Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 38 minuti fa Assunzione di Maria vergine

Date rapide

Oggi: 15 agosto

Ieri: 14 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneA Scala "Luci della Costiera": Storytelling, illuminazione artistica, videomappingCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàRavello Festival 2022, è tutto pronto per la settantesima edizioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: AttualitàAmalfi, quel fiorente laboratorio di arti e mestieri voluto da Mons. Ercolano Marini

Luci della Costiera 2022 a Scala il comune più antico della Costiera AmalfitanaRavello Festival VXX edizione, è tutto pronto per l'edizione 2022 del Festival della città della musicaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni

Attualità

L'officina

Amalfi, quel fiorente laboratorio di arti e mestieri voluto da Mons. Ercolano Marini

I locali che oggi ospitano la caserma della Guardia di Finanza fu un orfanotrofio maschile. Da lì uscirono provetti falegnami e fabbri, che con i loro lavori, esposti anche "nelle Mostre di carattere provinciale, regionale o nazionale"

Scritto da (redazionelda), venerdì 30 luglio 2021 11:02:07

Ultimo aggiornamento venerdì 30 luglio 2021 18:16:56

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera trasmessaci da Don Luigi Colavolpe, economo della Diocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni che ricorda l'opera della chiesa amalfitana, in specie quella di Monsignor Ercolano Marini, negli anni Trenta, per la realizzazione degli ambienti destinati alle attività sociali, "un fiorente laboratorio di arti e mestieri", orfanotrofio maschile, che oggi ospitano la nuova caserma della Guardia di Finanza di Amalfi. Affinchè la storia non venga dimenticata. Segue testo integrale a firma di Don Luigi.

 

Carissimo Direttore,

In margine all'Inaugurazione della nuova sede della Tenenza delle Guardia di Finanza ti chiedo gentilmente di ospitare una mia doverosa precisazione, perché non si dimentichi il passato.

Premetto che come italiano non posso non essere orgoglioso nel costatare come un Corpo della Stato onori un suo figlio. Questo è bello ed altamente educativo. Come amalfitano non posso non essere contento nel vedere che con questa scelta è stata premiata la centralità di Amalfi nel territorio della costiera, troppe volte mortificata per la mancanza di spazio.

Come sacerdote, che per tanti anni ha cercato di stare con i ragazzi, non posso non esultare che uno spazio della struttura sia stata messa nella loro disponibilità. Ma come postulatore della causa di beatificazione di Mons. Marini non posso fare a meno di ricordare che il fabbricato, ora adibita alla "casa" della Guardia di Finanza, ha una storia, che incomincia da molto più lontano di ciò che ieri si è ricordato.

Penso che gli amalfitani abbiamo un debito con Mons. Marini perché, dopo aver fatto "scempio" delle Opere da Lui lasciate (l'espressione fu del compianto Prof. Pietro De Luca) debbono ora sentire il dovere di conservarne la memoria storica, perché sia stimolo per i posteri ad adoperarsi per il bene dei ragazzi. A tale scempio, purtroppo contribuii anche io, quando, giovane sacerdote, mi adoperai con Gennaro Di Lieto, testimone vivente, perché il fabbricato del Lumgomare con gli spazi adiacenti fosse Guanelliani ceduto al Comune, per metterlo a disposizione dei ragazzi. Da allora è incominciata la sua "travagliata storia", che l'ha portata anche al degrado, ma prima era stata "un fiorente laboratorio" di arte e mestieri, creato da Mons. Marini.

"Gli abbronziti ragazzi, che bighellonavano nelle marine della costiera senza la guida del papà "lo preoccupavano, perché "la noia" è stata sempre una cattiva consigliera. Ed Egli era convinto che questo "virus" andava combattuto dando ai ragazzi la fede in Gesù e un mestiere, che gli procurasse "il pane quotidiano".

Perciò il 2 marzo 1925 fece venire dalla Marche il Prof. Gino Piloni per creare "un laboratorio di Ebanisteria con insegnamento di disegno professionale secondo i programmi vigenti nelle scuole di Arti e Mestieri dello Stato".

Nacque prima nel fabbricato dell'Orfanotrofio per poi spostarsi nel Lungomare dei Cavalieri nel nuovo fabbricato, ora diventato "Casa della Guardia della Finanza". Da lì uscirono provetti falegnami e fabbri, che con i loro lavori, esposti anche "nelle Mostre di carattere provinciale, regionale o nazionale" meritarono "diplomi e perfino qual­che Medaglia d'oro" (testimonianza del Prof. Gino Piloni).

Fu inaugurato il 29 maggio 1934 con una cerimonia molto simile a quella di ieri perché "furono presenti le Autorità Provinciali con a capo S.E. il Prefetto, i Podestà e i segretari politici dei Comuni della Diocesi, la Autorità cittadine, il Rev.mo capitolo metropolitano, vari parroci e numerosi invitati". Fu conclusa da "Mons. Arcivescovo, il quale ringrazia le Autorità e quanti hanno cooperato allo sviluppo dell'istituto , dicendo che non a lui, ma solo a Dio si deve la lode. Si procede poi alla benedizione e alla visita dei locali, che sono vivamente ammirati" (Riv.eccl.amalfitana luglio-agosto 1934).

Alla costruzione del fabbricato contribuì "la carità del popolo". Mons. Marini faceva solo ricorso ad essa e non all'aiuto dello Stato, fidando nella Divina Provvidenza: in una circolare del 30 aprile 1933 fece sapere che "per le Officine costruite nel porto aveva ancora un debito di oltre 100.000,00 lire", cifra importante per quei tempi.

Fino a qualche anno fa, c'era, perciò, sulla porta principale del fabbricato una vistosa iscrizione, ora giustamente rimossa: "Pontificio Orfanotrofio Anna e Natalia Artigianato" . Ma rimuoverla dalla nostra memoria sarebbe ingiusto. Ti ringrazio per l'ospitalità.

 

Don Luigi Colavolpe

Nella foto di gruppo: la posa della prima pietra per l'edificazione dell'edificio nel 1932.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 109139101

Attualità

«Non ci sono medici. Basta numero chiuso a Medicina»: l’appello dell’assessore regionale romano D’Amato

«Basta numero chiuso alle facoltà di Medicina: se non si trovano medici significa che il sistema formativo non funziona e mortifica centinaia di giovani che non riescono ad accedere». A dichiararlo è oggi l'assessore regionale alla sanità del Lazio Alessio D'Amato ma da tempo molti governatori - Toti,...

Piero Angela se n’è andato, la sua lettera d’addio: «Io ho fatto la mia parte, adesso tocca a voi»

È morto a 93 anni Piero Angela, il patriarca della divulgazione italiana. A spegnere il suo sorriso una malattia chiamata discopatia degenerativa. "Buon viaggio papà", ha scritto il figlio Alberto sui suoi profili social annunciando la scomparsa del padre. Nato a Torino nel 1928, Piero Angela aveva iniziato...

Anche il Comune di Maiori ottiene fondi PNRR per la transizione digitale: quasi 70mila euro per la misura PagoPA

PA digitale 2026 è l'iniziativa promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per le Pubbliche amministrazioni che possono richiedere i fondi del PNRR dedicati alla digitalizzazione, rendicontare l'avanzamento dei progetti e ricevere assistenza....

Atrani: buona la prima per la briglia risistemata, nonostante nubifragio ha trattenuto il fango

Il nubifragio di ieri ha messo alla prova la Costa d'Amalfi: fiumi d'acqua tra vicoli e gradini cittadini, crollo di pietre sulla Statale e tanta paura, specialmente ad Atrani. Nella piccola cittadina, però, la briglia del torrente Dragone ha retto bene con la nuova modifica fatta alcuni mesi fa. Il...

Salerno, Questura intensifica controlli contro i Reati predatori: i consigli della Polizia di Stato

Durante la settimana di ferragosto, le città si svuotano e questa condizione spesso diventa un'occasione per i malviventi, soprattutto con riferimento ai reati contro il patrimonio e, più nello specifico, ai furti in abitazione. Il Questore della provincia di Salerno ha dunque disposto un'intensificazione...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.