Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Messalina vergine

Date rapide

Oggi: 23 gennaio

Ieri: 22 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoA Chiunzi è in atto uno scempio ambientale, un attentato alla salute pubblica

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Lettere al Vescovado

A Chiunzi è in atto uno scempio ambientale, un attentato alla salute pubblica

Scritto da (Redazione), lunedì 23 settembre 2019 09:05:45

Ultimo aggiornamento lunedì 23 settembre 2019 18:00:53

Riceviamo e pubblichiamo lettera firmata di un nostro lettore che denuncia l'abbandono di residui di eternit nei valloni del valico di Chiunzi. Un vero e proprio scempio ambientale, un attentato alla salute pubblica. Segue testo.

Gentile Direttore,

la seguo da anni sul suo giornale online, per restare sempre aggiornato su ciò che riguarda il nostro territorio.

A proposito dei rifiuti abbandonati sulla sp2, di cui ho apprezzato molto il suo articolo denuncia di giovedì 19 settembre ca., mi duole dover constatare che tali rifiuti non si limitano a ciò che avete pubblicato, che seppur danneggiano l'immagine della nostra costiera, di certo non sono pericolosi e tossici come quelli che ho potuto constatare in modo del tutto inaspettato, su una delle prime piazzole che dall'incrocio del Valico di Chiunzi, proseguono in direzione Corbara.

Ebbene a poche centinaia di metri dal Valico di Chiunzi, in direzione Corbara, mi fermai per qualche foto ricordo con la mia famiglia, al panorama unico e suggestivo che da quelle piazzole si può ammirare, ed è stato proprio in quelle piazzole, che ho trovato una vera e propria discarica di rifiuti tra cui lastre di ethernit, stracci e vestiti, materiali plastici ed edili di ogni tipo, inclusi sanitari di qualche casa che da poco sarà stata ristrutturata e di cui velocemente ci si doveva disfare . Uno spettacolo davvero oltre che indecente, vergognoso e deprimente soprattutto per la qualità dei rifiuti che come tutti sappiamo essere cancerogeni ed estremamente volatili, quale appunto l'ethernit è!

Chi sversa tali rifiuti, non è solo un criminale, ma è un vero stragista che in modo silente, uccide migliaia di persone condannandole a terribili malattie. E colpevole è anche chi dovrebbe tutelare la popolazione, affinchè si impediscano tali atti criminali.

Si parla tanto di Costiera Amalfitana, quale perla del Mondo, patrimonio dell'Umanità, di renderla sempre più appetibile per i turisti, e fruttuosa per coloro che di turismo ci si arricchiscono e poi finita la stagione estiva, si lascia che tali incantevoli luoghi, vengano violentati in sordina, senza la minima curanza di nessuno.

Oltre al fatto che l'abbandono di tali rifiuti, mette a repentaglio la vita di tutti e non solo della flora e della fauna in loco.

Auspico pertanto che ci sia una forte sensibilizzazione dell'opinione pubblica e delle Autorità competenti affinchè vengano presi i dovuti provvedimenti, anche a mezzo telecamere e/o presidi di volontari o altri, visto che le forze pubbliche non ci riescono, per effettuare finalmente un controllo costante ed efficace al fine di impedire ulteriori sversamenti di rifiuti.

Bisogna proteggere il nostro territorio, amarlo e rispettarlo e non solo sfruttarlo per la stagione estiva per arricchirsi e poi fregarsene altamente e chi si è visto si è visto....

Tale scempio l'ho potuto notare anche qualche mese fa, durante una passeggiata in mare, sulla spiaggia del cavallo morto nella località di Maiori, dove immense erano le quantità di plastiche e rifiuti di ogni genere, depositati sulla medesima spiaggia e sulla parete rocciosa sovrastante.

E non solo non si ha il rispetto sulla terra ferma, ma frequenti sono stati durante la stagione estiva, le chiazze di carburante sversate in mare da qualche natante definiamolo "distratto" per non dire altro....Mi chiedo allora, chi dovrebbe controllare che tali fatti non accadano, proteggendo e tutelando la parte sana degli abitanti di questo splendido territorio, per quale ragione non prendono provvedimenti più incisivi?

Sembra quasi posta in essere una convivenza pacifica tra bene e male e la cosa mi creda, è davvero avvilente.

In questi giorni si parla tanto di difendere il nostro Pianeta dall'inquinamento, una bimba di nome Greta Thumerg si è recata persino negli Usa, per sensibilizzare il loro presidente di porre maggiore attenzione alla salute del pianeta Terra, ebbene, cominciamo anche noi nella nostra amata Costiera a rimboccarci le maniche e a prendere più a cuore il bene del nostro territorio, che non può essere solo una mucca da latte per arricchirsi, ma va protetto e tutelato sicuramente in modo migliore, in primis dalle Autorità che non dovrebbero attendere gli articoli pubblicati sul Vescovado o sui Social prima di intervenire.

Non ci potrà mai essere uno slancio del nostro territorio decantato da qualcuno, se in primis siamo noi stessi a non tutelarlo e proteggerlo dalla incuria , dall'inciviltà e dai criminali che effettuano sversamenti di ogni genere, che incendiano e che non amano realmente la terra in cui vivono se non per sfruttarla a proprio vantaggio.

Con osservanza,

un lettore.

>Leggi anche:

Valico di Chiunzi: nei valloni la discarica di Eternit prolifera. Allarme salute non importa a nessuno [FOTO]

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

La Fondazione Ravello come il cubo di Rubik

di Nicola Amato* Fondazione Ravello, negli ultimi tre lustri, è paragonabile al cubo di Rubik, un gioco, un vero e proprio rompicapo per tanti, i soliti, che ha interessato tutte le ultime legislature, facendo passare in second'ordine i problemi reali del paese, impegnati come si era a trovare le soluzioni...

«Il movimento ha perso la sua originaria identità», anche Marco Conte lascia Ravello nel Cuore

Riceviamo lettera a firma di Marco Conte, candidato, alle scorse elezioni amministrative, nelle fila di Ravello nel Cuore. Anche Conte, come Luigi Mansi e altri reduci di quella esperienza, hanno manifestato la volontà di lasciare il gruppo capeggiato da Nicola Amato, precisando di non essere confluito...

La Costiera Amalfitana che crolla: quando il vero nemico è la burocrazia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma dell’ingegnere amalfitano Bonaventura Fraulo, che risponde all’appello unitario del sociologo Domenico De Masi, dello scrittore Antonio Scurati e di Padre Enzo Fortunato lanciato il 28 dicembre scorso dalle pagine dal Corriere della Sera circa l’impegno...

Se non ci sono disgrazie, la notizia non fa share

Riceviamo e pubblichiamo lettera a nome di Carlo De Riso, presidente dell'organizzazione di produttori in Costa d'Amalfi "Costieragrumi" che affronta l'annoso problema della fragilità del nostro territorio. Segue testo. Da poco più di un anno l'UNESCO ha iscritto "l'arte dei muretti a secco" nella lista...

Fondazione Ravello, interviene Lelio Della Pietra: «Mio memoriale non c'entra con conflitti attuali»

A Ravello sono giorni caldi, determinati dalle note vicende che stanno investendo la Fondazione Ravello con le forti frizioni tra il sindaco Salvatore Di Martino e il Commissario straordinario Mauro Felicori, acuite dalla sospensione di Secondo Amalfitano da Villa Rufolo. Sul delicato momento è intervenuto...