Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Lanfranco martire

Date rapide

Oggi: 23 giugno

Ieri: 22 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniPoliticaFondazione Ravello, Comune ufficializza i suoi rappresentanti

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCon il Cuore. Dona alle mense francescane e aiuta i poveri in questo periodo di grande difficoltà

Politica

Fondazione Ravello, Comune ufficializza i suoi rappresentanti

Scritto da (Redazione), venerdì 24 gennaio 2020 13:13:07

Ultimo aggiornamento domenica 26 gennaio 2020 12:29:01

Il Comune di Ravello ha ufficialmente espresso, con decreto sindacale prodotto in data odierna, i propri rappresentanti in seno al Consiglio Generale d'Indirizzo della Fondazione Ravello.

Designati il sindaco Salvatore Di Martino, l'avvocato Paolo Imperato (già sindaco di Ravello e consigliere d'Indirizzo) e Michelangiolo Mansi, ex ragioniere capo del Comune e già consigliere d'Amministrazione della Fondazione).

«Ravvisate le ineludibili necessità ed urgenza, al fine di disinnescare un pericoloso tentativo di riscrittura statutaria destinata a compromettere le sorti della Fondazione Ravello, la sue finalità ispiratrice e la ragione stessa della sua costituzione» si legge nel decreto (scaricabile in basso) comunicato ahli altri due soci fondatori, Regione Campania e Provincia di Salerno e ai due soci ordinari MIBACT ed EPT.

Nelle prossime ore sono attese le nomine da parte della Regione Campania e della Provincia di Salerno. Per la prossima settimana potrebbe anche convocarsi il Consiglio chiamato ad approvare (previe modifiche) il nuovo statuto partorito dal commissario straordinario Mauro Felicori e nominare i componenti il Consiglio di Amministrazione per l'elezione del nuovo presidente.

LA NOTA DEL COMUNE DI RAVELLO

Vogliamo sintetizzare un processo che ha visto l'Amministrazione Comunale di Ravello protesa unicamente ad assicurareuna ripartenza della Fondazione Ravello che dal 2016 ha segnato un declino costante e continuo, culminato nell'ultimo sciagurato anno di gestione Commissariale.

Nel novembre 2018 il Sindaco di Ravello, dopo essersi sacrificato inutilmente per dare una svolta a Organi da altri voluti, designati e presidiati, chiedeva a viva voce il Commissariamento della Fondazione ai sensi dell'art. 25 del Codice Civile, affinché un Commissario in pochissimi mesi realizzasse il raccordo fra i 5 Soci della Fondazione per definire un nuovo Statuto condiviso e far ripartire la Fondazione ponendo al centro della Nuova Fondazione la gestione unitaria dei 3 beni culturali (Villa Rufolo, Villa Episcopio, Auditorium Niemeyer.

Nel corso della presentazione agli Operatori di Ravello del neonominato Commissario Felicori (febbraio 2019), il Sindaco Di Martino fu finanche duro e aspro nel sottolineare i concetti sopra esposti in termini temporali e di sostanza sul ruolo e durata del Commissario, come la legge detta.

Sei mesi di vuoto totale sull'unico fronte che per legge doveva vedere impegnato il Commissario; un festival e una serie di scelte che azzeravano i 15 anni della Fondazione Ravello e i 67 anni del glorioso Festival di Ravello, inducevano la Regione Campania, si badi bene, quale Ente Controllante sulla Fondazione e non quale Socio della Fondazione, ad elargire ulteriori 6 mesi di incarico e stipendio al Commissario.

Dopo ulteriori sei mesi e 100.000 euro spesi, le rovine crescevano e partiva una pericolosissima deriva che non residuava all'Amministrazione Comunale alcuna alternativa: spazzare via un anno di Commissariamento e ripartire dai resti del dicembre 2018; sicuramente con il rammarico di aver perso un anno, ma altrettanto sicuramente, con la coscienza pulita di aver sempre e solo perseguito l'interesse pubblico, nonostante in questo anno l'Amministrazione Comunale Rinascita Ravellese sia stato bersaglio privilegiato di una certa stampa arcinota, e addirittura dai protagonisti dello sfacelo, che per gli ultimi cinque anni avevano presidiato tutti gli Organi della Fondazione, preoccupandosi di portare a casa solo biglietti omaggio e piccole vendette personali, tutto a danno della nostra collettività.

Dopo l'Assemblea pubblica di novembre scorso, l'Amministrazione Comunale ha avviato un percorso di confronto e di aperture accettando anche di coinvolgere le Opposizioni, dando loro voce e possibilità di indicazioni, per la prima volta da diciassette anni; ma a quanto pare tutto questo è servito solo a far rivoltare la frittata ai soliti urlatori e leoni da tastiera, che non hanno portato alcun contributo né di idee né di nomi.

Abbiamo chiuso il cerchio con una scelta ponderata e ferma. Abbiamo ritenuto che la drammaticità della situazione determinatasi, richiedesse non voli pindarici e nomi altisonanti, ma personalità ben ferme e determinate che potessero coniugare anche una intima conoscenza della Fondazione, portata a fase terminale da persone assenti sul territorio, prive di idee, onerose, e animate da propositi e obiettivi che ci sfuggono se, per correttezza istituzionale e civica, dobbiamo evitare retropensieri e/o cattivi pensieri.

Alla fermezza e determinazione dimostrata con la loro vita pubblica e privata, l'Avvocato Paolo Imperato e il Ragioniere Michelangiolo Mansi, sommano un'intima conoscenza della Fondazione per aver occupato per anni scranni importanti nei suoi Organi; a loro due si è inteso dare il massimo supporto e sostegno per tutto quanto andranno ad operare ed affermare, affiancando loro il legale rappresentante del Comune di Ravello, il Sindaco avv. Salvatore Di Martino, anche lui storico componente del CdI.

I nomi e l'assetto finale sono stati proposti unicamente dai Consiglieri di Maggioranza come da regolamento comunale; nessuna indicazione ci è venuta da altri.

"Vorrei che fosse chiaro a tutti che la politica del 'tanto peggio tanto meglio', non ci è mai appartenuta" dichiara il Sindaco Di Martino che aggiunge: "ma vorrei fosse ancora più chiaro che stiamo parlando di Ravello, eccellenza mondiale fra le località turistica, e stiamo parlando di Fondazione Ravello, eccellenza mondiale fra le realtà culturali; l'impegno di tutti dovrebbe essere corale e unanime pur nel rispetto dei ruoli e delle competenze. La drammaticità del momento e gli attacchi aperti e/o celati che ci stanno pervenendo da personaggi inqualificabili, richiederebbero un atteggiamento di responsabilità da parte di tutti, in ogni caso di certo non la condivisione e collusione con i protagonisti dello sfacelo, da parte di chi si dichiara su altri tavoli "Per Ravello". Noi rimaniamo aperti a collaborazioni e condivisioni, ufficiali, trasparenti e leali; mai come in questa circostanza lo abbiamo dimostrato. Chi vorrà continuare ad operare sul tavolo dei due forni, chi vorrà continuare ad adulare, difendere e corteggiare gli aggressori di Ravello, lo faccia pure; noi siamo impegnati in altra direzione e non ci faremo distrarre da costoro, ma i Ravellesi hanno buona memoria come hanno sempre dimostrato, essi sapranno ricompensare chi vive in una campagna elettorale continua fatta solo di spargimento di veleni e di campagne acquisti".

Il Decreto è stato comunicato ai due Soci Fondatori Regione e Provincia ed ai due Soci ordinari MIBACT ed EPT anch'essi, a tutti gli effetti, Soci aventi diritto, nonostante il Commissario Felicori, e non solo, dimostri di ignorarlo.

Quelle che saranno le prossime azioni che i nominati e l'Amministrazione Comunale di Ravello metteranno in campo, dipenderà dai comportamenti degli altri Soci del sodalizio, a incominciare dalla Regione Campania che, dovrà dismettere i panni del Soggetto Controllante, per indossare quelli di Socio istituzionale della Fondazione Ravello, all'interno della quale, come avvenuto dalla sua costituzione, pretenderemo la pari dignità formale e sostanziale, rifiutando qualsiasi altro principio, in specie se di natura volgarmente e commercialmente economica, salvo a statuirlo, addivenendo ad una Fondazione di Partecipazione, attraverso un percorso democratico, condiviso e non certo di prevaricazione e/o fagocitato.

Il Gruppo di Rinascita Ravellese è compatto a sostegno di Ravello e di quanti si stanno sacrificando per sostenere una azione di "dignità collettiva", di riconoscimento e riconoscenza a quanti hanno in passato costruito per Ravello, e di quanti vorranno affiancarsi su questo cammino.

 

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

File Allegati

Fondazione Ravello, Comune ufficializza i suoi rappresentanti
decreto nomina.pdf

rank:

Politica

De Luca bacchetta Scurati a Fiera Libro: «Programmazione in piena libertà, al di là di forme di cialtroneria e maleducazione istituzionale»

Si presenta la Fiera del Libro, in programma a Napoli dal primo al 4 luglio. Ma l'occasione, dopo lo strappo consumatosi con Antonio Scurati, dimessosi dalla presidenza della Fondazione Ravello, a pochi giorni dal decreto di nomina da lui firmato, è propizia per il presidente della Regione Campania,...

Fondazione Ravello, sindaco difende De Luca e accusa Scurati: «E' stato improvvido»

«Antonio Scurati ha fatto un grandissimo errore: quello di non seguire le regole. La libertà si ha perché c'è il rispetto delle regole. Noi siamo schiavi delle regole per avere la libertà altrimenti non l'avremmo. Questo è il principio fondamentale fondante della libertà». Lo ha dichiarato ieri il sindaco...

Fondazione Ravello: Imperato potrebbe traghettare l'ente

Quando mancano meno di dieci giorni all'inizio del Festival musicale, le dimissioni del presidente della Fondazione Ravello, lo scrittore Antonio Scurati, lasciano una velenosa scia di polemiche e soprattutto aprono un pericoloso vuoto di potere al vertice dell'ente. Chi firmerà i contratti degli orchestrali,...

Ravello, è rottura totale tra Sindaco e Vice. Di Palma pronto ad abbandonare Di Martino [VIDEO]

RAVELLO - Ieri, nel corso del Consiglio comunale fiume sul bilancio, durato 6 ore e 40 minuti, il consigliere del gruppo di minoranza Ravello nel Cuore, Nicola Amato, ha avanzato la proposta di inserire all'interno del DUP (Documento Unico di Programmazione) Dup il riconoscimento al lavoro svolto dall'Amministrazione...

"Maiori di nuovo" sullo stato del fiume Reginna: «Sembra di stare nella giungla»

«Evidentemente l'esperienza tragica dell' alluvione del 1954 non è bastata. Basta affacciarsi a guardare il letto del fiume Reginna a partire dalla località San Pietro per rendersi conto della giungla che caratterizza il posto a cui si aggiungono detriti e rifiuti di ogni genere. Chiediamo conto di questa...