Ultimo aggiornamento 49 minuti fa S. Enrico imperatore 'Il pio'

Date rapide

Oggi: 13 luglio

Ieri: 12 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Economia e TurismoTurismo Religioso in Costa d’Amalfi: le Chiese di Valle dei Mulini

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Economia e Turismo

Turismo Religioso in Costa d’Amalfi: le Chiese di Valle dei Mulini

Inserito da (ilvescovado), martedì 18 aprile 2017 12:06:05

Di Giuseppe Liuccio

La copertura del fiume ideata e voluta da Marino Del Giudice si fermò alla porta dell'Ospedale al Largo Spirito Santo. E dovette essere bella e ricca di fascino la cartolina colorata della case sospese per miracolo, ma nel vero del costrutto, sull'Arco della Faenza, sotto il quale scorreva cantilenante l'acqua del Canneto portando a valle, nel cuore della città, un nastro azzurro di storia e storie svenate sui monti di Scala, sul Piano della Madonna o alla Sorgente del Ceraso, per caracollare nell'argento della cascata delle ferriere ed acquietarsi poi nell'alveo a miscelarsi con gli altri rivoli a scivolo da Pontone da un lato e Pogerola dall'altro. Oggi anche quel tratto di fiume è coperto, dal 1939, e la strada, carrabile, porta il nome Del Giudice, appunto.

La Valle è sempre bella nella festa di fiori e colori cangianti con l'alternarsi delle stagioni ed offre visioni da visibilio di piacere con la scoperta della ricca e varia flora e fauna. Ci sono stato spesso e ci torno ancora per un bagno di emozioni intense e forti in un'oasi naturalistica da paradiso terrestre ritrovato, in cui si entra subito in osmosi con gli elementi primigeni della vita. Ma qui, ad aver occhi ed orecchi attenti alle testimonianze fisiche, alle voci e agli echi del passato, si riscopre una pagina straordinariamente bella e coinvolgente della storia di Amalfi e della sua proto industria, che narra e fa rivivere negli scheletri dei manufatti e nel gioco - dolcemente serpeggiante o a fragore d'uragano - delle acque di molini i pastifici, le cartiere, la "saponera", il confettificio e le ferriere. E la città acquista un volto nuovo, quello dell'intraprendenza industriale imposta dalla necessaria riconversione delle attività, all'indomani della scomparsa o quasi della potenza sul mare per traffici e commerci.

E mi piace immaginare, guardando su in alto verso il Castello oggi dirupato, ma ai tuoi tempi di sicuro bello nella sua imponenza, a volo dal dirupo di Pogerola, la popolosa frazione dove veniva lavorato il ferro prodotto nella valle per farne "le centrelle" (i chiodi delle scarpe). Forse saranno pochissimi i giovani a conservare questa memoria storica! Segno dei tempi. Ci sono stato a più riprese nel corso degli anni ed è stato sempre un bagno di emozioni tra l'intricato reticolo di viottoli e scale a conquista di case sparse tra "chiazze" di limoni che espongono ciondoli di sole nel verde del fogliame o minuscole contrade con testimonianze di qualche palazzo prestigioso (Che bella la Torre Sacco che ride di sole!) o luoghi di culto, che hanno registrato gioie e dolori di generazioni di contadini (forse è bene ricordare ogni tanto che è esistita ed esiste ancora un'Amalfi contadina che con lavoro paziente e sapiente pota e sarchia, canalizza le acque e rinforza macere assicurando bellezza ed armonia di vegetazione, protezione contro la furia di disastri ambientali, succosità di frutti pastosi e garantisce la conservazione di paesaggi d'incanto che fanno la fortuna del turismo).

Ricca di storia e di memorie la bella Chiesa della Madonna del Rosario! Preziosa la testimonianza di quel che resta della Cappella di San Basilio. Semplicemente straordinaria la monumentalità dello "spandituro" della cartiera Lucibello, a cavallo del fiume, sopraelevata nel verde della vegetazione e che accendeva passione a don Nicola, come a don Luigi Amatruda, quando mi parlavano di una Valle dove le ciminiere cantavano l'inno del lavoro e della produzione di una città operosa. Oggi c'è il rischio concreto che tutto l'enorme patrimonio immobiliare della protoindustria vada definitivamente in malora cancellando anche la memoria di quel che resta di una stagione storica prestigiosa. Per fortuna don Nicola fece in tempo a creare il "Museo della Carta", che porta meritatamente il tuo nome ed è nato con l'intento di motore di ricerca storica e valorizzazione di memorie antiche. Nei pressi c'è anche il "Museo della civiltà contadina". Ma nè l'uno nè l'altro sono valorizzati al massimo delle rispettive potenzialità. Non riesco ancora a capire come e perché non decolli a pieno regime il progetto della "rete museale" che, con un biglietto unico, invoglierebbe a visitarli tutti, con comodità per i turisti, ritorno di immagine per la città e incassi maggiori da utilizzare per poter qualificare ed arricchire l'offerta di cultura.

Noto però, che si sta facendo strada una consapevolezza nuova tra alcuni giovani volenterosi e spero tanto che il gruppo dei giovani generosi diventi fiumana di popolo e metta in cantiere iniziative valide all'insegna della qualità della cultura non come fatti episodici, ma con costanza e continuità. Io mi permetto di suggerirne qualcuna a costo zero, o quasi:

1) Mostra fotografica dei manufatti della proto industria della Valle con testimonianze di poeti, scrittori, giornalisti, pittori, viaggiatori famosi che l'hanno visitata nel corso dei secoli. Sarebbe una bella occasione per rivivere pagine storiche sull'amarcord del "Come eravamo", con conferenze e dibattiti durante il periodo della mostra;

2) Ipotizzare e promuovere "Gemellaggi tra città della carta". Le prime che mi vengono in mente sono Fabriano in Italia e Basilea in Europa, che, sono convinto, sarebbero felici di intrecciare una rete di collaborazione con Amalfi. Le relazioni delle sorelle Amatruda potrebbero essere utilissime in proposito;

3) Lanciare l'idea di un "Parco di archeologia industriale" in grado di accendere i riflettori dell'interesse su un patrimonio di straordinario valore culturale sistemato, tra l'altro, all'interno di un'area protetta di grande pregio ambientale in un territorio Patrimonio dell'Unesco.

Ma ritorniamo al nostro tema del Turismo Religioso segnalando a quanti dovessero passare la Pasqua ad Amalfi anche la bella chiesa di Sant'Antonio, annessa all'Hotel Luna, testimone di belle pagine di storia e ricca di opere d'arte, come anche quella bellissima e notissima di San Benedetto, che costituiranno l'oggetto delle mie riflessioni della prossima settimana.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 106522104

Economia e Turismo

Positano, il segreto del successo della città verticale svelato da Vito Cinque

Questa mattina, le telecamere del TG5 si sono accese su uno degli angoli più suggestivi della Costiera Amalfitana: Positano. I giornalisti di Canale 5 sono giunti nella perla glamour della Divina per documentare la bellezza che ogni anno attira migliaia di turisti da tutto il mondo. In ogni scorcio di...

Al via sabato 6 luglio i saldi estivi, Confesercenti Campania: «Spesa pro capite di 107 euro, giro d’affari di 400 milioni grazie anche ai turisti»

Partono sabato 6 luglio i saldi estivi in Campania. Secondo le stime del Centro Studi di Confesercenti Campania poco più del 50% dei consumatori campani ha intenzione di spendere in questi due mesi di sconti. Ovvero 2.9 milioni di cittadini sui 5.5 della nostra regione. Le aspettative di spesa, seppur...

Il Santuario di Santa Maria del Bando ad Atrani vince il Travellers' Choice Awards 2024

Il Santuario di Santa Maria del Bando ad Atrani ha conquistato, per il terzo anno consecutivo, il prestigioso premio Travellers' Choice Awards assegnato da Tripadvisor. Questo riconoscimento rappresenta un traguardo significativo, frutto dei sacrifici e dell'impegno costante di tutti i collaboratori...

All'Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel una stagione estiva all’insegna della bellezza, del benessere e del buon cibo

È appena iniziata la seconda stagione estiva di Anantara Convento di Amalfi Grand Hotel, iconico edificio situato in una location d'eccezione, un convento dei Cappuccini risalente al XIII secolo a picco sulla scogliera Amalfitana, che a un anno dall'apertura - con la nuova direzione della General Manager...

Turismo: il Comune di Camerota aderisce a Cilento Autentico DMO

Il Comune di Camerota, attraverso una propria delibera di Giunta, ha ufficialmente aderito a Cilento Autentico DMO (Destination Management Organization), unendosi agli altri Comuni già parte di questa iniziativa dedicata alla promozione del territorio cilentano. Questa nuova adesione rappresenta un'importante...