Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 6 ore fa Beata Vergine Maria del rosario

Date rapide

Oggi: 7 ottobre

Ieri: 6 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineConnectivia, Internet Service Provider in fibraSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di click

Tu sei qui: Territorio e AmbienteDissesto idrogeologico: pericoli “minori”, preludio ai disastri

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLa prima cotta, la nuova mozzarella dal gusto antico realizzata dai maestri caseari de La TramontinaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Territorio e Ambiente

Tutela il Tuo Territorio

Dissesto idrogeologico: pericoli “minori”, preludio ai disastri

Sapere diffuso e partecipazione attiva a tutela del territorio

Scritto da (redazionelda), giovedì 27 maggio 2021 08:47:08

Ultimo aggiornamento giovedì 27 maggio 2021 14:05:24

di Andrea Della Pietra*

Il dissesto idrogeologico è un problema ben noto agli abitanti della Costiera Amalfitana, abituati da secoli a convivere con frane, alluvioni, colate di fango, smottamenti, incendi, crolli di massi.

Eventi "estremi" o, con più frequenza, di minore entità, rappresentano uno dei principali rischi per la popolazione e per l'ecosistemadell'intera area,molto vulnerabile.

I primi hanno un grande risalto mediatico, in particolare se determinano la perdita di vite umane o danni importanti al territorio: si agisce in genere con interventi "spot" di riparazione e più raramente di rimozione delle cause.

Gli eventi minori, sebbene producano comunque conseguenze sulla vita quotidiana delle persone e sul livello di conservazione del territorio, non destano quasi mai l'attenzione dei media (e delle autorità competenti) se non al livello locale: in generale non si provvede. Oppure, se il disagio generato è forte e generalizzato, si procede con la ben nota"messa in sicurezza" provvisoria.

La scarsa attenzione agli eventi minori è dovuta, a livello di pianificazione, anche alla definizione stessa del concetto di rischio, che è funzione della intensità e della probabilità di accadimento dell'evento (pericolosità), del valore esposto degli elementi che possono essere coinvolti (popolazione, edifici, attività economiche, servizi, ecc.) e della loro vulnerabilità (capacità di resistere o soccombere all'evento calamitoso). Un evento ad alta pericolosità determina un rischio alto, e quindi eventuali interventi di prevenzione, solo se può produrre ripercussioni dirette su un gran numero di persone odi beni che possono rimanerne coinvolti.

All'individuazione di tali rischi provvedono egregiamente i Piani predisposti dalle Autorità di Bacino e dagli altri Enti competenti.

Per i rischi "minori", attesa la difficoltà, se non la impossibilità, di intervenire con opere di protezione oppure sul valore esposto (non è possibile delocalizzare popolazione edabitazioni, spostare il percorso delle strade), è indispensabile ridurre la pericolosità, ovvero la probabilità che accadano gli eventi di dissesto. Un obiettivo conseguibile solo con una manutenzione attenta e continua.

E la manutenzione del territorio, a partire da quella "minuta" e "diffusa", è una delle attività che contribuisce alla prevenzione difrane, colate, piene, ecc.o quanto meno ad abbassare la probabilità che accadano eventi estremamente gravi. Si tratta di un concetto di fondamentale importanza, rispetto al quale tutti i cittadini, in modo attivo o passivo, possono partecipare con un contributo:bisogna individuare e risolvere i piccoli problemi prima che accada un disastro più grande.

Il controllo "di dettaglio" del territorio, tuttavia, non può essere demandato solo alle autorità pubbliche, che non dispongono del personale e dei mezzi necessari per un monitoraggio diffuso che, peraltro,andrebbe svolto anche nelle proprietà private.

Per garantire la stabilità del territorioè importante segnalare, e in seguitomonitorare, quelle situazioni di pericolo che, in apparenza "minori", innescano poi il"disastro"al primo evento metereologico estremo (oggi purtroppo sempre più frequenti, a causa del cambio climatico): gli alvei dei torrenti e dei canali di scolo ostruite da detriti, che possono causare inondazioni;le pendici prive di vegetazione, che possono franare (specie se prossime a corsi d'acqua); le aree con vegetazione incolta (facile preda di incendi), o quella già percorse da incendi (con rocce chepossono crollare, perché fratturate dal calore); le "macere"crollate o non manutenute (anche qualche pietra mancante può rappresentare un pericolo per la stabilità) o l'assenza di colture sulle terrazze (viene meno la funzione di contenimento del terreno prodotta dalle radici e si possono generare smottamenti); i canali degli acquedotti storici danneggiati (che possono produrre frane o smottamenti).

Un'azione in fase di concreta attuazione. Il sito Tutela il Tuo Territorio (https://www.tutelailtuoterritorio.it/- sezione "segnalazioni"), intende offrire un contributo al sistema di prevenzione "minuta", consentendo ai cittadini di avvertire le autorità locali proprio suquelle situazioni di pericolo, o su quei dissesti, che, anche se in apparenza "minori", possonoinnescare eventi calamitosi anche di notevole entità.La "Mitigazione sostenibile del rischio" è una delle azioni previste nel Piano di Gestione della Costiera, finalizzata a conseguire l'obiettivo strategico di "Tutela e valorizzazione del paesaggio consolidato.

*ingegnere

>Leggi anche:

Sapere diffuso e partecipazione attiva a tutela del tuo territorio

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 101356108

Territorio e Ambiente

A Sorrento una "festa contadina" ai Bagni della Regina Giovanna

Il sito di proprietà comunale del Capo di Sorrento, noto come "Bagni della Regina Giovanna", di cui fanno parte sia la zona archeologica del I secolo a.C. sia l'attiguo fondo agricolo, coltivato con ulivi ed agrumi, è protagonista di una tre giorni in programma da ieri, 6 ottobre, e fino all'8 ottobre....

Bambini in Vigna alle Cantine Marisa Cuomo per toccare con mano tutte le fasi della vendemmia

Questa mattina i bambini della Scuola paritaria dell'infanzia San Pietro Apostolo di Pianillo (Agerola) sono stati ospiti delle Cantine Marisa Cuomo di Furore. "Abbiamo avuto l'onore di accogliere in vigna e poi in cantina, i bambini della Scuola paritaria dell'infanzia San Pietro Apostolo di Pianillo....

Maiori, trasporto pubblico locale: ecco gli orari validi per il mese di ottobre

Il Comune di Maiori comunica l'aggiornamento degli orari del trasporto pubblico locale validi per il mese di ottobre. Il servizio è rivolto principalmente ai residenti e ai turisti privi di mezzi di trasporto per consentire il collegamento tra le frazioni di Maiori e il capoluogo. Quindici corse che...

Non fa più notizia, ma anche oggi attraversare la Statale 163 "Amalfitana" è un'impresa insostenibile

Ormai non fa più notizia. Lo scrivete in tanti commentando i nostri articoli sulla questione traffico in Costa d'Amalfi. Ma forse riproporre con insistenza l'argomento sulle nostre pagine può aiutare a "risolvere" il problema, può spingere chi ci governa a prendere decisioni concrete. Lo chiedono i cittadini,...

Maiori, volontari ripuliscono la spiaggia del Cavallo Morto dai rifiuti

«Senza moralità civica le comunità periscono; senza moralità personale, la loro sopravvivenza non ha alcun valore». È ispirato da questo aforisma del filosofo Bertrand Russell che un gruppo di persone ieri, 4 ottobre, ha ripulito la spiaggia del Cavallo Morto, a Maiori, dai rifiuti. Nonostante la spiaggetta...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.