Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Agnese vergine

Date rapide

Oggi: 21 gennaio

Ieri: 20 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOSMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoÈ Pasqua, facciamo tutti Pace

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Lettere al Vescovado

È Pasqua, facciamo tutti Pace

Scritto da (Redazione), sabato 20 aprile 2019 09:26:10

Ultimo aggiornamento sabato 20 aprile 2019 09:31:04

di Salvatore Sorrentino*

L'intervento di Umberto Belpedio, in vero, il secondo, suo, sulla quæstio, mi ha ancora una volta punto; un po' nell'orgoglio, un po' nel mio essere ravellese. E non solo, ma mi ha portato alla mente soprattutto il mio passato di Sindaco di questa bella città, la cui storia è ricca di tanti esempi di liberalità, di grandezza, di bontà.

Ricordo, come se fosse oggi, un articolo di Belpedio, una volta, nel quale condannava una mia proposta, un mio modo di agire, di amministrare, dandomi addirittura del "fascista". E io, dopo avergli, per iscritto, illustrato il motivo per il quale agivo in quel modo, gli scrissi, dico scrissi: "Se questo è agire da fascista, allora dico, Viva il fascismo".

Poi lo invitai, cortesemente, a un incontro, che avvenne, a brevissima distanza di tempo, e nel quale, senza mostrare alcun risentimento, e non ne avevo, diedi tutte le spiegazioni del mio comportamento, da me ritenuto corretto e conveniente per la pubblica amministrazione.

Stop. Non mi dilungo: siamo divenuti amici per il resto della nostra vita.

Scrivevo, alcune ore fa, al Direttore Emiliano: "Se potessi, farei mille «mi piace» a Umberto Belpedio. Ha saputo «esaltare» la nostra Città e la vostra Professione (e professionalità). ... Me lo saluti? Grazie".

Sono stato sindaco di Ravello, grosso modo, per la stessa lunghezza di tempo in cui lo è stato Di Martino. Ne ho avuti di avversari e detrattori; all'epoca, anche più di lui, dati i tempi. Eppure mai, dico mai, si è arrivati agli eccessi cui si è arrivati oggi.

Tutt'altro; quegli avversari, o denigratori che fossero, sono tutti divenuti miei amici; a cominciare dagli stessi Di Martino e Belpedio, per finire a Bonaventura Mansi, mio primo capogruppo avversario, finito mio assessore, ad Alberto Grieco, a Vito Mirra, purtroppo tutti che non sono più fra noi, che furono miei antagonisti politici e miei carissimi amici. Amicizia profonda che continua oggi con i loro familiari.

Tanto, non per condannare i due miei comuni amici in contesa; assolutamente no; non mi permetto e, soprattutto, non mi posso permettere.

Ho sempre predicato e predico che "si prendono più mosche con una goccia di miele che con una botte di aceto"; e sono convinto di questo.

Non ritengo conveniente, perciò, che un ravellese possa sparlare pubblicamente (ammesso e non concesso che lo facesse) della propria Amministrazione. Se proprio qualcosa non gli aggrada, a fin di bene, deve chiedere un incontro con l'amministratore interessato al problema e discutere, e comporre la cosa.

Diavolo, per quel che mi risulta, così succede, e così deve succedere, fra attuali rappresentanti di Maggioranza e Minoranza; poi, magari, ciascuno resta della propria idea, ma ci si è affrontati civilmente. A maggior ragione, dev'essere così fra amministrato e amministratore.

Al medesimo modo, non ritengo necessario che un Amministratore, che stimi sconveniente e addirittura dannoso per la città che amministra, un articolo di un giornale locale, e particolarmente del proprio comune, ricorra alla Giustizia per punire l'autore della sconvenienza e del danno.

E poi, da ravellese, ritengo quasi offensivo che, chi mi avesse arrecato offesa o danno d'immagine, lavasse con la moneta i suoi errori, le sue offese. Ritengo più giusto, e conveniente, e produttivo che, chi dovesse aver sbagliato, chiedesse scusa a tutto il paese e, via, tutti come prima.

Però, siamo in periodo pasquale. Tempo di Fratellanza, di Penitenza, di Umiltà, di Perdono, di ... Pace. Non è necessario procedere apertamente, coram populo, in Piazza, con le strette di mano fisiche, con i baci e gli abbracci pubblici. No, questo è folclore, non serietà, né sentimenti sinceri.

Da giovane, andavo a vedere film al Cinema Caruso, a Gradillo. Ricordo un film, in cui Aldo Fabrizi cantava:

«È Pasqua, è Pasqua,

... noi siamo tutti puri,

scriviamo sopra i muri,

evviva la bontà!».

Ebbene, mi viene spontaneo l'invito a ciascuno, Sindaco, Assessori, Consiglieri, Direttore del Vescovado, ... Ravellesi: diamoci da fare tutti, tutti. Siamo una piccola comunità, nemmeno duemilacinquecento anime; ci conosciamo tutti; possiamo dire che viviamo bene, che abbiamo raggiunto un livello di benessere piuttosto alto; ci permettiamo di dar lavoro agli abitanti di paesi vicini; ci lodano per la nostra capacità di aver raggiunto un livello di vita piuttosto alto.

Ebbene, non roviniamo la notorietà, la rinomanza, la celebrità, nel campo artistico, culturale e turistico, che ci siamo guadagnate con il nostro onesto lavoro. Riportiamo la gioia e il piacere di vivere in questa bella città. E soprattutto ai suoi abitanti, fra i suoi abitanti.

In particolare, ricreiamo i buoni rapporti fra Sindaco e Direttore de Il Vescovado. Facciamo sì che il Primo Cittadino possa amministrare in tranquillità, senza la preoccupazione di doversi rivolgere alla Giustizia, nei confronti di un, comunque, suo amministrato, nonché suo ex collaboratore amministrativo, per salvaguardare l'immagine, l'onorabilità e il buon nome del nostro comune.

E, ancora, facciamo in modo che il giornale, per antonomasia, di Ravello possa informarci sulle vicissitudini nostre, con il massimo della tranquillità e della corretta informazione.

Sindaco, da primo cittadino, fa' il primo passo. Facciamo tutti Pace.

*già sindaco di Ravello

 

>Leggi anche:

Una sinfonia stonata dalla Città della musica

Ravello, Sindaco denuncia giornalista Emiliano Amato per "danno d’immagine all’Ente". Chiesto risarcimento da 30mila euro

Giornalisti, Beppe Giulietti (FNSI) su caso Ravello: «Immagine di una comunità si difende raccontando, ribellandosi a sopraffazione» [VIDEO]

Sindacato Giornalisti Campania: «Sindaco Ravello allergico a critiche, ma se ne dovrà fare una ragione»

Noi siamo forti di qualcosa che non è in vendita: la dignità

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

La Fondazione Ravello come il cubo di Rubik

di Nicola Amato* Fondazione Ravello, negli ultimi tre lustri, è paragonabile al cubo di Rubik, un gioco, un vero e proprio rompicapo per tanti, i soliti, che ha interessato tutte le ultime legislature, facendo passare in second'ordine i problemi reali del paese, impegnati come si era a trovare le soluzioni...

«Il movimento ha perso la sua originaria identità», anche Marco Conte lascia Ravello nel Cuore

Riceviamo lettera a firma di Marco Conte, candidato, alle scorse elezioni amministrative, nelle fila di Ravello nel Cuore. Anche Conte, come Luigi Mansi e altri reduci di quella esperienza, hanno manifestato la volontà di lasciare il gruppo capeggiato da Nicola Amato, precisando di non essere confluito...

La Costiera Amalfitana che crolla: quando il vero nemico è la burocrazia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma dell’ingegnere amalfitano Bonaventura Fraulo, che risponde all’appello unitario del sociologo Domenico De Masi, dello scrittore Antonio Scurati e di Padre Enzo Fortunato lanciato il 28 dicembre scorso dalle pagine dal Corriere della Sera circa l’impegno...

Se non ci sono disgrazie, la notizia non fa share

Riceviamo e pubblichiamo lettera a nome di Carlo De Riso, presidente dell'organizzazione di produttori in Costa d'Amalfi "Costieragrumi" che affronta l'annoso problema della fragilità del nostro territorio. Segue testo. Da poco più di un anno l'UNESCO ha iscritto "l'arte dei muretti a secco" nella lista...

Fondazione Ravello, interviene Lelio Della Pietra: «Mio memoriale non c'entra con conflitti attuali»

A Ravello sono giorni caldi, determinati dalle note vicende che stanno investendo la Fondazione Ravello con le forti frizioni tra il sindaco Salvatore Di Martino e il Commissario straordinario Mauro Felicori, acuite dalla sospensione di Secondo Amalfitano da Villa Rufolo. Sul delicato momento è intervenuto...