Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Saba abate

Date rapide

Oggi: 5 dicembre

Ieri: 4 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaIl Panettone artigianale della Pasticceria Gambardella, da oggi a portata di click. Gambardella, Minori, Costiera AmalfitanaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniPoliticaDue progetti per la Costiera Amalfitana

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di Click

Politica

Progetti, sviluppo, progresso, mare, Costa d'Amalfi

Due progetti per la Costiera Amalfitana

Il restyling del water front di Maiori e una stazione marittima per Amalfi

Scritto da (Redazione), martedì 12 maggio 2020 16:23:29

Ultimo aggiornamento martedì 12 maggio 2020 16:31:27

Due progetti per la Costiera Amalfitana: il restyling del water front di Maiori e una stazione marittima per Amalfi. Sono quelli proposti dall'ex sindaco di Furore Raffaele Ferraioli, già presidente della Comunità Montana "Penisola Amalfitana", senza dubbio tra i politici più illuminati della Costiera Amalfitana dell'ultimo mezzo secolo che sceglie Il Vescovado per illustrarli.

di Raffaele Ferraioli

RESTYLING DEL WATER FRONT DI MAIORI

Mi sia consentito esternare qualche mia idea di viandante che gode dell'andare a zonzo su e giù per la Divina, riflettendo, osservando, proponendo.
Questa volta "zonzo" è Maiori, la Reghinna Maior, quella della spiaggia più lunga, del lungomare più ampio, offeso dalla presenza di casermoni assolutamente estranei all'architettura tradizionale della Costa d'Amalfi. Il risultato della ricostruzione post alluvione del 1954. La Maiori vera finisce per ritrovarsi nascosta, alle spalle dei palazzacci del fronte mare.

Arriva dall'UNESCO la prima condanna, ma nessuno se ne accorge: Maiori viene esclusa dal riconoscimento di "patrimonio mondiale dell'umanità" assegnato alla Costa d'Amalfi. Clamoroso! Ma nessuno reagisce, nessuno s'indigna, nessuno pensa di progettare la rigenerazione estetico-paesaggistica di un lungomare offeso, sedotto e abbandonato. La sciatteria è dura a morire.

A voler essere minimamente critici si può osservare che la stessa pavimentazione di questa splendida passeggiata lungo il mare, fatta di cubetti di porfido di estrazione veneta, è discutibile. Ma nessuno ci fa caso. Io credo sia tempo di redigere un progetto di rigenerazione urbano di tutto il fronte mare che potrebbe portare il titolo di "Restyling del Water Front" attraverso un grande concorso di idee di architettura del paesaggio, al quale chiamare a partecipare le migliori firme di architettura del paesaggio a livello internazionale.

Molto sinteticamente gli obiettivi da perseguire possono essere così riassunte:
• Ideazione di "quinte" artistiche che nascondano i casermoni e riqualifichino l'immagine di Maiori vista da mare;
• Realizzazione di un by pass interrato, sotto il livello dell''attuale strada che taglia l'accesso al mare, riservato al traffico automobilistico;
• Ridisegno dell'arredo urbano di tutto il lungomare;
• Interramento delle attrezzature balneari.
I risultati attesi riguardano la riqualificazione del paesaggio "vista mare" con la riscoperta dei valori identitari dell'antica Reghinna Maior. Il che non è poco!

LA STAZIONE MARITTIMA CHE NON C'E'

Si stenta a crederlo ma, purtroppo, è questa la realtà: Amalfi, città di mare per eccellenza, prima Repubblica Marinara d'Italia, ha un piccolo porto con un traffico essenzialmente destinato al trasporto turistico, ma non ha una stazione marittima. Il terminal, come lo chiamano gli esperti, non c'è. Non c'è mai stato, con buona pace degli utenti, turisti e residenti, ma soprattutto, degli amministratori locali. Un'opera che dovrebbe essere al centro del dibattito politico istituzionale è, invece, completamente ignorata.

La mancanza di una tale struttura che sarebbe utile anche per gli utenti del servizio di trasporto automobilistico, significa la presenza in superficie sulla banchina di orrendi chioschi, adibiti a biglietteria con lunghe code di turisti a fare la fila sotto il sole o sotto la pioggia. Mancanza, quindi, di servizi igienici, di sale di attesa di ristoro, di corner d'informazione e di assistenza. Credetemi: una situazione da terzo mondo!

Le possibili soluzioni sono:
• Realizzazione di una galleria scavata in roccia sotto il costone che ospita il grappolo di case, dirimpettaio di Piazza Flavio Gioia;
• In alternativa: Costruzione fuori terra di una struttura architettonicamente preziosa, previa redazione di un apposito progetto a firma di un professionista di chiara fama;
• Tale ipotesi di soluzione potrebbe contenere anche un'area di parcheggio che consenta di "nascondere"le autovetture e gli autobus in sosta.

Una tale opera è da ritenersi fondamentale per la rigenerazione urbana della "capitale" della Costa d'Amalfi.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Ospedale Costa d’Amalfi, Cobalto (FdI): «Ridicolo ringraziare De Luca»

Il passo indietro della Regione Campania sulla separazione del Presidio ospedaliero della Costa d'Amalfi dall'Azienda Ospedaliera e Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno ha tranquillizzato gli animi in Costiera Amalfitana. Ma ha anche lasciato perplessità circa le scelte del...

Ospedale Costa d’Amalfi, Piero De Luca (Pd): «Auspicabile riflessione ulteriore su riorganizzazione aziendale»

«Condivido le preoccupazioni dei sindaci della Costiera amalfitana sulla riorganizzazione aziendale del presidio ospedaliero Castiglione di Ravello». Così in una nota il deputato del Partito Democratico, Piero De Luca. «Ho raccolto le sollecitazioni che mi sono arrivate in queste ore dai tanti amministratori...

Ospedale Costa d’Amalfi fuori dall’Azienda Ospedaliera Ruggi. Mansi (PD Ravello): «La Regione faccia un passo indietro»

Il presidio ospedaliero della Costa d'Amalfi sarà presto fuori dalla rete dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno. Una scelta inaccettabile che vedrà il nosocomio costiero tra le strutture afferenti all'Azienda Sanitaria Locale di Salerno. Stravolgimenti...

Vietri, disagi per lavori stradali a Raito: L'Alternativa scrive al sindaco De Simone

«Abbiamo ritenuto di portare all'attenzione del Sindaco e degli Uffici preposti la situazione paradossale venutasi a creare a Raito di Vietri sul Mare, in via Gianturco, a seguito dello "pseudo"-inizio dei lavori relativi all'allargamento della sede stradale. Sono le parole presenti in un comunicato...

Sindaci Costa d'Amalfi a difesa dell'Ospedale di Castiglione: firmati atti ufficiali, chiesto incontro con governatore De Luca

Ognuno dei 14 comuni rappresentati nella Conferenza dei Sindaci della Costa d'Amalfi ha approvato delibera di giunta municipale con la quale si chiede al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, di revocare la delibera di giunta regionale, la 474 del 3 novembre, che di fatto "separa" il presidio...