Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 25 minuti fa S. Angelo martire

Date rapide

Oggi: 5 maggio

Ieri: 4 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniPoliticaMaiori in piazza per dire "no" al megadepuratore. «Sindaco cambi idea» [FOTO-VIDEO]

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Politica

Maiori in piazza per dire "no" al megadepuratore. «Sindaco cambi idea» [FOTO-VIDEO]

Circa trecento i cittadini che questa mattina si sono ritrovati sul lungomare. “Maiori non si vende, si difende”, la parola d’ordine condivisa

Scritto da (redazione), domenica 11 aprile 2021 15:28:16

Ultimo aggiornamento lunedì 12 aprile 2021 07:10:59

Maiori continua a dire "no" al depuratore. Circa trecento i cittadini che questa mattina si sono ritrovati sul lungomare, ai piedi del monumento della Santa Patrona, per partecipare, nel rispetto del distanziamento interpersonale e dell'uso di dispositivi di protezione facciale, alla manifestazione promossa dal comitato "Tuteliamo la Costiera Amalfitana".

Per ribadire con consapevolezza la netta contrarietà alla realizzazione dell'impianto di depurazione consortile che accoglierebbe in località Demanio anche i reflui dei comuni di Minori, Atrani, Ravello e Scala, così come progettato.

Nella giornata in cui si celebra la risorsa mare e la cultura marinara, tante famiglie, con bambini al seguito, con la loro presenza convinta hanno scritto una bella pagina di democrazia in Costiera Amalfitana, col popolo sempre pronto a scendere in piazza quando c'è da difendere il bene comune. L'evento è stato trasmesso dal Vescovado in diretta facebook (video in basso).

"Maiori non si vende, si difende", la parola d'ordine condivisa da quanti hanno a cuore le sorti di uno dei comuni più importanti della Costiera che vuole riappropriarsi della sua immagine di centro turistico balneare d'eccellenza.

Non una protesta urlata, ma la richiesta, ferma, decisa e soprattutto civile, al sindaco Antonio Capone, di accogliere le richieste provenienti dalla cittadinanza e con senso di responsabilità apportare modifiche al progetto.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY

Il primo accorato appello arriva dall'ex sindaco Mario Civale: «Non avrei mai pensato alla mia età, dopo aver abbandonato la politica da circa vent'anni, prendere il microfono in una manifestazione pubblica. Ho sentito la necessità, il richiamo, il mio amore per Maiori e per il mio paese. Siamo un paese della Divina Costiera. Questa non è una manifestazione di protesta o ambientalista. Questa manifestazione vuole dare voce alla cittadinanza, ai cittadini che avvertono il serio pericolo che sta attraversando Maiori. Questa manifestazione vuole dare forza proprio all'amministrazione in carica, al sindaco affinché possa ravvedersi e tornare sui propri passi, non è uno scandalo se si torna sui propri passi».

A prendere la parola anche il capogruppo di minoranza di #maioridinuovo, Elvira D'Amato: «Dobbiamo cambiare progetto per Maiori. Voi dovete essere qui con noi e partecipare. Dobbiamo giudicare obbiettivamente, seriamente quello che sta succedendo. Chiedo a chi è qui oggi di partecipare, di continuare a farlo. Le grandi opere si devono fare, è corretto, ogni paese deve evolvere. Le opere devono essere fatte, ma con coscienza, lungimiranza e seguendo dei processi giusti, politicamente corretti. I problema è Maiori, dove non ci sono zone A e zone B. Le nostre frazioni hanno degli abitanti che già soffrono un problema grave per i rifiuti che lì vengono portati e ne soffriranno uno ancora più grave. Le procedure sono scorrette. C'è un progetto che è stato presentano dall'Ausino che a mio avviso non è stato preso in considerazione. I tecnici hanno liquidato il progetto non dimostrandoci che non sia praticabile. Devono dimostrarci che quello che diciamo non è vero».

Intanto all'ingresso del Corso Reginna spunta un lungo striscione, di circa venti metri, con la scritta: "Capone e Reale, giù le mani dalla nostra Città: il depuratore consortile a Maiori non si farà". Bersagliato anche il sindaco di Minori.

 

Anche il capogruppo di "Idea Comune" ed ex sindaco di Maiori, Salvatore Della Pace, lancia un messaggio propositivo: «Questa manifestazione non è contro il Sindaco, si fa perché si vuole realizzare un progetto che serva per Maiori. Noi non siamo qui, a campagna elettorale terminata, che ha visto vincente Tonino Capone. Su questo non ci sono dubbi. Noi non combattiamo Tonino Capone, noi vogliamo fargli capire che Maiori è una grande famiglia e non si può nascondere il progetto del depuratore. Non può dire che non sa nulla del progetto del depuratore».

 

Poi è il turno di tre esponenti del Governo che hanno sposato la causa.

La senatrice del Gruppo Misto, Luisa Angrisani: «Io condivido le preoccupazioni del comitato, dei politici del paese. Siamo qui a sensibilizzare e cominciare daccapo. Dobbiamo impegnarci perché questo territorio è patrimonio dell'Unesco. I cittadini devono essere ascoltati. Porterò questo tema in senato per fare qualcosa per risolvere il problema».

Il deputato di Liberi e Uguali Federico Conte: «Ho presentato un'interrogazione al nuovo ministro alla Transizione Ecologica, primo ministro che porta questo nome, perché questa non è una battaglia antagonistica. Non è un no a una iniziativa. C'è una riflessione che riguarda la verifica su una soluzione alternativa. Bisogna far capire quanto sia inappropriato questo progetto per questo territorio e la Costiera. Bisogna valutare una alternativa. E' doveroso che le istituzioni competenti valutino questa proposta».

L'onorevole Anna Bilotti (Movimento 5 Stelle): «La voce dei cittadini non deve essere ignorata. Guai ad ignorare la voce del popolo. Io sono emozionata di vedere il sole qui. La costiera amalfitana è patrimonio dell'Umanità e non ce ne possiamo ricordare solo quando l'ambiente, la terra si ribella, quando ci sono le frane. L'ambiente è sacro e va rispettato sempre».

La battaglia continua.

>Leggi anche:

Maiori, Sindaco Capone: «Depuratore per salvaguardare il nostro mare»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Politica

Maiori, questione depuratore: martedì 4 confronto in diretta facebook D'Amato-Capone

A Maiori continua a tenere banco la questione depuratore. Il capogruppo di minoranza di "Maioridinuovo", Elvira D'Amato, ha chiesto un confronto pubblico col sindaco Antonio Capone il quale ha accettato di buon grado. Martedì 4 maggio prossimo, alle 19.00, il dibattito in diretta facebook moderato dal...

Antonio Scurati presidente della Fondazione Ravello: convinto anche sindaco Di Martino

RAVELLO - Allora stavolta tutti d'accordo: Antonio Scurati presidente della Fondazione Ravello. Si è convinto anche il sindaco Salvatore Di Martino che dopo l'ennesimo prolungamento della gestione commissariale, sembra essersi allineato alla preferenza della prima ora del governatore Vincenzo De Luca...

Fondazione Ravello, commissariamento prorogato fino al 30 giugno. Poi Scurati presidente

La Regione Campania ha approvato una nuova proroga della gestione commissariale alla Fondazione Ravello. Con deliberazione numero 186 del 27 aprile scorso, la Giunta regionale, presieduta da Vincenzo De Luca, ha votato all'unanimità il provvedimento "per assicurare il completo perseguimento delle finalità...

Caso Fondazione Ravello, Sindaco sotto accusa: «Se c’è stato un corto circuito non è dipeso da me»

Scintille ieri al Consiglio comunale di Ravello. E' bastato toccare il tasto Fondazione per riacutizzare le tensioni tra sindaco e minoranza. Il capogruppo di Insieme per Ravello Paolo Vuilleumier ha chiesto lumi relativamente al caso dell'annunciata nomina del nuovo presidente (mai ufficializzata dal...

Ravello: Di Palma, Cantarella e Amato assenti al Consiglio comunale. Chiaro messaggio al sindaco Di Martino

RAVELLO - Il vicesindaco Ulisse Di Palma e i consiglieri di minoranza Dario Cantarella e Nicola Amato unici assenti, questo pomeriggio, al Consiglio comunale svoltosi a Villa Rufolo. A cinque mesi dalla scadenza del mandato elettorale, un messaggio chiaro, inequivocabile, all'indirizzo del sindaco Salvatore...