Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa SS. Simone e Giuda

Date rapide

Oggi: 28 ottobre

Ieri: 27 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniPoliticaElezioni Ravello, la lettera aperta del prof. Sorrentino ai tre candidati sindaco

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Politica

Elezioni Ravello, la lettera aperta del prof. Sorrentino ai tre candidati sindaco

Scritto da (redazione), martedì 28 settembre 2021 16:29:32

Ultimo aggiornamento martedì 28 settembre 2021 17:34:17

 

Riceviamo e pubblichiamo lettera aperta a firma del professor Salvatore Sorrentino, già sindaco di Ravello, rivolta a i tre candidati alla carica di sindaco di Ravello: Salvatore Di Martino, Paolo Vuilleumier e Ulisse Di Palma relativamente alle condizioni di alcune strade periferiche di Ravello. Segue testo integrale della lettera.

 

Cari amici,

premetto che

  • mi posso permettere di chiamarvi tali, perché tali siete per me;
  • mi posso permettere di porvi le domande qui appresso indicate, perché riguardano molto semplicemente scelte che ho fatte io quando rivestivo la carica per la quale oggi concorrete;
  • mi posso altresì permettere in quanto elettore e cittadino di Ravello.

E vengo al dunque: vorrei conoscere le vostre intenzioni solo su tre dei problemi che soffre Ravello e cioè il completamento delle seguenti opere, incompiute da circa quarant'anni.

a: strada Castiglione-Ravello, completamento. Di certo non è degno di un paese civile, in particolare di Ravello, ciò che succede ancora oggi, specie durante la nostra per fortuna lunghissima stagione estivo-turistica, lungo la strettoia di Civita: venti minuti sotto il sole cocente per attendere il verde dopo il rosso; sì, 20 minuti, cronometrati; e sempre che ci sia un addetto all'apparecchiatura, altrimenti ... !!!!! E, siccome nei 40 anni entrano pure 5 anni di mia amministrazione, 1980-85, voglio spiegare qual era il problema allora.

La cosa non si poté fare perché la strada era classificata statale e, di conseguenza, doveva avere certi requisiti particolari che fu difficile ottenere, nei miei pur lunghi cinque anni. Oggi, essa è stata declassata a derelitta provinciale; fatto positivo, questo, per l'occasione, in quanto non deve più avere i requisiti di quel tempo: puo' essere molto più stretta, puo' avere qualche curvetta, anche qualche piccolo saliscendi. Ergo: la cosa si potrebbe facilmente concordare. Specie oggi, che

a) abbiamo tanti soldi dell'UE da spendere, specie nel Mezzogiorno, per il Recovery plan (mi piace chiamarlo così);

b) abbiamo una ministra per il Mezzogiorno nostra compaesana (o quasi), salernitana;

c) abbiamo un Ravellese Onorario, Ministro molto importante e influente in questo Governo (con un figlio di Ravello fra i suoi collaboratori);

d) abbiamo ancora un Presidente della Regione anch'egli salernitano, e ben addentro ai fatti e alle esigenze turistico-culturali di Ravello. A proposito di quest'ultimo punto, il d), non fidiamoci degli Studi di fattibilità, mi sa che fanno consumare inutilmente soldi e servono a dilatare a lungo i termini dei progetti(incarico, incontri per presentare i problemi, e, chi più ne sa ne metta, passano mesi e anni e, alla fine, le regole sono cambiate, le amministrazioni locali pure, con progetti diversi, non fosse altro che per far dispetto a quelli di prima, e... stop.

Occorre, a mio modo di vedere, intavolare rapporti diretti e personali con chi deve finanziare; senza troppe chiacchiere: presentare il progetto, chiedere che, finalmente, dopo 40 lunghissimi anni, sia portata a termine un'opera di vitale importanza non solo per Ravello, ma pure per Scala, Tramonti alta, i comuni tutti della Costiera, nei periodi di maggior afflusso turistico e, quindi, automobilistico

Vedrete che i soldi arriveranno!

2a: Strada interpoderale "San Cosma - Casarossi - Traversa - Pendola. Quest'opra fu cominciata nei primi anni '80 del secolo scorso, circa 40 anni fa! Essa, nell'85 era da poco iniziata, una serie di vicende, dopo di me, non voglio assolutamente cercare responsabilità, forse non sono nemmeno a Ravello, bensì a Roma, è passata per le amministrazioni Di Martino, Amalfitano, Imperato e pure Vuilleumier, fino al 2006, allorché fu celebrata la conclusione del primo tratto (e non voglio dire per merito di chi, certo pure di vari amministratori).

Bene. Cioè male! Da allora, nessuno si è mai preoccupato di portar avanti il progetto originario, approvato da tutti gli enti responsabili: comune, comunità montana, regione, autorità dei beni ambientali e paesaggistici. E i limoneti e i boschi ad essi adiacenti stanno andando all'abbandono, se non addirittura in rovina.

E questo, alla fin fine, potrebbe pure essere accettato: gli interessi non sono più rivolti all'agricoltura, non vale più la pena di spendere soldi per una strada che servirebbe a ben poco. Si puo' non essere d'accordo su una giustificazione del genere, ma ci potrebbe stare pure!

La cosa ASSURDA, ma veramente assurda, inconcepibile, incomprensibile, autolesionista è un'altra: un'altra, nel frattempo, amministrazione, non so, né devo io sapere, ha appaltato, non so se è il termine adatto, i lavori di smaltimento delle acque fognarie di alcune parti della Costiera. Fra questi ha ideato, attenzione, un impianto di sollevamento delle acque fognarie della nostra frazione Sambuco, dalla località Pendola, fino all'altezza del nostro Cimitero. E hanno già interrato il tubo di dette acque da giù alla Pendola fino al cimitero; cioè da quota sotto i 300 m slm fino a oltre 400 m slm, cioè 120-130 metri di sollevamento delle acque fognarie; e non so se pure piovane, come nel resto della nostra città.

Ma sapete quanto dovremmo spendere, in avvenire, per questo sollevamento? Io non sono in grado di fare di simili previsioni, ma immagino che saranno parecchie decine, se non centinaia, di migliaia di euro l'anno di energia elettrica.

Non basta. Già l'impianto di sollevamento, di per sé costa tanto. Aggiungiamo che:

  • di certo, occorrerà un impianto di riserva;
  • di certo ci saranno dei guasti, di tanto in tanto;
  • di certo ci vogliono dei gestori umani, quindi a pagamento, 24 ore su 24 al giorno, 7 giorni a settimana, 12 mesi l'anno;
  • facilmente, calcolando la franosità della zona, di tanto in tanto, gli amici nostri confinanti, i minoresi, si vedranno arrivare fin sulla spiaggia le ..., e le, come chiamate voi? ... dei Sambucani;
  • tutto questo senza contare i rischi idro-geologici.

Ma ci rendiamo conto?

Guardiamo come si risolverebbe questo gravissimo costosissimo problema: con una spesa certamente anche inferiore, si continuerebbe la costruzione della strada di cui stavamo parlando, lungo la quale si interrerebbe un tubo di acque fognarie normali, le quali, per caduta, senza alcun impianto, arriverebbero alla nostra località Rotonda, dalla quale già si diparte la rete fognaria nostra, realizzata all'epoca della mia seconda amministrazione.

Ci rendiamo conto? Lascio a voi la conclusione di questo punto della mia lettera; vi prego di illustrarla.

3a incompiuta: Strada interpoderale "SS 373 di Ravello (una volta!) - Torretta Marmorata - Zia Marta". Per la salvaguardia di tanti bellissimi (e abbandonatissimi) limoneti, che, dalla Torretta Marmorata, arrivano, attraversando Via Gradoni Santa Croce, alla vera Via Zia Marta, quella che nemmeno amministratori e Tecnici dell'UTC sanno dove si trovi, purtroppo: una zona bellissima e fertilissima di Ravello, divenuta ormai solo covo di topi e serpenti; oltre che di qualche campetto di fiorenti alberelli droganti.

Fine.

Mi piacerebbe avere le risposte durante i comizi che terrete in Piazza del Vescovado.

Cordiali saluti.

Salvatore Sorrentino

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

La politica e le istituzioni ricordano Donato Cufari: 21 ottobre il ricordo ad Amalfi

A sette mesi dalla morte, la Costiera Amalfitana ricorda Donato Cufari, storico sindaco di Vietri sul Mare, per circa un ventennio presidente della Comunità Montana "Penisola Amalfitana", assessore dei Comuni di Minori e Furore. Giovedì 21 ottobre, alle 18,00, negli antichi Arsenali della Repubblica,...

Stasera si riunisce la Conferenza dei Sindaci della Costa d'Amalfi

Si riunisce questa sera alle 18.00, al Palazzo Mezzacapo di Maiori, la Conferenza dei Sindaci della Costa d'Amalfi. Sarà la prima seduta dopo le elezioni in cinque comuni del comprensorio. La convocazione è avvenuta informalmente, attraverso il gruppo Whats App della Conferenza a cui sono stati aggiunti...

Maiori, bocciata commissione per “alternative” a depuratore. L’ira del Comitato “NoDep”

In una nota trasmessa alla nostra redazione, i componenti il comitato "Tuteliamo la Costiera Amalfitana", rappresentato da Gaetano Cantalupo, relazionano sul Consiglio comunale di Maiori svoltosi ieri, 12 ottobre, in cui, su iniziativa delle minoranze, si è tornatati a discutere dello spinoso argomento...

Rinascita Ravellese, gruppo Di Palma responsabile sconfitta Di Martino. «Complicità sottobanco con neo-eletta Maggioranza»

«Il sospetto di una chiara complicità sottobanco con la neo-eletta Maggioranza». E' quanto ipotizza il gruppo Rinascita Ravellese all'esito del responso delle urne, puntando l'indice contro la lista "Ravello va oltre" di Ulisse Di Palma, indicata quale responsabile della débâcle dell'uscente Salvatore...

G20, ministro Luigi Di Maio: «Grazie Sorrento, modello di ospitalità»

«Uno speciale ringraziamento a questa magnifica città e al sindaco Massimo Coppola, per la disponibilità e la collaborazione dimostrate nell'accogliere il G20». Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, giunto a Sorrento per l'apertura della quattro giorni...