Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 minuti fa S. Marino martire

Date rapide

Oggi: 3 marzo

Ieri: 2 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAntica Pasticceria Pansa ad Amalfi dal 1830, la tradizione a casa vostra con i dolci pasquali di Pansa, oggi anche on line

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieIl vero miracolo del 27 luglio

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Sal De Riso augura a tutti i lettori de Il Vescovado una Buona Pasqua e invita a visitare il suo nuovo portale dedicato ai suoi capolavori di dolcezza: La Colomba pasquale

Storia e Storie

Il vero miracolo del 27 luglio

Scritto da Antonio Schiavo (Redazione), domenica 26 luglio 2020 16:27:05

Ultimo aggiornamento domenica 26 luglio 2020 17:26:53

di Antonio Schiavo

 

È l'ora della prima messa. La chiesa è addobbata a festa: lunghi drappeggi rossi coi bordi d'oro avvolgono la navata centrale, su su fino all'altare maggiore.

Fuori due scoiattoli in pantaloni corti e cinturone si arrampicano su una scala lunga e poi sui rami dei pini perché c'è sempre un maledetto filo di lampadine colorate che va in corto. Sotto lo sguardo severo e vigile di papà "Totonno aparatore" Raffaele e Franchetiello lo stanno sistemando perché stasera per la processione tutto deve funzionare a dovere.

 

Un attimo prima del suono della campanella adiacente alla Sagrestia che annuncia l'inizio della funzione, entra, come tutti gli anni un uomo (mi dicono di Minori) con una fascia nera sulla manica della giacca.

 

A te che hai già indossato tonaca nera e cotta bianca da chierichetto ti viene spontaneo un dubbio: - o è in lutto perpetuo o tutti gli anni, all'inizio dell'estate, gli muore qualcuno - ma Don Ciccio Camera ti induce a muoverti e ti riservi l'approfondimento per dopo la messa.

 

Macché, finita la celebrazione, ogni domanda annega come d'incanto nella crema pasticciera delle paste che il parroco ha fatto arrivare dal bar vicino e, inoltre, devi prepararti per la messa solenne col Vescovo delle dieci e mezza, quella interminabile nella quale sei chiamato al compito di curatore della carbonella del turibolo affidato al chierichetto più anziano e il cui incenso inonderà di lì a poco le navate romaniche della nostra cattedrale.

 

Intanto è arrivata la banda, da ieri a Ravello, Conversano, Squinzano, Gioia del Colle? Comunque pugliese: marcia d'esordio e poi Mosè quando Sua Eccellenza benedicente sale le scale della chiesa accolto dal Mastro della Festa in completo scuro e cravatta in tinta.

La sera poi, processione per le vie del Paese, Qua Qua con la sua isola del tesoro sotto i cipressi di Villa Rufolo anch'essa piena di luci, la bancarella di torrone, " ‘o pere e ‘o musso" sconsigliato agli ipertesi per la quantità industriale di sale, il venditore di palloncini, il cocomero a fette dietro al Torrione.

I fuochi artificiali alla fine della processione, il Musichiere Italiano del premiato concerto bandistico e a mezzanotte, quando mamme scriteriate trattengono i loro pargoletti assonnati e piagnucolosi, quelli finali normalmente più lunghi e più pirotecnici.

Il rito della spesa alle bancarelle di giocattoli è stato compiuto con relativa crisi di identità perché papà pur di non comprarti il fucile o il mitra colorato, ti ha preso una cucina attrezzata di tutto, hai fatto qualche tentativo andato a vuoto di centrare il bersaglio al tiro a segno e, infine, ti sei fatto il segno della Croce al suono della Campana grande che annuncia, ahimè, la conclusione della festa.

Basterà il ricordo quest'anno quando niente (o quasi ) di questo ci sarà?

Si che basterà! Nella cappella della navata sinistra, dietro una grata secolare ci sarà sempre un'ampolla che ci richiama alla vera essenza della Festa di San Pantaleone, quella che conforta i nostri cuori induriti, che sana le ferite di ogni giorno, che aiuta a superare debolezze e crisi, che ci indica una strada e ci offre speranza.

In fondo, insieme al sangue che si liquefa, questo è il miracolo atteso da noi ravellesi.

Da sempre. Poi verrà ancora una volta un giorno, un 27 di luglio che i nostri nipoti torneranno a comprare giocattoli di latta alle bancarelle, bastoncini di zucchero filato, ad incantarsi davanti ad una luminaria o ad una carcassa luminosa, e a perdersi con lo sguardo dietro ad un palloncino colorato che immancabilmente gli sfuggirà di mano.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Don Lorenzo Mansi, cinquant'anni fa moriva il sindaco di Ravello

di Silvano Polvani* Correva l'anno 1971, il 16 di febbraio, quando Lorenzo Mansi si spense nella sua casa di Ravello. Veniva chiamato Don Lorenzo ed ancora oggi è ricordato così: è stato sindaco di Ravello dal 1948 al 1971, commissario prefettizio negli anni 1942/1943. È nella coscienza di tutti il "sindaco...

Amalfi, la facciata del Duomo torna a splendere dopo i restauri: i significati dei mosaici

di Andrea Galileo* Dopo poco più di un anno dall'inizio degli interventi di restauro conservativo, il mosaico della facciata del Duomo di Amalfi è ritornato alla sua bellezza originale. La facciata attuale è stata conclusa agli inizi del XIX secolo per sostituire quella precedente crollata a causa di...

Don Lorenzo Mansi: 50 anni fa moriva il Sindaco di Ravello. Attesa per intitolazione strada

Era il 16 febbraio del 1971 quando Lorenzo Mansi, don Lorenzo, il sindaco di Ravello, morì nella sua abitazione di fronte la chiesa della Madonna dell'Ospedale. "La salute di Don Lorenzo - come è descritto nella cronaca del volume 'Don Lorenzo Sindaco di Ravello' di Silvano Polvani - da tempo dava segnali...

“Chi va ‘a funtana e nun beve, è fesso chi ‘o crede”: la saggezza di un Popolo (48)

di Antonio Schiavo "Se proprio si sente solo, gli forwardiamo tutte le nostre mail". Così, ieri si esprimeva con un inutile inglesismo una conduttrice di Radio due, quando avrebbe più semplicemente e opportunamente usare un italianissimo e sicuramente più appropriato "inviare, inoltrare". Non c'è più...

Elena Milano: una figura di appassionata docente

di Francesco Criscuolo Uno degli effetti più sconvolgenti della pandemia in corso, che, come è ormai risaputo, ha inciso in maniera rilevante sulle consuetudini di vita individuale e collettiva, è la sospensione di radicate usanze sociali e di spontanee manifestazioni di volontà e di sentimenti anche...