Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 32 minuti fa S. Anselmo vescovo

Date rapide

Oggi: 21 aprile

Ieri: 20 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneConnectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniNecrologiAddio Giovanni, amico vero. La tua presenza sarà sempre viva

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Necrologi

Addio Giovanni, amico vero. La tua presenza sarà sempre viva

Scritto da (Redazione), domenica 24 maggio 2020 14:28:00

Ultimo aggiornamento domenica 24 maggio 2020 14:45:01

di Ulisse Di Palma

La notizia che non avrei mai voluto ricevere, dolorosa, è arrivata.

Giovanni Conte, l'amico di tutti non è più tra noi, proprio nel giorno che la Chiesa cattolica festeggia L'Ascensione ponte fra la Pasqua e la Pentecoste.

E, come l'Ascensione al cielo di Gesù che strappato alla morte è vivente nella Gloria di Dio nostro Padre, la vita acquista un valore più ampio e si apre ad orizzonti infiniti.

Caro Giovanni, non sono riuscito a fare più di tanto, ho fatto solo ciò che in scienza e coscienza ho potuto fare.

Ho sentito ogni giorno dei mesi passati fino ad oggi il tuo dolore penetrarmi, ho camminato con te e la tua amorevole famiglia la via della sofferenza.

Quanti viaggi della speranza abbiamo fatto, quante volte ci siamo sentiti persi, ma tu eri sempre pronto, con il tuo sorriso a rassicurarci, a lottare senza mai mollare fino alla fine.

Una sofferenza che merita compassione, rispetto e, che talvolta intimorisce.

Dolore, tristezza, delusione, disperazione, abbattimento, speranza, ecco questi i sentimenti che si sono susseguiti.

Quanti ricordi, amico mio che ci hanno legato sempre di più, in un vincolo stupendo e fraterno chiamato amicizia.

Sapevo, ma non volevo accettare.

La diagnosi ti aveva condannato.

Da quel momento il mio intimo tormento fra scienza e cervello, tra cuore e sentimento.

L'acquazzone estivo come la diagnosi ti bagna, ma poi finisce.

Il temporale invernale lento ed inesorabile nelle scarne parole, con violenza, ti distrugge.

Giovanni Conte ci ha lasciati!

Ci ha lasciati l'amico di tutti, il suscitatore di discussioni, il fine risolutore di contrapposti interessi (agli altri insanabili), ma per lui da portare a compimento.

 

Se c'è una città dei giusti nell'aldilà, sicuramente Giovanni l'avrà raggiunta.

Di questo sono sicuro, nei suoi tratti umani si è sempre adoperato per tutti.

Queste sue capacità, sicuramente in un tempo non molto lontano, le ha adoperate nel suo mondo lavorativo, in quella fabbrica a Battipaglia che è un piccolo consorzio umano dove non vince chi è duro ed inflessibile senza un'anima, ma piuttosto chi è pronto all'ascolto, al dialogo, chi vive con i propri simili al di là del rango sociale del posto che occupa in Azienda.

In quella fase c'era anche la forza fisica e, sicuramente Giovanni ha dato il meglio di sé, avrà capito e sarà stato compreso.

Una sorta di esilio quel lavoro, quella lontananza fisica che lo teneva lontano dalla sua amata Ravello, dove tornava per ritrovarsi con i suoi Amici di sempre, magari al bar di primo mattino, in quella piazza Vescovado, luogo di tutti dove poter agire, dove nuotare nelle proprie acque, in questo lembo di terra sospeso fra cielo e mare, dove i caratteri sono forti, con le proprie convinzioni, dove Giovanni trovava terreno fertile per essere sempre uomo di pace.

E, bello era stare assieme, tutti, nei tanti incontri conviviali da lui organizzati, stando attorno ad un tavolo, discorrendo liberamente, mangiando, ridendo e ritrovandosi Amici in momenti che diventavano di formazione, perché tanti di noi, dal suo modo di fare e di argomentare, abbiamo imparato tanto.

Giovanni Conte è stato un punto di riferimento, non codificato dalle consuetudini sociali, carismatico, intelligente e sempre disponibile.

Un altro pezzo di storia cittadina che va via, un pezzo di storia che lascia traccia, pieno di aneddotica, di riferimento a cui poter far ricorso in qualche particolare momento, perché sono sicuro che spesso tornerà la domanda: "Giovanni come si sarebbe comportato?".

Il magnifico realizzatore, l'entusiasta galvanizzatore di mille e uno iniziative, non cisarà più.

A chi resta, ai tanti amici, che pure rientrano nel novero della famiglia, il difficile compito di continuare quella che è stata la sua vocazione: "l'Amore per la famiglia, per la sua città, il vivere in amicizia, in semplicità".

L'eredità di insegnamenti di altruismo è il bene più prezioso che la famiglia si troverà a gestire.

Siate fieri, Mario e Francesca di aver avuto un padre così forte e presente, così carismatico e, tanto amorevole con te Elena, moglie adorabile e gentile.

Non doletevi di averlo perduto anzitempo, ma come recita un vecchio adagio, rallegratevi di averlo avuto.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Necrologi

Scala, addio a Luigi Ferrigno: domani i funerali

Scala piange la scomparsa di Luigi Ferrigno. Ne danno la ferale notizia alla Comunità: la moglie Angela, i figli Pasquale, Maria, Paola e Gabriella, la nuora, i generi, i cari nipoti e i parenti tutti. I funerali si svolgeranno domani, giovedì 15 aprile, alle 9.30 nel Duomo di Scala. A causa delle restrizioni...

Minori, addio a Mino Infante

E' una sera triste, questa, a Minori, per la scomparsa di Carmine (Mino) Infante. Ne danno il triste annuncio il figlio Luigi, la nuora Sofia, l'adorato nipote Carmine, le sorelle Bianca, Rosa, Silvana e Patrizia, i fratelli Vincenzo, Nunzio e Sergio.Ex impiegato delle Poste in quiescenza, aveva 82 anni....

La stella di Salvatore che brilla nel firmamento di Ravello

di Salvatore Ulisse Di Palma La lista di quelli che furono padri e maestri della nostra comunità Ravellese, purtroppo si va sempre più assottigliando. I capisaldi, le intuizioni felici, i consigli, la loro esperienza di vita, patrimonio dei Ravellesi tutti, si va sempre più impoverendo. Riusciremo noi...

Lutto a Ravello, si è spenta a Roma la signora Eva Deinhammer Caruso

Si è spenta a Roma, all'età di 94 anni, la signora Eva Deinhammer, vedova Caruso. Ne dà il triste annuncio alla comunità la figlia Annamaria. Originaria della città austriaca di Linz, la signora Eva aveva sposato Gino Caruso che col fratello Paolo ha gestito per anni lo storico hotel Caruso. Fino agli...

Ravello, Sindaco ricorda Salvatore Calce: «Ha fatto della ristorazione una vera arte»

«Pioniere e custode della memoria storica di Ravello. Un esempio per le generazioni future: Ha fatto della ristorazione una vera arte!». Così il sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino, ricorda Salvatore Calce, decano dei ristoratori ravellesi, scomparso questa mattina. Nel 2018 il fondatore del ristorante...