Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa SS. Simone e Giuda

Date rapide

Oggi: 28 ottobre

Ieri: 27 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniAttualitàI numeri incompresi della pandemia e il Natale. Cosa si nasconde dietro le fredde cifre

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Attualità

I numeri incompresi della pandemia e il Natale. Cosa si nasconde dietro le fredde cifre

Antonio Scurati: “Un festa per ricordare i morti e custodire i vivi”

Scritto da (redazione), venerdì 27 novembre 2020 13:47:40

Ultimo aggiornamento venerdì 27 novembre 2020 13:47:40

di Francesco Romanelli*

I numeri di questa pandemia hanno di gran lunga scombussolato il mondo intero. E' una sorta di bollettino di guerra quello che quotidianamente ascoltiamo alla radio, alla tv, o leggiamo sui giornali. Morti, infettati, ricoverati nelle terapie intensive e chi ha più ne metta. Numeri che rischiano di far saltare le economie del mondo intero già fragili prima di questa catastrofe. Le cifre che ci propinano quasi tutti i mezzi di informazione ci appaiono "freddi" a prima vista, ma se riflettiamo, in realtà non lo sono. Questi comunicati "bellici" meritano una riflessione. Devono essere letti ed analizzati con il cuore e poi con la mente. La marea di numeri non deve servire solo per ricavare statistiche, certamente importanti per verificare i dati pandemici, ma bisogna, anche e, soprattutto, soffermarsi sulla loro essenza, sul significato reale e riflettere su che cosa c'è dietro questi numeri ai quali ci stiamo, sfortunatamente "abituando".

Se questa marea di numeri viene guardata asetticamente senza analizzarla più a fondo si rischia di sbagliare, eccome. La lettura potrebbe rappresentare solo una insana abitudine che rischierebbe persino di far saltare il principio del rispetto della persona. Dietro i numeri dei "bollettini di guerra" serali, infatti, ci sono uomini, donne, bambini, in definitiva storie non solo familiari che meritano un grande rispetto, ce ne dobbiamo rendere conto: non sono solo cifre stampate su un foglio di carta e basta. "Oggi i morti e gli infettati sono meno o più di ieri?"

Che senso ha questo interrogativo? Chissà! Dietro quei morti, quegli infettati ed anche dei guariti ci sono tante storie che noi non conosciamo e non ci tocca nemmeno sapere ma una cosa è certa: debbono essere rispettate. Il più delle volte sono vite stroncate o compromesse troppo presto, sono uomini e donne che magari avevano progettato un futuro pieno di speranza ma che un tragico destino non ha permesso di far concretizzare i loro sogni. Non sarebbe il caso almeno di fermarsi e meditare, immaginare almeno cosa c'è dietro quelle fredde cifre e, magari, pentirci di molti nostri comportamenti. Appena letto i dati serali di questa maledetta pandemia spesso vagheggiamo: "oggi è andata così, speriamo che domani almeno i numeri degli infettati e dei morti decresca". E, magari questo refrain, si perpetrerà per tanti, troppi giorni ancora. Emblematica a tal proposito la riflessione del filosofo francese Emil Cioran: "non sono i mali violenti che ci segnano, ma i mali sordi, insistenti, tollerabili, che fanno parte del nostro tran tran quotidiano e ci minano con la stessa coscienziosità con cui ci mina il tempo".

Il prezzo della routine che non ci fa pensare, spesso, può essere molto alto. Com'è toccante e profonda l'affermazione dello scrittore Antonio Scurati, cittadino onorario di Ravello, in merito ad alcune riaperture per il prossimo Natale: "i morti di oggi ci invitano alla cautela, io penso che facciano molto di più, ci impongono un obbligo morale, anzi urlano un obbligo morale a cui noi non possiamo sottrarci". Ci si preoccupa solo di come trascorreremo le festività natalizie...non potremo fare i cenoni, le feste, le abbuffate, le giocate a poker. " Il Natale che ci attende - ha sottolineato Antonio Scurati a Otto e Mezzo - dovrà essere una festa religiosa nel senso etimologico del termine cioè tenere insieme una comunità nazionale. Un festa per ricordare i morti e custodire i vivi".

*vicepresidente Associazione Giornalisti Cava de' Tirreni-Costa d'Amalfi "Lucio Barone"

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Gli edifici storici e l'efficienza energetica: pregiudizi e nuove visioni

Nell'ambito del "Green Deal", l'Unione Europea sta cercando da tempo di migliorare l'efficienza energetica degli edifici in Europa attraverso diverse azioni. Nella primavera del 2021, ad esempio, è stato avviato il "Nuovo Bauhaus europeo", che invita i cittadini dell'UE a sviluppare "forme di convivenza...

Al Liceo di Amalfi arriva la 'Tampon box'. L'idea delle studentesse accolta con entusiasmo

Anche il liceo "Marini-Gioia" di Amalfi ha adottato la "Tampon box", il distributore di assorbenti autogestito installato nei due bagni femminili. L'idea che si basa sul "Prendine uno se ne hai bisogno, lasciane uno se puoi" è stata lanciata dalle studentesse del liceo candidate al rinnovo della rappresentanza...

“Io non rischio”, 24 ottobre la campagna di Protezione Civile online de “I Colibrì”

Anche quest'anno, la Pubblica Assistenza "I Colibrì" Costa d'Amalfi parteciperà alla campagna nazionale "Io Non Rischio". L'appuntamento è per domenica 24 ottobre, a partire dalle 9.00, sulla pagina Facebook "Io Non Rischio Tramonti". La campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione...

Angelo Amato confermato presidente del Consorzio di Tutela Limone Costa d'Amalfi IGP

Angelo Amato confermato alla guida del Consorzio del Consorzio di Tutela Limone Costa d'Amalfi IGP. Ieri sera, al Palazzo Mezzacapo di Maiori, l'assemblea ordinaria dei soci (271 tra produttori, trasformatori e confezionatori) chiamata al rinnovo delle cariche statutarie, ha rieletto Amato all'unanimità....

Atrani, tuffo negli anni '50 per le riprese di Ripley [FOTO]

di Emiliano Amato Ciak! Si gira! Il caratteristico borgo di Atrani, in Costiera Amalfitana, torna indietro nel tempo. Esattamente agli anni Cinquanta, in cui è ambientata la storia al centro della serie televisiva americana Ripley. Dagli inizi di ottobre le attività turistiche, principalmente bar, ristoranti...