Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Bernardino da Siena

Date rapide

Oggi: 20 maggio

Ieri: 19 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: SezioniScaffale Libri "La mia Avvocata", un libro prezioso di Filippo Civale

Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Scaffale Libri

Maiori, Costiera Amalfitana, Protagonisti, Libri

"La mia Avvocata", un libro prezioso di Filippo Civale

In quel lontano 1936 nacque tra Filippo Civale e la Vergine Avvocata un legame fortissimo, che lo ha accompagnato per tutta la vita e che tuttora lo accompagna

Scritto da (LdA Journals), domenica 6 febbraio 2022 18:20:39

Ultimo aggiornamento domenica 6 febbraio 2022 18:47:43

di Donato Sarno

Qualche giorno fa il signor Filippo Civale, noto ed energico "giovanotto" maiorese di 85 anni, di cui a giusto titolo più volte ha parlato Il Vescovado, mi ha fatto graditissimo omaggio del libro da lui recentemente scritto ed intitolato La mia Avvocata.

Il libro, giunto in poco tempo alla prima ristampa, è già stato oggetto di recensioni e commenti. Ritengo peraltro doveroso, dopo averlo letto, esprimere anche io a riguardo alcune considerazioni, e ciò sia per ringraziare del dono l'Autore (il quale invero mi aveva in passato comunicato la sua intenzione di scriverlo) sia perché nutro nei suoi confronti una stima davvero sincera.

Due caratteristiche del libro mi hanno colpito. In primo luogo il libro è scritto in modo chiaro e semplice e pertanto si presta ad essere letto con piacere tutto d'un fiato anche da parte di coloro che amano poco o niente la lettura. Inoltre - e questo a mio avviso è il pregio migliore - il libro è in grado di suscitare nel lettore riflessioni ed emozioni. Filippo Civale è nato nel 1936 e dunque appartiene ad una generazione che è cresciuta in un mondo assai diverso dal nostro, in cui non c'erano il benessere economico e le comodità di oggi, ma in cui i ragazzi erano formati nelle famiglie secondo sentimenti e valori condivisi, non ancora soffocati dall'odierno imperante individualismo e dal vuoto di ideali che si registra.

C'era miseria diffusa, specie in tempo di guerra, mortalità infantile, eppure le famiglie erano aperte alla vita e i figli erano numerosi; come evidenzia nel libro con poche ma efficacissime parole l'Autore, non sono le difficoltà economiche a non far nascere più bambini oggi: al contrario sono non di rado la ricchezza e la voglia di divertimento sfrenato a spingere a rifiutare quei soggetti (bambini ed anziani), i quali, proprio perché fragili e bisognosi di aiuto, sono visti come solo fonte di fastidi potenziali o reali.

Di quel mondo antico Filippo Civale ha mantenuto i tratti fondamentali, a cominciare dal tono, sempre educato e rispettoso, con cui si rapporta agli altri e che emerge pure dallo stile del libro. Un tempo i genitori trasmettevano ai figli principi religiosi, li avvezzavano sin da piccolissimi alla preghiera e spesso li ponevano sotto la protezione della Madonna; così capitò a Filippo Civale, quando suo padre e sua madre, incinta di lui di cinque mesi, salirono, entrambi giovani sposi pieni di fede, al Santuario della Vergine Avvocata sul monte Falerzio per affidare a Lei il loro nascituro.

In quel lontano 1936 nacque tra Filippo Civale e la Vergine Avvocata un legame fortissimo, che lo ha accompagnato per tutta la vita e che tuttora lo accompagna. Molte persone restano ammirate nel vederlo salire, a dispetto degli anni e dell'asprezza del percorso, tantissime volte sul quel monte; non dimentichiamoci però che ciò che spinge Filippo Civale alla salita (e il libro ben lo evidenzia) non è solo l'amore per la natura o la voglia di mantenersi tonico e in forma, ma è innanzitutto la devozione grande che egli nutre verso la Madonna, avendo egli recepito e conservato negli anni l'insegnamento dei suoi pii genitori. E come prima i suoi genitori, anch'egli ha raggiunto e superato i sessant'anni di matrimonio, traguardo invidiabile e segno della stabilità delle vecchie famiglie. Ogni salita di Filippo Civale non è un'escursione, è un pellegrinaggio verso la sua Mamma Avvocata.

Io, quando ho un po' di tempo libero, amo salire sul monte Falerzio (purtroppo non mi riesce farlo con la frequenza di Filippo Civale) e lì mi è capitato spesso di incontrarlo, quasi sempre quando lui stava scendendo ed io, poco mattiniero, stavo invece per arrivare: ebbene, tutte le volte che ci siamo parlati, egli non ha sempre trovato il modo per dire qualcosa sulla Madonna Avvocata, evidenziando come in Lei egli ha trovato e trova la forza, e per ringraziarLa dei benefici ricevuti. Quante persone, parecchie all'inizio un po' restie vuoi per pigrizia vuoi per tema della salita, Filippo ha portato sul Monte Falerzio! Lo provano le sentite ed interessanti testimonianze, raccolte nel libro, del dottor Stefano Della Pietra e del dottor Giacomo Cacchione, entrambi trascinati da Filippo Civale innanzi alla Madonna Avvocata, contenti ed arricchiti per l'esperienza fatta. Purtroppo per molti oggi andare all'Avvocata significa solo fare una bella scampagnata, mangiando e bevendo a volta pure oltre misura o addirittura facendo di peggio: Filippo Civale, attraverso il suo libro, ci invita a riscoprire il senso autentico della salita, che è spirituale e che nei secoli ha sempre caratterizzato le salite dei nostri padri. Quel luogo infatti è sacro e ricco di storia, come ci ricordano le notizie opportunamente riportate nel libro da pagina 99 in poi.

Parlavo di emozioni che il libro suscita: in me, che da anni pratico quei luoghi, la lettura delle pagine del libro, le foto ivi contenute, il riferimento a personaggi, quali il vecchio eremita e il monaco don Urbano, hanno fatto rivivere tanti ricordi connessi alla mia adolescenza e alla mia gioventù e, al contempo, hanno rafforzato il desiderio di salirvi il più possibile, ma coll'animo giusto, che è e deve essere quello ,di Filippo Civale. Mi complimento pertanto con lui per il libro scritto ed auspico che quanto prima esso sia pubblicamente presentato nel palazzo Mezzacapo e (perché no?) pure sul monte Falerzio: lo merita l'Autore e lo merita il libro stesso!

Nell'augurare a Filippo Civale di raggiungere e superare in buona salute la veneranda età di sua zia suora, voglio ringraziarlo di cuore per avermi, nella dedica scrittami sul libro, definito suo "collega delle passeggiate solitarie" al monte dell'Avvocata. Anche io, sia pur in numero inferiore, ho portato negli anni più persone sul Falerzio, perché le passioni vanno condivise ed perché andare in compagnia sicuramente è bello e piacevole; ma proprio per la particolarità di quel luogo, posso assicurare che andare da soli è un'esperienza bellissima,che amo fare spesso proprio come l'Autore del libro, giacché il silenzio della natura e la sacralità che ivi si respira, allontanandoci dallo stress del vivere quotidiano, ci liberano dai pensieri inutili, rigenerano l'anima e ci fanno pensare alle cose che davvero contano nella vita. Salire all'Avvocata - come ci insegna Filippo Civale - è percorrere una via che ci purifica e ci conduce fino a Dio.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 105036101

Scaffale Libri

Minori, 20 maggio Viviana Bottone presenta le “Storie dell’arcobaleno che vinse il mostro che non si vede”

Viviana Bottone con "Storie dell'arcobaleno che vinse il mostro che non si vede", edito da Terra del Sole, chiude venerdì 20 maggio, ore 18.45, in Largo Solaio dei Pastai, gli appuntamenti della nona edizione di èPrimavera...fioriscono Libri, promossa da ..incostieraamalfitana.itFesta del Libro in Mediterraneo,...

“Tre uomini e un cane sul Sentiero degli Dei”, 13 maggio si presenta a Minori il libro di Luigi Torino

Luigi Torino con "Tre uomini e un cane sul Sentiero degli Dei", edito da Lastaria, è il protagonista del nuovo appuntamento, a Minori, venerdì 13 maggio, ore 18.45, in Largo Solaio dei Pastai, della nona edizione di èPrimavera...fioriscono Libri, promossa da ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro...

“Una famiglia armena”, a Vietri sul Mare si presenta il libro di Laura Ephrikian

Si presenta mercoledì 11 maggio in Costiera Amalfitana il nuovo libro di Laura Ephrikian. Appuntamento alle ore 18,30 al comune di Vietri sul Mare con "Una famiglia armena", drammatica testimonianza del genocidio del popolo armeno attraverso le lettere dei nonni di Laura nonché sua ultima opera letteraria....

Luciana Pennino presenta "Amo le mie manie" a Salerno

Oggi pomeriggio a Salerno, sabato 7 maggio, alle ore 17:00, presso Libramente Caffè Letterario - in Via Francesco Paolo Volpe, 34 - si parlerà di Amo le mie manie (Homo Scrivens, 2021) con l'autrice Luciana Pennino. L'evento è patrocinato da UNI IN STRADA associazione volta a favorire l'immissione nel...

Pubblicata la nuova Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana: ecco i temi trattati

È uscita la nuova Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, la numero 61-62, che, in 309 pagine, racchiude saggi e osservazioni redatte tra gennaio e dicembre 2021 da docenti e studiosi in merito alla storia di Amalfi. Di seguito i testi contenuti: Saggi Antonio TAGLIENTE, Un Guaimario amalfitano?...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.