Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Pacomio abate

Date rapide

Oggi: 9 maggio

Ieri: 8 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniDall'Italia e dal MondoFallisce l'esplorazione di Fico, sul Conte ter la fumata è nera

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Dall'Italia e dal Mondo

Fallisce l'esplorazione di Fico, sul Conte ter la fumata è nera

Scritto da (redazione), martedì 2 febbraio 2021 21:38:36

Ultimo aggiornamento martedì 2 febbraio 2021 21:38:36

"Allo stato attuale permangono distanze alla luce delle quali non ho registrato la unanime disponibilità di dare vita a una maggioranza". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, al termine del colloquio con il capo dello Stato.

"Ringrazio nuovamente il presidente Mattarella per la fiducia. E' stato un onore poter dare il mio contributo in un momento cosi' delicato della vita del nostro Paese".

"Si conclude oggi il mandato esplorativo che il presidente della Repubblica mi ha affidato. A seguito del giro di consultazioni, a partire dalla forze politiche che sostenevano il precedente governo, ho promosso l'avvio di un confronto su temi e punti programmatici tra le medesime forze politiche. Ho comunicato al presidente Mattarella l'esito del mandato".

Nessun passo avanti per il 'Conte ter'. Nelle ultime ore la trattativa si è arenata, tra veti dei partiti e divergenze sul programma. Renzi con i suoi è sempre più pessimista, secondo quanto spiegano fonti parlamentari di Iv. "Ormai non c'è più niente da fare", il 'refrain' dei big ai quali Renzi ha sottolineato che non c'è discontinuità nei piani di M5s e Pd. Continuano a parlare di ministri ma sulle cose da fare dicono sempre le stesse cose, lo sfogo del senatore di Rignano.

"La barzelletta che non si chiude sul verbale è, appunto, una barzelletta. Qui lo scontro è altissimo sui contenuti: dal Mes alle infrastrutture, dalla giustizia alla Torino-Lione e ovviamente sui nomi. Crimi ha detto che non intendono cedere su nessuno a cominciare da Bonafede e Azzolina. Domenico Arcuri e Mimmo Parisi non si toccano. Possono sostituire la Catalfo solo se non ci va la Bellanova. E per vicepremier al momento è in ballo Fraccaro con Orlando" ha detto Renzi in chat con i parlamentari di Italia Viva.

Persino il semplice verbale sulla fine dei lavori del tavolo sul programma non incassa il via libera dei renziani. Secondo 'boatos' di Montecitorio i dem avrebbero garantito ad Iv due ministeri di peso, con Orlando vicepremier. Ma i pentastellati avrebbero fatto muro su alcuni nomi. E soprattutto sui temi sul tavolo. È vero che c'è impasse sulle questioni discusse ai tavoli della maggioranza, ma M5s rimarca come l'apertura sulla riforma della prescrizione non è da poco. "Iv non vuole l'accordo", tagliano corto nel Movimento 5 stelle e nel Pd.

E ora? Bisognerà vedere cosa l'esploratore Fico dirà al presidente della Repubblica, ma senza Iv non ci sono i numeri per il 'Conte ter'. Un eventuale secondo giro di consultazioni potrebbe esserci anche su un altro schema. Sullo sfondo diversi scenari. Il primo è quello di un governo elettorale (è la massima apertura che il Pd al momento sarebbe disposto a concedere) o di un esecutivo istituzionale.

Ma al Senato sarebbe pronta una pattuglia di quasi 50 esponenti pentastellati a sbarrare la strada a questa ipotesi. "Conte - dice un ministro M5s - si è dimesso per noi, per evitare che Bonafede possa essere sfiduciato. Dobbiamo seguirlo fino alla fine".

I 'contiani', quindi, di fronte ad un 'piano B' affilerebbero le armi, disposti magari soltanto a far partire un governo senza fiducia che poi possa portare il Paese al voto. Ma di fronte al nome di Draghi ed eventualmente un appello alla responsabilità delle alte cariche dello Stato c'è chi sottolinea come non è detto che non possa partire un governo non presieduto da Conte.

Intanto il centrodestra ha ribadito che in un eventuale secondo giro di consultazioni si presenterà compatto. Ovvero che non si andrà in ordine sparso. "Il centrodestra - mette in chiaro Salvini dopo aver sentito gli altri leader - è compatto e ha le idee chiare: non è possibile che la sinistra perda altro tempo, le priorità sono la salute e il lavoro degli italiani, non i litigi per poltrone e ministeri. Noi abbiamo le idee chiare su quello che serve per rilanciare il Paese, da un piano vaccinale serio al taglio delle tasse, dall'apertura immediata di tutti i cantieri fermi all'utilizzo più efficace dei fondi europei, da una profonda riforma della giustizia alla pace fiscale: basta chiacchiere, si è perso già troppo tempo".

Non ci sarà quindi un 'ni', o si appoggerà eventualmente un governo istituzionale o di 'salvezza nazionale' oppure si opterà per la strada del voto, osserva un 'big' dell'alleanza.

 

 

 

I negoziati tra i partiti della maggioranza per dar vita a un nuovo governo sembrano a un punto morto. E sul ruolo dell'ex ministra renziana il dialogo sarebbe azzerato.

 

 

 

Lunedì mattina alle 9,30 tavolo tecnico con i capigruppo sul programma. Il cammino per arrivare al contratto è ancora a rischio di 'tatticismi' e 'trabocchetti'.

 

 

 

Le soluzioni però divergono: Lega e FdI insistono sull'alternativa di centrodestra passando per il voto, mentre FI e i centristi aprono alla possibilità di un esecutivo di 'salvezza nazionale'.

 

 

Domani il via alle consultazioni del capo dello Stato. I partiti dell'attuale maggioranza convinti dell'ipotesi Conte-ter, che però è legato alle scelte di Italia Viva e al possibile raggruppamento dei 'costruttori'.

Fonte: AGI

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Dall'Italia e dal Mondo

Brunetta premier se Draghi diventa Presidente della Repubblica

Renato Brunetta tra meno di un anno potrebbe diventare Presidente del Consiglio, anche se pro-tempore. Può sembrare strano, ma questa eventualità al momento appare assai più probabile di quanto si possa credere. Lo rivela il portale Money in un articolo di Alessandro Cipolla. Il motivo di questa prospettiva...

Oggi la giornata della libertà di stampa, ma l’Italia è ultima in Europa

Al 41esimo posto nella classifica mondiale, ultima in classifica in Europa e con circa venti giornalisti sotto scorta, l'Italia celebra oggi la Giornata internazionale sulla libertà di stampa, istituita nel 1993 dall'assemblea generale delle Nazioni Unite. Secondo l'ultimo rapporto di Reporter senza...

Smart working nella Pubblica amministrazione: cade l’obbligo del 50%. Brunetta: «Ritorno alla normalità»

«Avviamo un percorso di ritorno alla normalità, in piena sicurezza». Così il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta spiega la novità introdotta nel decreto Proroghe, approvato ieri dal Consiglio dei ministri, che cancella il riferimento all'obbligo del 50% di lavoro in smart working...

Governo, accordo sul coprifuoco: sarà rivisto a metà maggio

La maggioranza "impegna il governo a valutare nel mese di maggio, sulla base dell'andamento del quadro epidemiologico oltre che dell'avanzamento della campagna vaccinale, l'aggiornamento delle decisioni prese" con l'ultimo decreto legge Covid sulle aperture, "anche rivedendo i limiti temporali di lavoro...

Draghi in Parlamento: «Al Sud il 40% delle risorse, far ripartire la crescita»

Replica del presidente del Consiglio al dibattito sul Recovery plan. Alle 15 il premier si sposterà in Senato per tenere a Palazzo Madama le sue comunicazioni. Il voto dell'Assemblea sarà in serata. "Indubbiamente i tempi erano ristretti ma la scadenza del 30 aprile non è mediatica, è che se si arriva...