Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Pietro Eymard sac.

Date rapide

Oggi: 26 febbraio

Ieri: 25 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAntica Pasticceria Pansa ad Amalfi dal 1830, la tradizione a casa vostra con i dolci pasquali di Pansa, oggi anche on line

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoProfessò, cosa hai combinato?

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaNuova apertura a Ravello PABA, Cellulari, Televisori, Smartphone, OfferteTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Sal De Riso augura a tutti i lettori de Il Vescovado una Buona Pasqua e invita a visitare il suo nuovo portale dedicato ai suoi capolavori di dolcezza: La Colomba pasquale

Lettere al Vescovado

Professò, cosa hai combinato?

Scritto da (redazione), martedì 23 febbraio 2021 09:47:49

Ultimo aggiornamento martedì 23 febbraio 2021 09:47:49

di Gabriele Cavaliere

Premio Furore Giornalismo. Hostaria di Bacco. Entrambi non mancavamo mai.

- Professò (era stato docente di letteratura italiana) tenit'a venì. Stò organizzando na' bella cosa per il mese di giugno. Ho immaginato un programma fantastico, attingendo gli argomenti dai tuoi libri. Quei libri bellissimi che lui, sempre modesto, definiva "miracolosamente andati esauriti!". In realtà i miracoli non c'entravano, quei libri erano sempre documentatissimi e interessantissimi, ed erano, soprattutto, scritti con quel linguaggio semplice e scorrevole che solo i più grandi sanno esprimere. Perché Nino D'Antonioera un grande letterato.

- Conosco le parole a memoria Professò, ogni riga, e conosco anche tutti i tuoi aneddoti. Stò cercando di imparare a raccontarli, con le stesse pause che fai tu quando parli. Ma io non sono te. Perché lui era un AFFABULATORE.

- Ja venì tu. Professò.
So che in questo periodo non te la senti di guidare di notte. Ti mando a prendere a Napoli.

Mi guarda. Mi sorride. E non risponde.

  • Jà Professò.
    Ci saranno Peppino Liuccio, "O' Presidente" (Raffele Ferraioli n.d.c.), Antonio dell'Ais Costa d'Amalfi, la presidente di Slow Food Costa d'Amalfi, Peppino Apicella e Andrea Ferraioli con Marisa Cuomo...

Mi fa cenno di fermarmi. Non serve allungare l'elenco. Avevo già detto abbastanza...

-Per te ci vengo.
E per incontrare gli amici di sempre e, bada bene, che neppure "p'è na bella femmena me muvesse, stù periodo", puntualizza. Ma...

Pausa.

Mi preparo. Qualsiasi cosa dica io accetterò, penso, purchè venga.

-Però mi devi venire a prendere tu.
"Nun voglie a' nisciun'ato". Pausa. In macchina dobbiamo parlare di tante cose. E mi devi raccontare. E ridacchia, e non termina la fase... ma io avevo già capito!

Perché per lui era questo il senso vero dell'amicizia, era prima di tutto complicità e curiosità. Immensa, "Patologica" , come la definiva lui, che facevano tutt'uno con la più nobile delle qualità di un amico: la felicità di condividere i successi dell'altro, e congratularsi con lui per primo. E immediatamente dopo spronarlo a veleggiare verso traguardi ancora più lontani. In questo era rimasto professore, nel senso di "maestro", che nei progressi dell'allievo riconosce un po' di vita in più. L'unica difesa dall'oblio e dalla caducità della vita.

E poi c'era l'originalità. Nino D'Antonio era quello che comunemente viene definito "un tipo originale".
Potrebbero essere centinaia gli esempi ma quello che più mi resta impresso fu la frase con cui ci accomiatammo, che descrive perfettamente il "personaggio".

-"Adesso siamo ancora in ottobre, fino a giugno "io mi scordo!"
Ricordami dell'evento una quindicina di giorni prima. Meglio venti. E telefonami a casa dalle 10.00 alle 13.00. Dopo no, "tengo che fa"!

In quegli orari "il Professore", accomodato in salotto sulla sua poltrona, immerso tra i suoi libri e un numero spropositato di quotidiani, che leggeva tutti, dalla prima all'ultima pagina, riceveva le telefonate degli amici, rigorosamente sul telefono di casa. Non lo voglio il telefonino "... aropp perd'a pace mia!"

I rari pomeriggi in cui non era in giro, li trascorreva in un caffè del Vomero, ad incontrare persone e ad apprendere i fatti della vita, che a Napoli sono sempre tanti, e colorati. Che lo ispiravano, e che lui trasformava in letteratura.

-Ah, dimenicavo! Mi disse. "‘A sera non rimmarrò alla festa (Wine & Music 2009, nda) ma "mi a purtà a casa, nata vota. Tu".

"Imperativo, categorico..." direbbe Totò. Che non prevede rifiuto.

- "Con vero piacere", replicai.
Sarebbe stata l'occasione per passare altro tempo solo con lui, per godere ancora delle sue arguzie e, soprattutto, per ricevere il più autentico dei giudizi su quello che era stato l'evento. Su come era stato condotto e su cose ne pensassero gli ospiti. E, soprattutto, era l'occasione per raccogliere i suoi suggerimenti da "mattatore" su come progettarne un altro più grande!

Arrivederci Professò. Ciao amico mio.
Ci rivedremo un giorno, e ti racconterò di quella volta che....già vedo brillare i suoi occhi!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Lettera a Teresa

Pubblichiamo lettera a firma dell'ingegner Antonio Taiani indirizzata all'anima buona della nipote Teresa Criscuolo. Segue testo Ancora una brutta notizia ha colpito Maiori nelle già precaria situazione pandemica, che ci sta distruggendo. Noi familiari siamo ancora increduli di quanto accaduto. Carissima...

Ravello, cons. Cantarella: «Da Ministro Brunetta ci aspettiamo 'rivoluzione buona'» [LA NOTA]

Dopo una settimana, la nomina di Renato Brunetta, cittadino onorario di Ravello, a Ministro della Repubblica nel governo Draghi non sembra aver prodotto alcuna reazione nel mondo politico istituzionale ravellese e della Costiera Amalfitana. Già dalla serata di venerdì, all'ufficializzazione dell'esecutivo...

Ravello d’inverno, qui lo spirito si eleva in una sensazione di dolcezza infinita

Appena una anno fa, nel febbraio 2020, pochi giorni prima che il mondo piombasse nella pandemia con conseguente lockdown, una nostra affezionata lettrice che risiede da decenni a Vipiteno (suggestiva cittadina in provincia di Bolzano, ora ricoperta dalla neve con temperatura -18) ma originaria di Napoli,...

Frana Ravello: ci si dovrà solo muovere, come si è sempre fatto, in simili circostanze

di Salvatore Sorrentino* Caro Direttore, ho letto della disputa che si sta svolgendo sulla caduta del muro di contenimento del tratto di strada di Casarossa: il tuo articolo sulle (ir)responsabilità, l'intervento del nostro Sindaco, in uno col suo collega di Minori, la lettera del consigliere Nicola...

Frana Ravello, Nicola Amato: «Recuperiamo il senso civico o rischiamo di franare miseramente anche noi»

Riceviamo e pubblichiamo a firma del consigliere comunale Nicola Amato, indirizzata al direttore responsabile, relativa alla frana verificatasi mercoledì scorso a Ravello. Segue, a margine, replica del direttore Emiliano Amato. Egregio Direttore Ti sono e ti siamo grati per l'attività svolta dal Vescovado,...