguaggio per altri divenuto abituale: "Io me ne frego, io mi chiamo Caviglia" e pestare sodo. Ma ora bisogna avere pazienza. La pazienza è una virtù difficile da acquistarsi; ma noi soldati l'abbiamo imparata sin dall'infanzia per le dure necessità della vita e l'abbiamo esercitata nelle nostre vecchie trincee durante la lunga guerra da noi vinta. Voi sapete che parlo poco, ma che mantengo le promesse: ebbene, metteremo a posto tutto.»*.

Ebbene, fiduciosi aspettiamo che venga messo a posto tutto nella martoriata viabilità della Costiera Amalfitana, non tralasciandosi i volumi di traffico e gli ingorghi, ma questa, come al solito, è un'altra storia, ovvero una tragedia ed una sciagura destinata a rimanere perpetua, ciclica e perenne!

Matteo Merolla**

 

*Enrico Caviglia, generale e politico italiano 1862 - 1945, citato da Giuseppe Fumagalli in "Chi l'ha detto?", Hoepli, 1921, p. 623.

**Imperituro quotidiano viandante sulla rotta inconcludente fra Maiori, Furore ed Agerola, e ritorno.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Costa d'Amalfi: si scavano trincee nella terra di nessuno
Costa d'Amalfi: si scavano trincee nella terra di nessuno

rank: 102471106

Attualità

«La Rai presente nei momenti più importanti della mia vita proprio come una famiglia»: intervista alla giornalista Margherita Basso

Di Emilia Filocamo Questa intervista può essere considerata una sorta di "to be continued", e non a caso. Raggiungo telefonicamente la giornalista Rai Margherita Basso, credo a quasi dieci anni dalla nostra prima intervista: allora inviata di Uno Mattina, oggi, riposta la valigia dopo i numerosi andirivieni...

Caos passaporti in Italia, con il progetto Polis si snellisce procedura: richieste e rinnovi negli Uffici Postali

I ritardi nell'ottenere o rinnovare il passaporto in Italia, con tempi di attesa che, in alcune città, si estendono fino a due anni, stanno sollevando preoccupazioni per gli operatori del settore turistico in vista delle festività pasquali e dei prossimi ponti primaverili. Circa 52.000 prenotazioni di...

Contributo regionale affitti, conclusi i pagamenti: 38mila istanze ammesse

Tra il 26 ed il 28 febbraio scorsi sono stati effettuati tutti i 38.347 pagamenti dei contributi relativi al Bando Affitti 2022, eseguiti mediante bonifico sulle coordinate bancarie comunicate in domanda. Come noto, a partire dall'anno 2021, la Regione Campania - unica in Italia - ha deciso di gestire...

NCC in agitazione, ieri l’incontro a Roma: presente anche una rappresentanza dalla Costa d’Amalfi

Ieri, 29 febbraio, in piazzale di Porta Pia a Roma, davanti al ministero dei Trasporti, si è tenuto un presidio degli NCC contro i decreti di prossima emanazione. Le critiche dei manifestanti si sono rivolte, in particolare, verso il ministro Matteo Salvini, accusato di fare soltanto il gioco dei tassisti....

"Rompiamo il silenzio": a Pontecagnano Faiano la campagna di sensibilizzazione per dire no alla violenza di genere

Il Comune di Pontecagnano Faiano ha avviato, a partire da oggi, la campagna di sensibilizzazione sociale Rompiamo il silenzio. L'iniziativa, promossa dall'Assessorato alle Pari Opportunità nella persona di Roberta D'Amico e dall'Assessorato alle Politiche Sociali guidato da Gerarda Sica, in accordo con...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.