Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Romano martire

Date rapide

Oggi: 9 agosto

Ieri: 8 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Gambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureRavello Festival 2020Terra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniNecrologiAddio Giovanni, amico vero. La tua presenza sarà sempre viva

Supermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Pasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Necrologi

Addio Giovanni, amico vero. La tua presenza sarà sempre viva

Scritto da (Redazione), domenica 24 maggio 2020 14:28:00

Ultimo aggiornamento domenica 24 maggio 2020 14:45:01

di Ulisse Di Palma

La notizia che non avrei mai voluto ricevere, dolorosa, è arrivata.

Giovanni Conte, l'amico di tutti non è più tra noi, proprio nel giorno che la Chiesa cattolica festeggia L'Ascensione ponte fra la Pasqua e la Pentecoste.

E, come l'Ascensione al cielo di Gesù che strappato alla morte è vivente nella Gloria di Dio nostro Padre, la vita acquista un valore più ampio e si apre ad orizzonti infiniti.

Caro Giovanni, non sono riuscito a fare più di tanto, ho fatto solo ciò che in scienza e coscienza ho potuto fare.

Ho sentito ogni giorno dei mesi passati fino ad oggi il tuo dolore penetrarmi, ho camminato con te e la tua amorevole famiglia la via della sofferenza.

Quanti viaggi della speranza abbiamo fatto, quante volte ci siamo sentiti persi, ma tu eri sempre pronto, con il tuo sorriso a rassicurarci, a lottare senza mai mollare fino alla fine.

Una sofferenza che merita compassione, rispetto e, che talvolta intimorisce.

Dolore, tristezza, delusione, disperazione, abbattimento, speranza, ecco questi i sentimenti che si sono susseguiti.

Quanti ricordi, amico mio che ci hanno legato sempre di più, in un vincolo stupendo e fraterno chiamato amicizia.

Sapevo, ma non volevo accettare.

La diagnosi ti aveva condannato.

Da quel momento il mio intimo tormento fra scienza e cervello, tra cuore e sentimento.

L'acquazzone estivo come la diagnosi ti bagna, ma poi finisce.

Il temporale invernale lento ed inesorabile nelle scarne parole, con violenza, ti distrugge.

Giovanni Conte ci ha lasciati!

Ci ha lasciati l'amico di tutti, il suscitatore di discussioni, il fine risolutore di contrapposti interessi (agli altri insanabili), ma per lui da portare a compimento.

 

Se c'è una città dei giusti nell'aldilà, sicuramente Giovanni l'avrà raggiunta.

Di questo sono sicuro, nei suoi tratti umani si è sempre adoperato per tutti.

Queste sue capacità, sicuramente in un tempo non molto lontano, le ha adoperate nel suo mondo lavorativo, in quella fabbrica a Battipaglia che è un piccolo consorzio umano dove non vince chi è duro ed inflessibile senza un'anima, ma piuttosto chi è pronto all'ascolto, al dialogo, chi vive con i propri simili al di là del rango sociale del posto che occupa in Azienda.

In quella fase c'era anche la forza fisica e, sicuramente Giovanni ha dato il meglio di sé, avrà capito e sarà stato compreso.

Una sorta di esilio quel lavoro, quella lontananza fisica che lo teneva lontano dalla sua amata Ravello, dove tornava per ritrovarsi con i suoi Amici di sempre, magari al bar di primo mattino, in quella piazza Vescovado, luogo di tutti dove poter agire, dove nuotare nelle proprie acque, in questo lembo di terra sospeso fra cielo e mare, dove i caratteri sono forti, con le proprie convinzioni, dove Giovanni trovava terreno fertile per essere sempre uomo di pace.

E, bello era stare assieme, tutti, nei tanti incontri conviviali da lui organizzati, stando attorno ad un tavolo, discorrendo liberamente, mangiando, ridendo e ritrovandosi Amici in momenti che diventavano di formazione, perché tanti di noi, dal suo modo di fare e di argomentare, abbiamo imparato tanto.

Giovanni Conte è stato un punto di riferimento, non codificato dalle consuetudini sociali, carismatico, intelligente e sempre disponibile.

Un altro pezzo di storia cittadina che va via, un pezzo di storia che lascia traccia, pieno di aneddotica, di riferimento a cui poter far ricorso in qualche particolare momento, perché sono sicuro che spesso tornerà la domanda: "Giovanni come si sarebbe comportato?".

Il magnifico realizzatore, l'entusiasta galvanizzatore di mille e uno iniziative, non cisarà più.

A chi resta, ai tanti amici, che pure rientrano nel novero della famiglia, il difficile compito di continuare quella che è stata la sua vocazione: "l'Amore per la famiglia, per la sua città, il vivere in amicizia, in semplicità".

L'eredità di insegnamenti di altruismo è il bene più prezioso che la famiglia si troverà a gestire.

Siate fieri, Mario e Francesca di aver avuto un padre così forte e presente, così carismatico e, tanto amorevole con te Elena, moglie adorabile e gentile.

Non doletevi di averlo perduto anzitempo, ma come recita un vecchio adagio, rallegratevi di averlo avuto.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Necrologi

A Bergamo è morto Salvatore Taddeo. Dolore a Minori

Dolore a Minori per la prematura morte di Salvatore Taddeo avvenuta a Bergamo dove viveva e lavorava. La notizia, tremenda per parenti e amici, è cominciata a diffondersi questa mattina, per strada e sui social. Aveva soltanto anni 55 Salvatore che da giovanissimo aveva lasciato la sua Minori per cercare...

Ravello, dolore per la morte di Lorenzo Di Palma

A Ravello i rintocchi lenti freddi della campana grande del Duomo di Ravello annunciano la morte di Lorenzo Di Palma. L'ex cuoco dell'ospedale San Leonardo di Salerno è spirato nella sua abitazione di Via Casa Bianca cedendo a una malattia invasiva scoperta da pochi mesi. Lo piangono: la moglie Concetta,...

Minori piange la scomparsa di Antonetta D'Amato: domani i funerali

È tornata alla casa del Padre Celeste, ricongiungendosi con l'amato sposo Andrea, Antonetta D'Amato, vedova Andro. Ne danno il triste annuncio: i figli Pasqualina e Aristide, i cognati, le care nipoti Alessia e Anita, la nuora Anna e i parenti tutti. I funerali si svolgeranno domani, giovedì 30 luglio,...

Minori dice addio allo chef Pantaleone D'Auria: a lui si deve la "riscoperta" degli 'ndunderi

A Minori i rintocchi della campana a lutto annunciano la morte di Pantaleone D'Auria. Nato a Ravello, nel borgo di Torello, si è spento dopo una vita intensa, dedicata interamente alla famiglia e al lavoro. Tra gli ultimi interpreti della cucina tradizionale della Costa d'Amalfi, al lui si deve il "ritorno"...

Se un Paradiso c’è, un posto è riservato a Mamma Rosa

di Antonio Schiavo Si dice che di mamma ce n'è una sola. Dal punto di vista biologico è sicuramente così, ma i percorsi di vita di ognuno di noi ti presentano figure femminili che ti danno affetto e supporto quasi al pari di chi ti ha generato. Nel mio caso Rosa ha rappresentato proprio questo dono avuto...