Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Bernardino da Siena

Date rapide

Oggi: 20 maggio

Ieri: 19 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieLa famiglia sulle tracce di un soldato inglese caduto in Italia: grazie all’Associazione Avalanche 1943 gli ultimi istanti di vita di Stocker H. R.

Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Storia e Storie

Magazzeno, Pontecagnano, morte, seconda guerra mondiale, Hampshire

La famiglia sulle tracce di un soldato inglese caduto in Italia: grazie all’Associazione Avalanche 1943 gli ultimi istanti di vita di Stocker H. R.

A Magazzeno persero la vita 40 militari inglesi, tra cui il soldato Stocker, altri 300 furono fatti prigionieri dai tedeschi ed un numero imprecisato rimasero feriti. Oggi quel luogo oggi si chiama “Hampshire Lane” in nome del battaglione

Scritto da (Redazione LdA), sabato 16 aprile 2022 13:29:01

Ultimo aggiornamento sabato 16 aprile 2022 13:35:31

Sono durate un paio di mesi le ricerche per ricostruire gli ultimi istanti di vita del soldato inglese Stocker H. R. richieste dal nipote Lee Craven, che aveva contattato l'Associazione Avalanche 1943 per aiutarlo in questa ricerca.

 

Stocker Reginald Henry nacque nel 1922 a Shirley Southampton, inquadrato nel 5° Battaglione Hampshire Regiment 128a Brigata 46a Divisione di fanteria britannica agli ordini del Generale John L. I. Hawkereworth. Tra il 6 e il 7 settembre 1943 si trovava al porto di Biserta dove con la sua unità fu imbarcato su una nave con destinazione ignota. Scoprirà che dovrà sbarcare nel golfo di Salerno solo il giorno 8.

Secondo i piani di sbarco il 5° battaglione Hampshire doveva sbarcare sul litorale di Magazzeno sulla sponda nord del fiume Asa per poi avanzare verso le colline di Pontecagnano. Facendo parte della seconda ondata di sbarco non avrebbero dovuto incontrare resistenza sulla spiaggia, perché in teoria sarebbe stata resa sicura dagli uomini del 1°/4° battaglione Hampshire che avrebbero preso terra un paio d'ore prima di loro. Ma le cose andarono diversamente.

 

Verso le 3:30 del 9 settembre il 5° battaglione scese nei mezzi da sbarco mentre sulla costa le artiglierie navali martellavano le spiagge dove sarebbero sbarcate le divisioni alleate. Stocker e i suoi compagni erano ancora stipati nel mezzo da sbarco che puntava la costa quando furono bersagliati dalle artiglierie tedesche sopravvissute ai bombardamenti navali. Giunti a terra verso le 4:30 del mattino si ritrovarono su una spiaggia dove regnava il caos più totale, gli uomini del 1°/4° battaglione erano ancora impegnati nei combattimenti con i tedeschi nascosti nelle trincee a ridosso della spiaggia, mortai e artiglierie martellavano la fascia costiera costringendo i soldati del 5° a doversi nascondere nelle buche.

Verso le 6:00 gli ufficiali resosi conto che erano sbarcati alcune centinaia di metri più a sud del fiume Asa, diedero ordine al battaglione di mettersi in marcia e raggiungere il punto di partenza previsto dai piani. Giunti sulla spiaggia di Magazzeno gli uomini si prepararono ad avanzare verso l'interno in direzione di Pontecagnano senza incontrare alcuna resistenza.

 

Nel frattempo un gruppo da combattimento della 16a Divisione Panzer tedesca, agli ordini del Tenente Gustav Meierkord, formato da una compagnia di Granatieri e 3 carri armati era pronto ad affrontare le unità nemiche che si sarebbero spinte verso l'interno. Partiti dalla S.S. 18, imboccarono una delle tre strade parallele (la più diretta) che portano alla litoranea posizionando in testa alla colonna uno dei tre carri e predisponendo alle spalle i granatieri in ordine da battaglia. Dopo circa un paio d'ore imboccarono un tratto di strada costeggiato da alte mura e in lontananza riuscirono ad udire gli uomini del 5° battaglione inglese che avanzavano. Appena il carro imbocco un tratto rettilineo si trovò dinnanzi i fanti inglesi, il cannone e le mitragliatrici del carro iniziarono a sparare ferendo e uccidendo tutti quelli che non riuscirono a scavalcare le alte mura ai lati della strada. Sprovvisti di armi anticarro gli inglesi cercarono scampo dei terreni coltivati che si estendevano ai lati della strada, ma ritrovatisi circondati dai granatieri tedeschi non ebbero altra scelta se non quella di arrendersi. Il carro armato continuò la sua avanzata fino a poche centinaia di metri dalla costa schiacciando sotto i propri cingoli i morti e i feriti che non erano riusciti a scappare. Dopo poco ricevette l'ordine di ritirarsi perché alcune unità di artiglieria appena sbarcate lo avevano preso di mira.

 

In quel massacro persero la vita 40 militari inglesi, tra cui il soldato Stocker, altri 300 furono fatti prigionieri ed un numero imprecisato rimasero feriti. Gli Hampshire caduti in quel luogo oggi chiamato Hampshire Lane (Sentiero degli Hampshire) riposano nel cimitero di guerra inglese di Montecorvino, e al III corpo fila C posto 29 è sepolto il soldato 21enne Stocker Henry Reginald caduto a Magazzeno il 9 settembre 1943.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 109417100

Storia e Storie

Portici: inaugurata al museo ferroviario di Pietrarsa la mostra “Treni fra arte, grafica e design”

Presentata stamattina, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, la mostra "Treni fra arte, grafica e design. Dal Ticino Svizzero al Golfo di Napoli". Ad accogliere gli ospiti Vincenzo Cuomo, Sindaco di Portici, Oreste Orvitti, Direttore Museo Pietrarsa, e Nicoletta Ossanna Cavadini, Direttrice m.a.x....

Minori, festa a sorpresa per i futuri sposi Antonio e Claudia: oggi il fatidico "sì" nella Basilica

La notte prima delle nozze non si scorda mai. C'è chi la vive con un po' di ansia e c'è chi la vive con gioia, come nel caso di Antonio Iuliano e Claudia Minerva. Alla coppia è stata organizzata ieri sera una festa a sorpresa a Minori. Ad allietare la serata il cantante Lello Marino con la classica serenata...

Da Corfù alla Costiera Amalfitana: ecco la nave da crociera inaugurata 38 anni fa da Lady Diana

E' arrivata di buon mattino in Costiera Amalfitana, proveniente dalla Corfù, la lussuosa nave Artania, appartenente alla flotta della compagnia Phoenix Reisen. La nave, alle 6, era nella rada di Amalfi, mentre intorno alle 13 si avvicinava a Maiori. La Artania, che naviga attualmente sotto bandiera delle...

Quel terribile 9 maggio 1978. L'assassinio di Aldo Moro

di Sigismondo Nastri Il cadavere di Aldo Moro, assassinato dalle Brigate Rosse, fu fatto trovare il 9 maggio 1978 nel vano bagagli di un'auto - una Renault 4 rossa - parcheggiata a Roma, in via Caetani, nei pressi delle sedi della Dc e del Pci. Aldo Moro - ha scritto la figlia Agnese - "non si stancò...

Ventiquattro anni fa a Sarno la tragica alluvione che causò 137 morti: inaugurata mostra permanente per non dimenticare

A Sarno tra il 5 e il 6 maggiodel 1998 si consumò una delle più grandi tragedie italiane. Un'alluvione che coinvolse altri comuni limitrofi come Bracigliano, Siano e poi comuni di altre province come Quindici e San Felice a Cancello. In tutto ci furono 160 morti, di cui 137 solo a Sarno, con tremila...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.