Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Chiara d'Assisi

Date rapide

Oggi: 11 agosto

Ieri: 10 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Gambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureRavello Festival 2020Terra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaLo "schiaffo" di Ravello

Supermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Pasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Politica

Lo "schiaffo" di Ravello

Scritto da (Redazione), lunedì 28 ottobre 2019 17:03:43

Ultimo aggiornamento lunedì 28 ottobre 2019 21:09:39

di Umberto Belpedio

L'edizione 2019 del Ravello Festival, firmata dal Commissario Mauro Felicori, si è conclusa nel Duomo alla presenza di un ospite "illustre": l'ingegner Strianese, presidente della Provincia di Salerno, che risulta tra i soci fondatori dell'ente.

 

A parte il richiamo di Wagner, continua il suo giro nel salernitano in vista delle prossime elezioni regionali. Dicono che punti ad ottenere un posto in lista, sorretto dal presidente della Regione, De Luca.

La presenza "istituzionale" ha lasciato scarsa traccia a Ravello, terremotata invece da almeno tre episodi che rientrano nel quadro della guerra dichiarata a Felicori.

 

In questi dieci mesi di permanenza nella città della musica per espletare il mandato affidatogli dalla Regione il commissario della Fondazione ha subito attacchi virulenti. Contro di lui perfino Positano che chiude un occhio sulla movida e sulle notti folli del fine settimana tra droghe e fiumi di alcool.

Primo: la visita della Guardia di Finanza negli uffici dell'Ente con la richiesta dei bilanci e degli atti, a partire dal 2016, gestione Maffettone. Una visita, secondo quanto sostiene l'Associazione Mani Pulite" di Amalfi, visto il diniego alla richiesta di poter visionare gli atti. Il cda dell'epoca è convinto di aver agito nella legalità.

Non si era ancora spenta l'eco della visita delle Fiamme Gialle quando piomba una decisione di Felicori che ordina lo stop ad un appalto di 100 mila euro, avviato dal direttore di Villa Rufolo.

Il Commissario resta sorpreso nell'apprendere dall'Ufficio Stampa dell'Ente le modalità di un appalto, a suo avviso privo di coperture economiche e di autorizzazione. Ma chi ha dato il disco verde all'addetto dell'Ufficio Stampa e di passare la notizia?

Felicori l'apprende per caso, la segreteria generale non ne sa niente.

A Ravello, invece, quasi tutti si sono fatti un'idea. Per alcuni "Villa Rufolo è una Repubblica a parte". In presenza di Felicori il "meccanismo" si è inceppato. Anche nell'era di Domenico De Masi c'era stato un provvedimento che aveva portato alla sostituzione del direttore della celebre villa, che nel 1974 sarebbe finita nelle mani di un pizzaiolo di Agerola, se non ci fosse stata la denuncia di un giornale.

Pochi giorni addietro Felicori con lo stesso piglio di De Masi ha sollevato il dirigente per "anomalie gestionali". Il sindaco di Ravello, Di Martino, già in guerra con il Commissario ("agisce da podesta") ha dichiarato che "il provvedimento nei confronti di un lavoratore, di un dirigente molto apprezzato, è uno schiaffo al territorio". Nei mesi scorsi Di Martino l'aveva sparata grossa contro il direttore del Vescovado, Emiliano Amato, accusato addirittura di "offuscare l'immagine di Ravello" (per questa vicenda sia in pubblico che in privato ho spiegato al Sindaco, mio caro amico, che ad offuscare Ravello non è un giornalista scomodo, bensì quel killer che alcuni anni orsono con lettere anonime fece scattare una indagine con il conseguente arresto ai domiciliari. Di Martino venne prosciolto da ogni accusa).

 

Per i fatti di questi giorni mi chiedo: se l'ufficio tecnico del Comune procedesse ad un appalto senza autorizzazione e senza coperture, come si comporterebbe il sindaco di Ravello.

 

La procedura adottata dal dirigente di villa Rufolo è regolare nel rispetto delle norme vigenti? Oppure è una pratica... consolidata nel tempo, che viene portata alla luce dal Commissario. Felicori ne sa poco del Decalogo della bellezza, partorita dalla fertile fantasia di un sociologo, di Kant e di Hegel, ma in tema di bilanci e di procedure qualcosa l'avrà pure imparata.

 

Mi auguro che questa amara vicenda si concluda presto. Non importa sapere se in sede di giudizio ci sarà un vincitore o uno sconfitto. Non importa sapere quando Felicori consegnerà il nuovo statuto e se resterà a Ravello fino al 20 gennaio prossimo.

 

Intanto ricordo una intervista di De Luca al Vescovado. Il cronista gli chiedeva conto del commissariamento della Fondazione. Il Governatore fu lapidario: "qui qualcuno crede di agire come in un feudo, anzi nel cortile di casa. Ma sbaglia di grosso".

A chi era diretta la stilettate deluchiana? Con o senza un commissario, a Ravello nulla sarà come prima.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Elezioni Amalfi, Del Pizzo sfida Milano: partita a due che non si ricorda da tempo

Mancano soltanto due settimane alla consegna delle liste per la competizione elettorale del 20 e 21 settembre. Ad Amalfi, comune capofila della Costiera, sarà corsa a due: a sfidare l'uscente Daniele Milano, il suo predecessore, il dottor Alfonso Del Pizzo. L'ex sindaco, di cui Milano è stato assessore...

Elezioni Regionali: ufficializzata la candidatura dell'ex sindaco di Tramonti Antonio Giordano. Correrà con "De Luca Presidente"

Come già annunciato dal Vescovado l'11 giugno scorso, l'ex sindaco di Tramonti, Antonio Giordano, correrà alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre prossimi per uno scranno in Consiglio regionale. Attualmente è l'unico candidato espresso dalla Costa d'Amalfi. Lo stimato chirurgo vascolare, conosciuto...

Crolli in Costiera, Cammarano (M5S): «Altro che tunnel, serve piano per arginare dissesto idrogeologico»

«I crolli che si sono verificati in questi giorni tra Positano e Praiano e la frana caduta sulla spiaggia di Conca dei Marini dimostrano ancora di più la fragilità del nostro territorio. Gli eventi franosi hanno mostrato la veridicità delle nostre denunce e delle nostre preoccupazioni, rispetto alla...

Frane in Costiera Amalfitana, Cirielli attacca De Luca: «Come ha speso i fondi per il dissesto idrogeologico?»

«La Campania frana e da De Luca neanche una risposta. Come ha speso i fondi per il dissesto idrogeologico?». Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e parlamentare salernitano di Fratelli d'Italia Edmondo Cirielli. «Domenica scorsa si è verificato un grosso smottamento tra Positano e Praiano...

«Variante Maiori-Minori inutile e dannosa», Deputato Gigi Casciello (FI) interroga tre Ministri

«La variante tra Maiori e Minori alla Strada Statale 163, opera inutile e dannosa, rischia di alterare e danneggiare in maniera irreversibile le due cittadine e la morfologia dell'intera Costiera Amalfitana, che non può essere assolutamente modificata nella sua peculiare struttura, ma deve essere rispettata...