Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Salute e Benessere"Pazienti oncologici nelle aree interne: bisogni ed ipotesi di nuova organizzazione sanitaria". Ecco le riflessioni dal convegno di Maiori

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Salute e Benessere

Maiori, costiera amalfitana, oncologia, tumori

"Pazienti oncologici nelle aree interne: bisogni ed ipotesi di nuova organizzazione sanitaria". Ecco le riflessioni dal convegno di Maiori

"Sul territorio nazionale ci sono circa 15 milioni di persone che vivono in zone disagiate, una grossa percentuale appartiene ai nostri territori che sono molto estesi e poco collegati tra di loro. Quindi i collegamenti settimanali dei Gruppi Oncologici Multidisciplinari hanno evidenziato queste carenze delle strutture periferiche"

Inserito da (PNo Editorial Board), lunedì 25 settembre 2023 17:02:11

Ci sono realtà come la provincia di Salerno, fra le più estese in Italia, dove esistono obiettivi e difficoltà nel garantire cure adeguate sull'intero territorio. Un problema che, soprattutto, per i pazienti oncologici che hanno bisogno di lunghe e complesse cure, ha la necessità di essere affrontato individuando nuove forme di organizzazione sanitaria. È la Lega Italiana Lotta Contro i Tumori sezione di Salerno, con il presidente Giuseppe Pistolese ad avere posto il problema nel tentativo di trovare soluzioni, nel corso di un evento tenutosi a Maiori, in Costiera Amalfitana, venerdì scorso, sul tema "Pazienti oncologici nelle aree interne: bisogni ed ipotesi di nuova organizzazione sanitaria".

«Il ruolo della Lilt - spiega la Dott.ssa Clementina Savastano, Responsabile USD Oncologia Azienda Ospedaliera Universitaria Salerno - è proprio quello di occuparsi non solo della ricerca, ma anche dell'assistenza del paziente. Ora noi abbiamo evidenziato, dopo la partenza della Rete Oncologica Campana, che ha messo in collegamento gli ospedali con le strutture periferiche sia dell'Asl che private accreditate, delle criticità di cui non eravamo pienamente consapevoli neanche noi. Sul territorio nazionale ci sono circa 15 milioni di persone che vivono in zone disagiate, una grossa percentuale appartiene ai nostri territori che sono molto estesi e poco collegati tra di loro. Quindi i collegamenti settimanali dei Gruppi Oncologici Multidisciplinari hanno evidenziato queste carenze delle strutture periferiche. Carenze che riscontrano anche nel semplice collegarsi a questi incontri. E sembra banale, ma purtroppo quando una rete telefonica e la rete internet non funziona come dovrebbe si hanno grandi difficoltà non solo per il confronto, ma anche per la trasmissione degli esami e per garantire le cure adeguate ai pazienti. E poi ci sono le carenze strutturali, ci sono ospedali periferici che hanno carenze di personale che sono molto gravi e che non mettono i medici nelle condizioni neanche di confrontarsi online con i propri colleghi. Servono delle soluzioni per far sì che chi viva nelle zone periferiche possa essere curato come deve».

 

«Nell'osservatorio che presiedo - ha detto il Prof. Enrico Coscioni, Presidente Agenas - c'è il monitoraggio delle rete oncologiche regionali e siamo già al quinto anno d'indagine nel quale andiamo a verificare le criticità e le capacità delle varie regioni di prendere in carico questi pazienti. L'assistenza della riforma territoriale, prevede proprio questo di colmare quella carenza, che abbiamo avuto negli ultimi anni sul territorio principalmente per i pazienti oncologici che fortunatamente sono di lunga sopravvivenza. E l'impatto della telemedicina può favorire con il monitoraggio, la televisita, il teleconsulto, la capacità di seguire passo passo i pazienti oncologici e coprire quell'integrazione ospedale territorio che non è avvenuta fino ad ora».

 

Parla dello sforzo non da poco per l'organizzazione della Rete oncologica regionale il Dott. Antonio Postiglione, Direttore Generale Tutela Salute Regione Campania, che ha visto il coinvolgimento di una serie di professionisti. «Abbiamo creato gruppi oncologici multidisciplinari, abbiamo ideato con i Pac la presa in carico dei pazienti oncologici a livello totale, per cui stiamo tentando di dare meno disagi possibili ai pazienti che invece si devono sentire accolti e non passare da un centro all'altro per fare esami. Ecco perché è importante centralizzare i servizi. È chiaro che le difficoltà geografiche che riscontriamo nella provincia di Salerno, le teniamo presenti da tempo. È una provincia molto vasta, con una densità abitativa con numeri poco rilevanti, che ci mette in difficoltà, se vogliamo dire così, nel trovare delle soluzioni moderne, che possono essere appunto la telemedicina che ci permetterà di arrivare sempre più vicino al letto del paziente».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Pazienti oncologici nelle aree interne: bisogni ed ipotesi di nuova organizzazione sanitaria Pazienti oncologici nelle aree interne: bisogni ed ipotesi di nuova organizzazione sanitaria

rank: 108726107

Salute e Benessere

Ospedale di Salerno, Polichetti denuncia «anomalie sulle cartelle cliniche nel reparto di Ginecologia e Ostetricia»

Mario Polichetti, in qualità di primario del reparto di Gravidanze a Rischio del "Ruggi d'Aragona" di Salerno e coordinatore provinciale del comparto materno-infantile della Uil Fpl Salerno, ritiene "doveroso e urgente fare chiarezza su quanto emerso dalle recenti indagini che vedono coinvolto il dottore...

Intervento chirurgico all'avanguardia al “Ruggi” di Salerno per un paziente con neoplasia esofagea

Grazie a una collaborazione innovativa e interdisciplinare con strutture di eccellenza, nell'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno un paziente con neoplasia esofagea ha recentemente beneficiato di un intervento chirurgico all'avanguardia. Il paziente, inizialmente seguito dal reparto...

Medicina preventiva: a Minori torna l'ambulatorio chirurgico gratuito a cura del Prof. Calise

Torna a Minori l'ambulatorio chirurgico gratuito di medicina preventiva. Grazie alla collaborazione del Prof. Fulvio Calise, che da anni collabora volontariamente con le istituzioni sanitarie nella diagnosi e nell'indirizzo terapeutico di tantissimi pazienti della costiera, il Comune di Minori ha messo...

Mobilità interna all’ospedale “Ruggi” di Salerno: manifestazione d'interesse per il personale infermieristico

L'Ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno ha avviato un'iniziativa per la mobilità interna del personale infermieristico. La Direzione del Servizio di Professioni Sanitarie (S.P.S.) ha annunciato l'apertura di una manifestazione d'interesse per la copertura di otto posti all'interno...

Carenza di operatori socio sanitari al reparto di Medicina dell'ospedale di Nocera Inferiore: scatta la denuncia della Fials

La Fials Salerno esprime «seria preoccupazione riguardo alla grave carenza di operatori socio sanitari presso il reparto di Medicina dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Attualmente, il reparto dispone di 22 posti letto, ma la dotazione organica degli operatori socio sanitari è stata drasticamente...