Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 0 secondi fa S. Agnese vergine

Date rapide

Oggi: 21 gennaio

Ieri: 20 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniPoliticaFondazione Ravello, Comune ai margini. Nicola Amato invoca Consiglio Comunale: «Sindaco unico responsabile dell'accaduto»

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Politica

Fondazione Ravello, Comune ai margini. Nicola Amato invoca Consiglio Comunale: «Sindaco unico responsabile dell'accaduto»

Scritto da (Redazione), venerdì 3 gennaio 2020 09:09:17

Ultimo aggiornamento venerdì 3 gennaio 2020 09:32:56

La notizia dell'approvazione, da parte della Regione Campania, del nuovo statuto della Fondazione Ravello, col Comune messo ai margini (potrà esprimere soltanto un consigliere di amministrazione rispetto ai tre della Regione) anima il dibattito delle ultime ore in paese. Nicola Amato di Ravello nel Cuore è il primo esponente politico locale a intervenire, chiedendo nuovamente al sindaco Di Martino, ritenuto il responsabile unico di questa situazione, la convocazione di un Consiglio Comunale ad hoc che potrebbe anche sancire la definitiva uscita del Comune dalla Fondazione. "Questa emarginazione del Comune di Ravello impone atti e comportamenti esemplari" ribadisce Amato.

Segue nota integrale a firma di Amato trasmessa stamani alla nostra Redazione.

 

E' di questi giorni la notizia della nascita della nuova Fondazione Ravello, il cui statuto, dopo 11 mesi di gestione commissariale, è stato approvato dalla Giunta regionale della Campania (seduta del 30 dicembre 2019, ore 10,30, argomento nr, 7. Proponente presidente De Luca Vincenzo. Oggetto: Fondazione Ravello. Modifiche statutarie).

Ed è proprio tutto nuovo l'organismo associativo che emerge dalla bozza statutaria che è stata portata a conoscenza dello scrivente.

Dalla lettura dello stesso, se dovesse corrispondere al documento ufficiale allegato alla deliberazione ufficiale, si resta esterrefatti, sia sul contenuto del testo, uno statuto completamente nuovo, col quale viene cassata la storia (ben 17 anni) di Fondazione Ravello, sia in merito alla rappresentanza dei soci fondatori (sproporzionata a favore della Regione Campania), sia soprattutto in merito alla gestione dell'Auditorium Oscar Niemeyer.

Senza che la bozza statutaria fosse stata condivisa dagli enti soci, la Regione (vero asso pigliatutto) con tre consiglieri, rispetto ad uno del Comune di Ravello e uno della Provincia di Salerno, decide da sola che l'Auditorium di proprietà del Comune di Ravello possa essere conferito/gestito dalla Fondazione!

Fondazione Ravello, di fatto, non esiste più, la denominazione del nuovo organismo dovrebbe essere Fondazione Regionale per Ravello!

Alla fine il Sindaco di Ravello che ha sollecitato la nomina di un Commissario, per fare ordine in Fondazione, si è ritrovato, come più volte ribadito, con un pugno di mosche.

Io non so se il mondo gira al contrario, ma sapendo leggere anche sottosopra penso che i cittadini ravellesi siano stati espropriati della possibilità di scegliere e decidere, altro che ravellesità, altro che centralità comunale!

Dopo diciassette anni il Comune di Ravello è fuori dalla Fondazione, a tutti gli effetti, ovvero nulla più conta in Fondazione, se non in modo marginale!

Questa emarginazione del Comune di Ravello impone atti e comportamenti esemplari.

Per questo si chiede al Sindaco di Ravello, ad oggi unico responsabile di quanto accaduto, in forma pubblica, attraverso un organo di stampa, verificato ed acquisito il documento ufficiale regionale: la convocazione d'urgenza del Consiglio comunale per discutere:

  1. Su tutto quanto successo dal 27 novembre 2018 a tutt'oggi in Fondazione Ravello;
  2. Sull'uscita immediata del Comune di Ravello dalla Fondazione;
  3. Sulla richiesta all'organo regionale di controllo sulle Fondazioni della nomina di una commissione di verifica della gestione della fondazione Ravello degli ultimi cinque anni alla luce del memorandum dell'avv. Della Pietra.

Con all'o.d.g. del Consiglio comunale: Fondazione Ravello discussione e provvedimenti. Inserendo nel fascicolo di consiglio ogni documento utile, ad oggi non a conoscenza dei consiglieri comunali, dei rapporti tra Comune, Regione Campania e Commissario Felicori.

Lo scrivente auspica che il Sindaco non si sottragga al confronto richiamando il Regolamento comunale che prevede le formalità di richiesta della convocazione, così come si è espresso nell'ultimo consiglio comunale, rispetto a precedente e quasi identica richiesta (31 ottobre 2019), presentata in tempi non sospetti (che se fosse stata discussa avrebbe prodotto risultati ben differenti da quelli attuali).

I fatti gravi del momento impongono l'esercizio dell'autonomia riconosciuto per legge ad una comunità locale e un decisionismo collegiale che non può essere appannaggio di una sola parte politica, nè tantomeno di una sola persona.

Ravello 3 gennaio 2020

Il Capogruppo consiliare di Ravello nel Cuore

dott. Nicola Amato

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Vietri, L'Alternativa blocca la vendita del patrimonio immobiliare del Comune

I Consiglieri di minoranza del gruppo "L'Alternativa" - Antonella Scannapieco, Maurizio Celenta, Alessio Serretiello e Antonietta Raimondi - con nota n. 707 protocollata in data 19 gennaio 2021 indirizzata al Sindaco, all'Ass.re Urbanistica, al Segretario generale, ai responsabili dei settori legale,...

Insieme per Ravello: «Assessora Pinto confusa e felice»

A Ravello si alza il livello dello scontro politico tra maggioranza e opposizione sull'argomento scuola. Ieri, all'interrogazione del gruppo di minoranza "Insieme per Ravello" circa il malfunzionamento dell'impianto di riscaldamento del plesso scolastico di Via Roma era seguita una dura replica dell'assessore...

L'Alternativa sull'avviso di selezione Vietri Sviluppo: «Ambiguo e non trasparente, va riformulato»

Con nota protocollata in data 12 gennaio 2021, indirizzata al Sindaco, al Segretario generale, al Presidente della "Vietri Sviluppo Srl" ed al Revisore dei Conti, i consiglieri di minoranza del gruppo "L'Alternativa" - Maurizio Celenta, Antonella Scannapieco, Alessio Serretiello e Antonietta Raimondi...

Emergenza Covid a Maiori, i consiglieri D'Amato e Romano: «Nuovi errori e distrazioni ci trascinerebbero al peggio»

«Chiediamo all'Amministrazione comunale ed alle Istituzioni tutte di essere coerenti con la gravità dell'emergenza in atto e di chiudere la stalla prima che i buoi scappino di nuovo! Nuovi errori e distrazioni ci trascinerebbero al peggio ed in tal caso la Zona Rossa sarebbe solo un esercizio di stile!»....

Emergenza Covid a Ravello: dal Comune ancora nessuna stretta “reale” per il contenimento del virus

A Ravello permane lo stato di preoccupazione nell'emergenza epidemiologica che ha fatto schizzare a 25 i casi di positività da Covid-19. Chi si aspettava misure draconiane in attesa dei 120 test programmati su altrettanti cittadini, contatti diretti degli attualmente positivi per il 7 e 9 gennaio, è...