Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Agnese da Montepulciano

Date rapide

Oggi: 20 aprile

Ieri: 19 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneConnectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniPoliticaRavello, parla Dario Cantarella: «Ecco perché ho lasciato Salvatore Di Martino»

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Politica

Ravello, parla Dario Cantarella: «Ecco perché ho lasciato Salvatore Di Martino»

Scritto da (Redazione), sabato 11 luglio 2020 07:53:14

Ultimo aggiornamento sabato 11 luglio 2020 08:10:09

Con un manifesto pubblico apparso sulle bacheche cittadine, il consigliere comunale Dario Cantarella, ex capogruppo di maggioranza, motiva il definitivo abbandono del gruppo "Rinascita Ravellese" capitanato dal sindaco Salvatore Di Martino. Per Cantarella, che già il 24 agosto dello scorso anno aveva palesato malumori dimettendosi da capogruppo di maggioranza, sarebbero venuti meno i principi fondanti e i programmi del gruppo vittorioso nelle elezioni del 2016. Ma a dieci mesi dalla fine del mandato elettorale non trova altri consensi della maggioranza che resta a sostegno di Di Martino. Nel manifesto - che pubblichiamo integralmente a beneficio della completezza dell'informazione - l'ex delfino di Di Martino annuncia di voler intraprendere un nuovo percorso sotto il nome di "Vivere Ravello", potendo contare su alcuni amici, già elettori di Rinascita Ravellese.

IL PERCHÈ DI UNA SCELTA

 

Il rispetto per i Ravellesi tutti mi ha imposto una scelta sofferta, ma ben meditata. Nel 2016 partecipai con entusiasmo alla nascita del gruppo "Rinascita Ravellese" perché attratto dagli uomini che lo proponevano e dalle idee che essi sostenevano. Ecco, questi due elementi: le "idee" e gli "uomini", sono la chiave di lettura di questo mio messaggio agli elettori. Il tutto trovò sintesi nel programma che sottoscrivemmo con gli elettori e che da essi fu premiato con il voto. Già dopo i primi due anni del nuovo corso, avvertii forte la necessità di proporre e percorrere la strada del ritorno alle origini, perché notavo evidenti segni di allontanamento dalla rotta e dal programma. Ho tentato in ogni modo di far ritrovare la giusta via alla Compagine, forte anche dei segnali chiari, che mi venivano dal gruppo straordinario di amici e sostenitori della prima ora, con i quali ho mantenuto contatti e frequentazioni quotidiani. La mia è stata un'azione di responsabilità e trasparenza che, ad una lettura superficiale, mi ha fatto etichettare come indeciso, facendomi pagare un prezzo di immagine anche notevole. "Purtroppo" è la mia natura, è la mia anima Francescana, che mi spinge sempre nel ricercare fino all'ultimo mediazioni, utili, nell'interesse di tutti. Fino all'ultimo atto che si è consumato nell'ultimo Consiglio Comunale ho cercato di offrire ai miei, già, compagni di programma e cordata, una via di uscita dall'impasse. La risposta è stata chiara e precisa: il Gruppo ha scelto altro, ha fatto scelte oltre il programma se non contro il programma che gli elettori avevano scelto. A breve ripubblicherò, o meglio, ripubblicheremo integralmente il programma per offrire a tutti la possibilità di rinfrescare la memoria, ma per meglio comprendere la mia scelta è sufficiente leggere la prima pagina, quella prima dei proclami sui programmi e sulle opere, quella delle dichiarazioni di intenti; in quella pagina risaltano le espressioni che tutti i componenti del gruppo Rinascita avrebbero fatto bene a rileggere prima di offrire il loro "sostegno silente" alle scelte vertici-stiche: "Lealtà del patto politico" - "Umiltà di sapersi ritrovare" - "Affidare ai Ravellesi il ruolo di protagonisti autentici del proprio destino" e tanto altro ancora. Nulla di tutto questo, ma solo chiusura, isolamento ed emorragia di idee e di uomini; ancora peggio, un allontanamento dai cittadini e dai loro bisogni reali, scarsa volontà di ascolto con il tes-suto produttivo, rottura con sodalizi e associazioni. Decisioni e accordi presi nel segreto delle stanze che hanno visto sbocciare, dal nulla e senza alcuna spiegazione pubblica, alleanze e vicinanze con singoli portatori di interessi, programmi ed idee addirittura opposte a quelle di Rinascita, e contro la quale alcuni hanno anche combattuto. L'ultimo tentativo che ho fatto pochi mesi fa sulla vicenda Fondazione Ravello, per riportare il Gruppo agli originari valori e programmi, con il recupero degli amici della prima ora che solo io avevo coerentemente continuato a caldeggiare, hanno visto l'ennesimo abbandono di uno dei protagonisti, sin dalla prima ora, della Compagine, il quale si è dimesso, mettendo nero su bianco, fatti e comportamenti gravissimi, ai quali, si è risposto con il silenzio e con azioni che, purtroppo, stanno portando Ravello a quella che sembra proprio essere una "svendita di fine stagione" con saldi da capogiro. Nell'ultimo Consiglio Comunale ho lasciato un Gruppo che ahimè, non identifico più con il programma ed il meraviglioso spirito, di quello che fu "Rinascita Ravellese", ma resto fedele al mio contratto con i Ravellesi. In questi ultimi pochi mesi che restano, in questo percorso non sono solo, sono con i tanti amici della prima ora che altri hanno ritenuto di abbandonare, anche tradendo im-pegni morali e concordati, ma soprattutto sono con tantissimi Ravellesi che quotidianamente ancora mi ritengono interlocutore e amico affidabile. Con orgoglio e fino alla scadenza del mio contratto con i Ravellesi, posso dire di essere con tutti quelli che amano disinteressatamente il nostro Paese, e che quotidianamente vogliono "VIVERE RAVELLO" in modo autentico e trasparen-te, senza accordi sottobanco. Infine, quanto alla "inconsistenza" delle opposizioni, avremo modo poi, di intrattenerci.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Presidenza Fondazione Ravello, De Luca: «Non c'è ancora alcuna decisione, è in corso istruttoria»

«Non c'è alcuna decisione presa per quanto riguarda la Fondazione Ravello». È quanto ha dichiarato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta facebook del venerdì. Il riferimento è alla scelta del neopresidente dell'ente che organizza il festival estivo, Francesco...

Fondazione Ravello ufficializza nuovo presidente. Perrotta: «Riportare Festival nei circuiti nazionali e internazionali»

La Fondazione Ravello ha ufficializzato la scelta del nuovo presidente Francesco Maria Perrotta. Cinquantatrè anni, dottore commercialista, presidente di ItaliaFestival e tesoriere dell'Agis, Perrotta, come confermato anche dalla Fondazione, è stato nominato dal presidente della Regione Campania Vincenzo...

Depuratore Maiori, Della Pace replica a Reale: «Prendi tu questo bel regalo, darai a Minori nuova opportunità di sviluppo»

Non tarda ad arrivare la replica di Salvatore Della Pace, capogruppo della minoranza consiliare "Idea Comune" alla nota di precisazione con cui il sindaco di Minori, Andrea Reale, controbatteva ad alcune esternazioni dell'ex sindaco di Maiori sulla spinosa questione depuratore consortile. Segue testo...

Depuratore, frecciate a distanza sull'asse Maiori-Minori: Reale replica a Della Pace

Continua a tenere banco, in Costa d'Amalfi, la spinosa questione relativa alla realizzazione dell'impianto di depurazione consortile Maiori-Minori. In una nota trasmessa alla nostra redazione, il sindaco di Minori, Andrea Reale, precisa riguardo ad alcune esternazioni pubbliche dell'ex sindaco di Maiori,...

Maiori in piazza per dire "no" al megadepuratore. «Sindaco cambi idea» [FOTO-VIDEO]

Maiori continua a dire "no" al depuratore. Circa trecento i cittadini che questa mattina si sono ritrovati sul lungomare, ai piedi del monumento della Santa Patrona, per partecipare, nel rispetto del distanziamento interpersonale e dell'uso di dispositivi di protezione facciale, alla manifestazione promossa...