Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Pietro Eymard sac.

Date rapide

Oggi: 26 febbraio

Ieri: 25 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Connectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Sal De Riso Costa d'Amalfi, il sito ufficiale del Maestro Pasticciere membro e presidente dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani (AMPI) Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniHotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: AttualitàMons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

Casa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Attualità

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

Inserito da (redazionelda), giovedì 22 luglio 2021 08:28:08

di Francesco Criscuolo

 

Oggi, 22 luglio 2021, Mons. Giuseppe Imperato, esponente di punta del clero della diocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, compie 90 anni.

È un giorno che va annoverato, secondo il costume degli antichi romani, tra i "dies fasti" e che assume una connotazione di grossa rilevanza non solo per Ravello, di cui egli è uno dei figli migliori, ma anche per l'intero territorio diocesano.

L'evento, di per sè carico di esultanza, non deve fornire l'occasione per una facile melassa celebrativa, perché, al di là del felice traguardo anagrafico, non può non dar luogo ad una riflessione a tutto campo sulla figura di un uomo e di un prete, che ha il merito indiscusso di rappresentare un paradigma di spiritualità e un modello di riferimento nella comunità ecclesiale e civile. La ricca e complessa gamma di attività pastorali da lui svolte trova una sintesi nella parafrasi affermativa dell'espressione dell'autore del Cantico dei cantici: "Posuerunt me custodem et custodivi vineam meam" (cfr ctc 1,6).

Veramente è stato il custode di una vigna, di cui ha curato i molteplici elementi di germoglio e di crescita, a partire dalla direzione del seminario arcivescovile di Amalfi negli anni ‘60 del secolo scorso, fino ai lunghi periodi dell'esercizio del ministero quale parroco di Scala prima e di Ravello poi, nonché di docente di IRC presso il Liceo classico di Amalfi. In questo stesso arco temporale, si è adoperato fino alla spasimo per diffondere e far penetrare "ab imis" lo spirito e la dirompente carica innovativa del Concilio sia nel presbiterio che nel popolo di Dio.

Promotore e organizzatore di non pochi convegni su tematiche di storia sacra locale e su argomenti di ampia valenza storico - letteraria e filosofica, con risonanza anche al di fuori della Costa d'Amalfi, ne è stato più volte relatore con l'indubbia competenza dell'uomo di cultura e con l'apporto di proprie pubblicazioni, di cui la più recente è quella dal titolo "Don Giuseppe Pansa e Sant'Alfonso Maria de' Liguori".

Sul piano più specificamente ecclesiale, si devono a lui la preparazione degli "instrumenta laboris" per la partecipazione, quale delegato della Chiesa di Amalfi - Cava, al convegno nazionale di Loreto del 1985, le iniziative di attuazione del convegno diocesano di Maiori del 1986, l'indagine socio - religiosa sul clero amalfitano del 1992, la riformulazione aggiornata e la revisione degli statuti dell'Azione cattolica, delle confraternite e di gruppi e associazioni consimili, cui ha posto mano giovandosi della collaborazione del sac. Prof. Vincenzo Taiani e, molto più modestamente, di questo pover'uomo che scrive.

In un'opera cosi poliedrica e infaticabile è, comunque, possibile intravedere non un vano affaccendarsi su una ribalta per scalare gli effimeri gradini di un presunto "cursus honorum", ma l'umile manifestazione dell'habitus, che gli è più congeniale, quello della contemplazione, l'evangelico "porro unum necessarium" (Lc 10, 42).

Don Peppino è, anzitutto e soprattutto, un sacerdote, un uomo afferrato da Cristo, attratto dal Mistero, innamorato di Dio, affascinato dalle parole, dagli insegnamenti, dallo sguardo, dalla morte e risurrezione del Nazareno.

Nel suo lungo spazio di azione ha fatto concretamente sentire che amare è l'unica realtà che dà valore e sapore al vivere e al morire. Come ministro al servizio della Chiesa e dell'umanità, come portatore del dono di sollevare i deboli e gli indifesi, come dispensatore del perdono a chi sa di aver peccato o sbagliato finanche nelle forme più gravi, come consolatore, in nome dell'Uomo della croce e del sacrificio eucaristico offerto quotidianamente sull'altare, per gli afflitti e per chiunque sia ferito dalle tante angosce e difficoltà di tipo personale, familiare, sociale, non è rimasto indifferente o estraneo a nulla di ciò che è umano e tutto ciò che riguarda il fratello è stato oggetto del suo interesse e della sua attenzione. Ha intimamente avvertito l'appartenenza di ognuno a lui e la sua appartenenza a ognuno, perché il sacerdote di Cristo non si appartiene e tutti hanno il diritto di abbeverarsi alla sua fonte.

Ben a ragione Georges Bernanos ha scritto nel "Diario di un curato di campagna": "L'inferno è non amare più". Mons. Imperato non è rimasto ad aspettare, anzi è corso verso chi arranca, incespica, cade, si perde, rimanendo travolto e sopraffatto dalle spire dell'ingiustizia, della prevaricazione, dell'esclusione, della povertà non solo materiale. Ha insegnato così, nei fatti, che solo chi contempla la pienezza dell'Amore non si ferma, non si dà tregua né si volta indietro. Una forza irresistibile, che si identifica anche con la croce, lo attrae. Grazie a questa forza, si è sentito unito a tutti nella gioia, e ancor più, nel dolore, come ha dimostrato tangibilmente lunedì 19 luglio u.s. con un ponderoso e alato discorso, dal respiro pascaliano, pronunciato nel Duomo di Ravello, quasi a mo' di una lezione di teologia fondamentale in sedicesimo, in memoria di un benemerito concittadino qual è stato il maestro Lorenzo Imperato.

É ben percepibile una gratitudine corale, che si eleva spontanea in questa più che fausta circostanza e che sfocia nell'augurio di un ancor lungo vitae tempus per proseguire, a beneficio di tanti, la traiettoria di un itinerario "al divino dall'umano, / all'etterno dal tempo" (Par XXXI, 37-38), che è il proprium della missione sacerdotale.

Possa egli, per ancor molti anni, con l'intuitio cordis e l'intelligenza delle cose che lo hanno sempre contraddistinto, inabissarsi in Dio per meglio continuare a servire l'uomo!

*già dirigente scolastico del Liceo "Ercolano Marini" di Amalfi

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

rank: 1077112108

Attualità

PNRR, Tar Campania: «Regione soffre per l’attuazione perché ci sono molti progetti incompleti, soprattutto nei piccoli Comuni»

«La Regione Campania oggi soffre molto soprattutto per l'attuazione del Pnrr, perché ci sono molti progetti incompleti, con aumenti dei costi, che se non vengono rifinanziati rimangono cattedrali nel deserto, il che è veramente una grave perdita per tutta la collettività, ma non credo che sia la Regione...

Palumbo (Cisal): «Agroindustria e territorio binomio inscindibile. Politica immobile»

«L'Agroindustria e la provincia di Caserta rappresentano un binomio inscindibile, una vocazione territoriale che non si ferma alle sole produzioni agricole ed ai soli numeri macroeconomici». È quanto ha dichiarato questa mattina il Segretario Generale della Cisal Caserta Ferdinando Palumbo a margine...

Invecchiamento della popolazione, Ciccone (UILP): «Vanno ripensati servizi sanitari, assistenza e previdenza»

«L'invecchiamento della popolazione italiana negli ultimi anni è stato particolarmente rapido e questo deve indurre ad alcune considerazioni che portano alla necessità di prendere misure non più rimandabili».Biagio Ciccione, segretario generale della Uil Pensionati Campania, basa la sua riflessione su...

Napoli, 24 febbraio sindacati e associazioni in piazza per la pace in Ucraina e Palestina

La Cgil Napoli e Campania ha organizzato per sabato 24 febbraio un Presidio per la pace in Ucraina e Palestina. L'appuntamento è per le 10,30 in Largo Enrico Berlinguer, a Napoli, dove singoli cittadini, movimenti, reti, associazioni, sindacati, parrocchie e comitati locali, diranno insieme NO a tutte...

Il buco dell'ozono si sta chiudendo definitivamente: una buona notizia per il nostro pianeta

Una delle più grandi minacce ambientali del secolo scorso sembra finalmente essere sulla via della guarigione. Il buco nell'ozono, una significativa riduzione dello spessore dello strato di ozono nell'atmosfera terrestre, rischia di scomparire completamente entro il 2066, secondo quanto rivelato da un'analisi...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.