Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Siro vescovo

Date rapide

Oggi: 9 dicembre

Ieri: 8 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaAuguri di Buon Natale dalla Pasticceria Pansa. Acquista on line i panettoni artigianali www.pasticceriapansa.itMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeePasticceria Gambardella Augura a tutti Buon Natale e Buone Feste. Acquista on line il Panettone artigianale firmato Pasticceria Gambardella, dal 1963 sinonimo di eccellente qualità Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoRavello d’inverno, qui lo spirito si eleva in una sensazione di dolcezza infinita

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

A Minori finalmente la fibra ottica FTTH con ConnectiviaAcquista on line il Panettone Campione del Mondo. Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i lettori de Il Vescovado un buon Natale

Lettere al Vescovado

Ravello d’inverno, qui lo spirito si eleva in una sensazione di dolcezza infinita

Scritto da (redazionelda), giovedì 18 febbraio 2021 18:50:19

Ultimo aggiornamento domenica 21 novembre 2021 12:14:42

Appena una anno fa, nel febbraio 2020, pochi giorni prima che il mondo piombasse nella pandemia con conseguente lockdown, una nostra affezionata lettrice che risiede da decenni a Vipiteno (suggestiva cittadina in provincia di Bolzano, ora ricoperta dalla neve con temperatura -18) ma originaria di Napoli, è tornata nella sua terra natìa per far visita a parte della famiglia. Il suo desiderio: visitare posti dell'infanzia e posti del cuore, visti di sfuggita da piccola o mai conosciuti. La Costa d'Amalfi e Ravello in cima alla lista. Il racconto di una indimenticabile domenica trascorsa nella Città della Musica in pieno inverno, riportato di seguito, si conclude con la speranza che l'immensa ricchezza rappresentata dalla Costiera amalfitana "possa essere custodita e salvaguardata nel tempo perché a tutte le generazioni future sia consentito goderne, come è stato possibile a me in questa soleggiata giornata di Febbraio."

A distanza di un anno pubblichiamo questa significativa testimonianza con l'augurio, condiviso con la nostra lettrice, che i problemi che stanno attanagliando quest'angolo di Paradiso (il pensiero va alla frana di Amalfi) si risolvano al più presto, proprio per consentire a quanti vogliano farne esperienza, di tornare nella Divina appena la situazione sanitaria lo consentirà.

 

Ravello d'inverno, laddove lo spirito si eleva in una sensazione di dolcezza infinita

di Elvira Paudice

«Fa bene al cuore ricordare l'esperienza indimenticabile e ricca di emozioni, inaspettate e ineffabili, di chi, come me, originaria del Sud ma residente da lungo tempo in Alto Adige, ritorna dopo quasi 50 anni in Costiera amalfitana della quale ha solo un vaghissimo ricordo, e visita anche luoghi mai visti.

Parto in mattinata per raggiungere Ravello. Durante il tragitto ammiro con lo sguardo attento la bellezza della Costa, accentuata e ravvivata dalla vivida luce di un sole invernale particolarmente tiepido che investe le estese acque del Golfo, rendendolo di un azzurro luccicante. Mi attrae molto anche la colorata vivacità dei centri cittadini: Vietri, Cetara, Maiori, Minori, dove mi fermerò al ritorno per gustare qualche tipica specialità culinaria.

Finalmente a Ravello! Una meta mai vista prima e da troppo (lungo) tempo agognata! Salgo attraverso stradine molto curate verso Villa Cimbrone. La prima soddisfazione all'arrivo è quella di chi sente di aver raggiunto un obiettivo tante volte sognato e sperato, dopo aver visto il luogo solo attraverso fotografie o in televisione.

Ma non finisce qui, perché in un crescendo di scoperte interessanti e visioni idilliache (mi accolgono l'epigrafe col verso terenziano Nihil (Nil) humani a me alienum puto e la testimonianza della permanenza di Greta Garbo), scopro l'esistenza di un prestigioso albergo con ristorante stellato. Proseguendo per sentieri nei quali lo sguardo può spaziare dal verde rigoglioso dei boschi all'azzurro limpido dell'ampia distesa del mare e respirando un'aria pura e trasparente, arrivo fino al Belvedere dell'Infinito. Resto un attimo senza fiato, colpita da cotanta bellezza. Mi trovo in un posto paradisiaco dove all'improvviso tutti i sensi si elevano all'unisono per assaporare la sublimità dell'estasi: la mente, lo spirito, il cuore oltrepassano il limite tra il terreno e il sovrumano per immergersi in una dimensione di ineffabile purezza, leggerezza, imperturbabilità. A questa metamorfosi contribuiscono il silenzio circostante, la luminosità del sole invernale, la distesa infinita del mare. Il pensiero, scevro da ogni tensione, abbandonando ogni turbamento, segue una scia luminosa e appagante. Lo spirito si eleva in una sensazione di dolcezza infinita. Nasce immediato il desiderio di rimanere per un po' immersa in questo stato di grazia, di pacatezza, di atarassia, e subito dopo quello di concedersi la possibilità di ripetere questa esperienza unica e inimmaginabile. Torna perciò alla mente l'albergo visto all'ingresso. Perché non ritagliarsi con la bella stagione un soggiorno in questo luogo incantato? Perché non fermarsi ancora in questo paradiso e vivere anche l'emozione di lunghe passeggiate, immersi in questa natura rigogliosa, contemplando il mare infinito?

Staccandomi a fatica da questo luogo magico, rifacendo all'inverso il percorso, arrivo al Chiostro e concludo la mia visita ammirando questa suggestiva costruzione, rifacimento di quella originaria della quale conserva il disegno, sia pure arricchito da nuovi elementi.

Dopo una breve sosta nella bella piazza Vescovado, mi dirigo a Villa Rufolo. Lo spettacolo che mi trovo di fronte ha la sua bellezza e attrazione. Entrando, rimango subito colpita dalla magnifica pavimentazione e dalla Torre -museo. Non esito a salire per raggiungere la parte più alta dalla quale fruire di una spettacolare vista. All'aperto colpisce molto il magnifico giardino con un ordine e una simmetria singolari, con una fioritura ricca, variopinta e soprattutto sorprendente nella stagione invernale. Restare immersi in questa natura rigogliosa è sicuramente rilassante e corroborante. Dal giardino si gode piacevolmente la vista mare, con un effetto differente da quello di Villa Cimbrone. Così arrivo alla conclusione che entrambi i luoghi hanno un loro fascino e una loro bellezza impareggiabili, per cui non è possibile alcun confronto. Bisogna però lasciare al di fuori la terrazza dell'Infinito che, a mio avviso, rappresenta l'apice della bellezza paesaggistica e della percezione dell'immensità.

Ultima tappa il Duomo nel quale non sono poche le cose che attirano la mia attenzione e suscitano la mia ammirazione, ma al di sopra di tutte il portale di bronzo rimasto nella sua realizzazione originaria. Allontanandomi da Ravello con gli occhi e il cuore gonfi di gioia per tanta ineffabile bellezza, ripercorrendo la Costa in senso inverso, continuando a guardare dal finestrino lo spettacolo stupendo, mi viene una riflessione che sfocia in una speranza e in una sorta di preghiera: che questa immensa ricchezza possa essere custodita e salvaguardata nel tempo perché a tutte le generazioni future sia consentito goderne, come è stato possibile a me in questa soleggiata giornata di Febbraio».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Istituto Comprensivo Amalfi: da genitori nuove obiezioni su gestione mensa [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano nuove scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi, riguardo la gestione...

La Costa d'Amalfi attende il progetto ztl territoriale. I dubbi di Sorrentino

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma del professore Salvatore Sorrentino, già sindaco di Ravello, sull'argomento ztl territoriale trattato nell'articolo pubblicato venerdì scorso dal titolo "Viabilità Costa d'Amalfi, pronto il progetto ztl territoriale". Caro Direttore, ho letto il tuo articolo sull'argomento....

Istituto Comprensivo Amalfi: genitori contestano scelte preside su mensa e lezioni al sabato [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano alcune scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi. "Ci rivolgiamo a questa...

Ravello, riecco gli schiamazzi notturni: la lettera di un’operatrice turistica

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Giulia Schiavo, operatrice turistica di Ravello con cui denuncia gli schiamazzi della scorsa notte in Piazza Vescovado da parte di un gruppo di turisti stranieri "allegri", reduci da un banchetto nuziale, che fino alle 4 del mattino hanno intonato canzoni di...

Non parlerò a favore di nessuno, ma di tutti. Non parlerò contro nessuno, ma contro tutti

di Salvatore Sorrentino* Siamo ormai alla campagna elettorale. Dopo quella del 2006, non ho più partecipato attivamente alle campagne elettorali, specie a quelle locali. Per motivi vari, che non sto qui a indicare, non ne vale la pena, e sono facilmente intuibili, non ho potuto. Ne ho sofferto molto....