Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Filippo Neri sacerdote

Date rapide

Oggi: 26 maggio

Ieri: 25 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoDa Ravello un messaggio a Felicori: «Sala Frau torni a ospitare attività sociali»

D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiFrai Forma augura a tutti i lettori de Il Vescovado una serena e Santa Pasqua con il sistema di epilazione laser permanente e indoloreGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Lettere al Vescovado

Da Ravello un messaggio a Felicori: «Sala Frau torni a ospitare attività sociali»

Scritto da (Redazione), domenica 27 gennaio 2019 14:46:09

Ultimo aggiornamento martedì 23 aprile 2019 10:49:39

Riceviamo e pubblichiamo le lettera aperta che il professor Salvatore Sorrentino, già sindaco di Ravello, indirizzata al neo commissario straordinario della Fondazione Ravello Mauro Felicori, in cui si chiede principalmente di cedere la sala Frau di Via Wagner, attuale sede istituzionale dell'ente culturale, di proprietà comunale, in favore delle attività per giovani e anziani di Ravello. Ricordiamo che il sindaco Salvatore Di Martino ha già deliberato per la cessazione del comodato gratuito e il ritorno del bene nelle disponibilità del Comune di Ravello come nuova sede del Comando di Polizia Municipale. Segue testo integrale.

Signor Commissario,

Benvenuto nella nostra "bellissima" Ravello.

Mi presento: sono Salvatore Sorrentino, 81 anni, ravellese da sempre, ho moglie, due figli e sono nonno di due nipotini, due gioielli, Eros e Eva. Una famiglia quasi consueta, oggi.

Sono stato Sindaco di questa città per ben tre lustri, quando ero giovane, pieno di vigore, entusiasmo, ... amore per il prossimo. Quest'ultimo è aumentato e va aumentando con l'età.

Sono convinto di aver ben amministrato, anche perché mi vogliono bene tutti i ravellesi (o quasi). E non solo loro. Ciò che mi consola e mi fa vivere contento è il fatto che ho amato i miei amministrati, i miei tantissimi allievi di tutti i comuni della Divina Costiera, tutti quelli che mi hanno chiesto un aiuto. Li ho amati come se fossero miei fratelli.

Qualche giorno fa, chattando con un gruppo di whatsapp di miei anciens élèves (sono stato inserito "di ufficio" in tre di essi) mi è venuto di dir loro:

"È da sempre che io ... non sono un fervido credente. ... In compenso, mi sento un cristiano, un cristiano vero, un vero seguace del dettato di Cristo. Io mi sento e cerco di agire nel rispetto dell'unico grande Suo Comandamento: «ama il prossimo tuo come te stesso»".

Ed è in forza di questo amore, in particolare per i bambini, i ragazzi ... e gli anziani, che Le chiedo, signor Commissario, un atto di bontà e di carità, cristiana, per essi.

Mi spiego.

Fin da quando ero giovanotto, ho sempre fatto parte dell'unico vero circolo ricreativo-sportivo di questa città, il "Tennis Club Ravello".

Il Comune di Ravello ha sempre, fin dagli anni trenta del secolo passato, messo a disposizione del Club il campo di tennis, i due locali utilizzabili del piano terra di "Palazzo di Tolla", e in particolare, appena ne ha, esso, avuto la disponibilità, l'immobile attualmente destinato a sede della "Fondazione Ravello", in Viale Wagner.

Signor Commissario, la Fondazione dispone di tutta la Villa Rufolo; in questa, nonostante contenga la sede del Centro Universitario Europeo, esistono numerosi altri ambienti, sufficienti e, tutti, più che idonei ai servizi per i quali è utilizzata la vecchia sede del glorioso Tennis Club Ravello.

Oltre tutto, diciamoci la verità, di fatto, la Fondazione utilizza la sede di Viale Wagner unicamente per farci stare le persone di segreteria. Non solo. Con un accordo che è naturale e che è ormai maturo per essere concretizzato, la Fondazione avrà, deve averla, la Gestione pure del complesso "Auditorium Oscar Niemeyer". Con tanti altri locali disponibili.

Dottor Felicori, faccia quest'opera di bene: utilizzi, come sede della Fondazione, Villa Rufolo: essa è anche più importante, più autorevole, più prestigiosa. E restituisca ai ragazzi di Ravello la sede del loro glorioso club e agli anziani ravellesi gli ambienti in cui potersi liberamente riunirsi, guardare la tv in compagnia, fare una partita a carte, o al bigliardo, discutere, chiacchierare.

Guardi, dottor Felicori, una volta (tiempe belle ‘e na vota, tiempe belle addó state? ..., un pochino della nostra musicale lingua napoletana, lo avrà appreso sicuramente), gli anziani si riunivano nei bar, per meglio dire, nei caffè, o nelle osterie, che avevano una sala loro dedicata, riservata, perché potessero discutere, giocare a carte, guardare la TV, quando è arrivata, assieme ai ragazzi, che vi giocavano al calciobalilla, al bigliardino.

Ebbene, Dottore, questo non è più possibile, i bar e le osterie, ormai, servono a ben altro; devo dire fortunatamente; servono a far soldi, con i turisti che qui arrivano, e pagano, e ... danno lavoro, ai Ravellesi, e pure a tanti giovani e meno giovani dei comuni vicini.

Noi, invece, specie gli anziani, siamo condannati, soprattutto la sera, le sere, i lunghi inverni, a rimanere in casa, a poltrire in poltrona, di fronte a quel piccolo schermo, che ci riempie la testa di notizie, notizie, notizie, per lo più brutte, brutte, brutte. E noiose, da far addormentare, pure chi avrebbe bisogno del sonnifero.

Le amministrazioni comunali di Ravello, in passato, hanno politicamente lavorato per arricchire il patrimonio pubblico di Ravello; hanno operato per procurare altre possibilità, e attrezzature, e per migliorare la vita dei Ravellesi.

Esse hanno faticato, e sgobbato, e sudato, non certo per togliere al popolo di Ravello le già pochissime e misere attrezzature sportive, culturali e ricreative che esso aveva, bensì per dargli la possibilità di vivere meglio, più civilmente, più agevolmente. Soprattutto non per privarlo di quel già poco che esso aveva.

Prenda Lei l'iniziativa; il nostro amico presidente De Luca Le ha dato «pieni poteri», mi sembra; puo' prendere ogni iniziativa atta a realizzare il dettato del migliorando Statuto della Fondazione, particolarmente, nella fattispecie, articolo tre.

Ne parli col Sindaco; anzi lo convinca pure a revocare la deliberazione di Giunta, con la quale si propone di destinare quei locali a sede dei Vigili Urbani. Questi stanno bene dove stanno: i locali sono sufficienti; gli uffici sono facilmente raggiungibili, senza problemi di parcheggio, senza ostacoli per i disabili, con possibilità degli stessi Vigili di muoversi agevolmente e rapidamente, in auto, in moto.

Tocchi, dottore, il cuore del nostro Sindaco, il quale è stato, sempre anche lui, socio del Tennis Club Ravello; il quale, lo sappiamo benissimo, si farebbe volentieri una partitina a carte con gli amici, là dentro, dove esiste pure quel minimo di privacy, di cui ciascuno di noi, singoli o in gruppo, abbiamo bisogno.

Il popolo di Ravello sa che Lei ha, di fronte, problemi non facili da risolvere; ma sa, e spera, e si augura, che Lei, con la Sua esperienza, la Sua grande forza di volontà, la Sua capacità, la Sua ... intelligenza, riuscirà a riportare, qui, la tranquillità, la laboriosità, l'armonia, cui questa città è abituata e di cui ha tanto bisogno.

Ci provi, e il popolo di Ravello Le sarà grato. Molto grato.

Buon lavoro, dottor Felicori.

Salvatore Sorrentino

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Maiori: bilancio positivo per la Festa dello Studente, la nota degli organizzatori

Riceviamo e pubblichiamo la nota prodotta dagli organizzatori della Festa dello Studente, che lo scorso week-end ha radunato a Maiori centinaia di ragazzi di tutta la Costiera Amalfitana. Non solo divertimento e aggregazione, ma momenti culturali e di orientamento verso il futuro universitario, con grande...

Ravello senza spazi per il sociale: è il momento di pensare anche a noi stessi, a cominciare dai ragazzi

di Salvatore Sorrentino* Caro Direttore, permettimi un brevissimo intervento sul problema: "NOI BAMBINI DI RAVELLO DOVE DOBBIAMO GIOCARE?!?" Anch'io, come Gino Schiavo, ho dei nipotini, in vero solo due. Anch'io sento e vedo e soffro lo stesso problema. Qualcuno potrebbe rimproverarmi, dicendo che sono...

Ravello, spazi sociali mancanti: colpa degli adulti che a ragazzi di oggi pesa tanto

In merito allo striscione comparso al campo da tennis, proprio di fronte al Municipio di Ravello con la scritta "Noi bambini di Ravello dove dobbiamo giocare?!?" interviene l'albergatore Gino Schiavo ma in qualità di nonno di quei bambini che oggi hanno fatto sentire forte la loro voce a chi governa...

La meglio gioventù di Ravello 25 anni fa: quando nel 1994 si pensò agli “Incontri con i Conservatori”

Riceviamo lettera a firma di Antonio Fraulo, già direttore di Produzione del Ravello Festival. E pubblichiamo Gentile Direttore, la scorsa settimana leggevo la presentazione della proposta artistica della Fondazione Ravello per questo 2019 che farà da corollario al Festival vero e proprio, cui è stato...

È Pasqua, facciamo tutti Pace

di Salvatore Sorrentino* L'intervento di Umberto Belpedio, in vero, il secondo, suo, sulla quæstio, mi ha ancora una volta punto; un po' nell'orgoglio, un po' nel mio essere ravellese. E non solo, ma mi ha portato alla mente soprattutto il mio passato di Sindaco di questa bella città, la cui storia è...