Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 52 minuti fa S. Callisto I papa

Date rapide

Oggi: 14 ottobre

Ieri: 13 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Festa della Castagna a Scala in Costiera Amalfitana nei week end del 12 e 13 ottobre e del 19 e 20 ottobre

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoIncendi in Costiera, la lettera aperta alla Conferenza dei Sindaci

Pellet a euro 4,50 fino al 31 ottobre 2019Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Lettere al Vescovado

Incendi in Costiera, la lettera aperta alla Conferenza dei Sindaci

Scritto da (Redazione), domenica 30 settembre 2018 11:06:06

Ultimo aggiornamento domenica 30 settembre 2018 11:17:52

Riceviamo e pubblichiamo lettera di Donato Bella, giornalista e attivista politico, da sempre sensibile e attento alla questione incendi anche da questa tribuna, tra i promotori, lo scorso anno, del comitato "Basta Incendi!". Bella incoraggia la Conferenza dei Sindaci a operare un'azione forte, determinata, sulla scorta delle esperienze passate come quella storica di battere il tentativo di ricerche di idrocarburi nel nostro golfo. Segue testo.

Gentile Direttore,

in merito agli incendi boschivi che ancora in questi giorni stanno martoriando la nostra Costiera, apprendo dalla tua testata che il sindaco di Minori, Andrea Reale, ha chiesto la convocazione della Conferenza dei Sindaci della Costa d'Amalfi per proporre "una denuncia contro ignoti per far scaturire un'indagine seria e cercare di fare luce su questo crimine". Plaudo all'iniziativa e spero che la C.d.S. agisca con compattezza e determinazione contribuendo, come dice ancora Reale, a "scongiurare altre sciagure del genere".

La compattezza delle amministrazioni locali (all'epoca rappresentate dalla Comunità Montana Penisola Amalfitana), in sinergia con la mobilitazione delle popolazioni della Costiera, riuscì, tra gli anni '80 e '90 dello scorso secolo, a battere il tentativo di ricerche di idrocarburi nel nostro golfo, come ben ricorderai. Una battaglia epica, risoltasi vittoriosamente. È giusto riprovarci contro il nuovo, terribile, insidioso, sfuggente avversario che si cela dietro l'industria del fuoco. Come sai, nel mio modesto impegno ambientalistico, politico e giornalistico locale sono stato tra quelli che da subito hanno contestato la gestione del servizio antincendio boschivo (aib) affidato ai privati, individuando in questo meccanismo una zona grigia che va assolutamente rimossa.

Pagare qualcuno per spegnere gli incendi boschivi, è oggettivamente contraddittorio, al di là delle responsabilità reali dei soggetti interessati. Se io guadagno spegnendo incendi, potrei avere interesse a che ci siano incendi. È lapalissiano, no?

Per non parlare, poi, delle situazioni di precarietà occupazionali legate al settore dell'aib. Ciò detto, ribadendo il plauso al sindaco Reale, mi sento di suggerire ai sindaci della Costiera di valutare se affrontare il problema non solo attraverso l'interessamento della Magistratura, ma anche con una posizione politica chiara contro l'esternalizzazione del servizio aib. Questa, credo, sia la battaglia di fondo. Da decenni, associazioni ambientaliste, (trai primi il WWF della Costa d'Amalfi), operatori dell'informazione ed esponenti politici stanno ponendo all'attenzione dei governi nazionali questo tema. Le più recenti attività in tal senso sono la petizione online lanciata dal Comitato "Basta incendi!", sorto lo scorso anno e formato da attivisti della Costiera e di Cava de' Tirreni, e l'interrogazione a risposta scritta dell'onorevole Federico Conte, delle quali la tua testata ha dato ampie notizie. La C.d.S. della Costa d'Amalfi, potrebbe far partire un forte appello al Governo, coinvolgendo, magari, anche l'ANCI, perché il flagello degli incendi boschivi riguarda l'intero territorio nazionale. Ricordo che se da noi l'estate è stata tranquilla, altrove, nel resto del Paese, gli incendi invece ci sono stati. Come dice sempre il sindaco Reale, "non è più ora di tacere ma di fare chiarezza".

Il denaro che lo Stato dà ai privati per servizi che potrebbe gestire tranquillamente in proprio, sono un'offesa alla domanda di chiarezza. Così come è inconcepibile che si possa ancora tenere non stabilizzati decine di idraulici forestali, che potrebbero essere impegnati, molto più produttivamente, nella prevenzione degli incendi e nella cura dei boschi. Partire da ciò, eliminare queste incongruenze del sistema è il primo, essenziale passo per rimuoverne le zone d'ombra e contrastare seriamente l'industria criminale del fuoco.

Donato Bella

Foto: Fabio Fusco

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

A Chiunzi è in atto uno scempio ambientale, un attentato alla salute pubblica

Riceviamo e pubblichiamo lettera firmata di un nostro lettore che denuncia l'abbandono di residui di eternit nei valloni del valico di Chiunzi. Un vero e proprio scempio ambientale, un attentato alla salute pubblica. Segue testo. Gentile Direttore, la seguo da anni sul suo giornale online, per restare...

"Una fantastica illuminazione a Villa Rufolo"

Riceviamo lettera a firma dell'avvocato Salvatore Sammarco. E pubblichiamo. Caro Direttore, Sono stato ieri sera a Villa Rufolo con un gruppo di amici. Mancavo da tempo. Lo spettacolo (una fantastica illuminazione) è una meraviglia. Non vi erano Ravellesi! Che delusione! Eppure per noi Ravellesi l'ingresso...

Ancora professionalità e tante attenzioni per il piccolo Lorenzo al centro vaccinale di Amalfi. La lettera di una vacanziera

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma della signora Marisa Acri, nostra fedelissima lettrice napoletana, legata a Ravello e alla Costiera Amalfitana dove da anni trascorre le sue lunghe vacanze estive. Il suo nipotino Lorenzo di poco meno di due anni, cresce a vista d'occhio e dopo l'esperienza...

Ravello, auditorium "Oscar Niemeyer" in stato di abbandono. De Masi: «È una macchina progettata non per costare ma per guadagnare»

Sullo stato di abbandono in cui versa oramai, inesorabile, l'auditorium "Oscar Niemeyer" (di proprietà comunale, lo ricordiamo), interviene il past president della Fondazione Ravello, Domenico De Masi, dell'opera il cui progetto fu chiesto direttamente al celebre architetto brasiliano, suo intimo amico....

Furore: il trasporto per il mare che non c'è

Riceviamo lettera a firma dell'ex sindaco di Furore Raffaele Ferraioli. E pubblichiamo. Fa caldo in tutti i sensi sulle nostre colline e gli incendi (non solo quelli boschivi) ormai divampano un pò dappertutto. I nodi vengono al pettine: quello della "capera" napoletana che va di "vascio" in vascio a...