Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 35 minuti fa SS. Gioacchino e Anna

Date rapide

Oggi: 26 luglio

Ieri: 25 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniL'Editoriale Una sinfonia stonata dalla Città della musica

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

L'Editoriale

Una sinfonia stonata dalla Città della musica

Scritto da (Redazione), giovedì 18 aprile 2019 10:29:21

Ultimo aggiornamento venerdì 10 maggio 2019 09:42:13

di Umberto Belpedio*

In queste ore Ravello è tutta sprofondata nella dolce atmosfera pasquale ed appare quasi incredula, pur essendo "la città della musica" alla intelligente iniziativa di quel genio che si rivela ancora una volta, Mauro Felicori. Stavolta in qualità di Commissario della Fondazione "firma" una rassegna che è di alto profilo culturale e artistico, disegnando al tempo stesso un interessante percorso con la "La meglio gioventù".
Un calendario partito ieri, per concludersi tra novembre e dicembre, che ha per protagonisti delle principali istituzioni musicali della Regione.
Devo confessare che dalla magica sinfonia affidata per l'esecuzione di un autorevole Maestro, come Felicori, vien fuori in questi giorni, anzi in queste ore, una nota stonata.
Ed è quella di un brano, la cui esecuzione è del sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino.
Preciso, subito, che si tratta di uno dei migliori professionisti della Costiera amalfitana. È uno dei miei più cari amici, con cui ho un rapporto di stima e di affetto da oltre trent'anni. Forse è proprio per questi sinceri sentimenti che sono deluso, amareggiato dell'iniziativa assunta dal Sindaco, ripeto mio amico, che ha denunciato un giovane e bravo giornalista, Emiliano Amato, direttore del Vescovado, accusandolo addirittura "di aver leso l'immagine di Ravello".

Un'accusa, in attesa dell'inizio della controversia civile per i primi di maggio, a mio avviso che non sta in cielo, né in terra.
Ravello è divisa in due, purtroppo, attraversata da un fiume di veleni destinato a fare solo danni, più di quanti finora ne abbia fatto il Dragone, coinvolgendo la mia cara Atrani.
Il giornalista Amato è un battagliero. È uno che ha come unico interesse l'amore per Ravello. A volte è fumantino, esercita la funzione in maniera corretta ed esemplare, contrariamente ad altri che per ragioni non tanto occulte, debbono necessariamente suonare la grancassa.
Di Martino è un sindaco che apprezzo non da oggi, da quando costrinse un'architetta e un tecnico a tagliare i compensi della loro prestazione perché la somma risparmiata per una opera realizzata, serviva per dotare di un impianto di illuminazione, la Piazza Duomo.
In Municipio, quella sera fecero le ore piccole. Alla fine il sindaco la spuntò.
È il sindaco che mise alla porta il cassiere del boss Galasso che pretendeva di trasformare un edificio in residence, quando era destinato ad albergo, che oggi si fregia di un cinque stelle di lusso.

Ricordo al sindaco Di Martino, ripeto mio amico, che l'immagine di Ravello non è stata lesa dal giornalista Amato, ma da quel mascalzone, da quel cecchino che vomitò lettere anonime nelle la caserma dei carabinieri, e negli uffici della Procura che fecero scattare una inchiesta giudiziaria e l'arresto di Di Martino, che alla fine ne uscì pulito.

L'immagine di questo grande Comune non è stata lesa dal lavoro di un giornalista, da un cronista che mai si sarebbe prestato di lavorare a cottimo per ingraziarsi i potenti di turno, ma di chi assiste da anni al disastro della viabilità delle strade che portano a Ravello, provocando disagi a chi sogna di visitare un luogo incantato e di ritrovare la bellezza che ispirò Wagner.

Ricordo da giornalista, non in veste di amico, il dramma del sindaco di Ravello. Che dopo anni e tante battaglie è ritornato a guidare "la città della musica".

Mi auguro che Di Martino, ripeto mio amico, non dia ascolto a qualche non tanto occulto suggeritore, sia il sindaco di tutti. Giornalisti compresi, quelli considerati a volte scomodi. Ritiri la denuncia, rinunci al processo che così come incardinato conferma il sospetto, infondato, che a Ravello sia a rischio la libertà di stampa. Tesi assurda e inesistente per quel pizzico di esperienza accumulata nel corso del mio lavoro. I soldi stanziati dagli amministratori di Palazzo Tolla per le spese legali, sono ben spesi per opere di carità.

Ed ora può riprendere il concerto con le dovute scuse e i complimenti a Mauro Felicori e ai ravellesi.

*già a capo della redazione salernitana de "Il Roma" e del "Giornale di Napoli"

>Leggi anche:

Ravello, Sindaco denuncia giornalista Emiliano Amato per "danno d’immagine all’Ente". Chiesto risarcimento da 30mila euro

Giornalisti, Beppe Giulietti (FNSI) su caso Ravello: «Immagine di una comunità si difende raccontando, ribellandosi a sopraffazione» [VIDEO]

Sindacato Giornalisti Campania: «Sindaco Ravello allergico a critiche, ma se ne dovrà fare una ragione»

Noi siamo forti di qualcosa che non è in vendita: la dignità

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

di Francesco Criscuolo Oggi, 22 luglio 2021, Mons. Giuseppe Imperato, esponente di punta del clero della diocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, compie 90 anni. È un giorno che va annoverato, secondo il costume degli antichi romani, tra i "dies fasti" e che assume una connotazione di grossa rilevanza non...

Il dissolvimento dei beni comuni tra l’indifferenza generale

di Francesco Criscuolo* Ci sono snodi di valenza istituzionale e di prassi quotidiana, la cui importanza decisiva per la vita del comprensorio della Costiera amalfitana non trova adeguato riscontro nel dibattito politico - mediatico e, di conseguenza, nell'opinione pubblica. Colpisce la scarsa attenzione,...

Abbiamo bisogno di una nuova stagione culturale a casa nostra

di Antonio Schiavo Confesso, per quanto possa valere la mia opinione, che non amo particolarmente Saviano. Non per le cose che dice o scrive, si intende, ma per il baraccone mediatico che si è creato, o gli hanno creato intorno. Sotto la furbesca regia del plurimilionario (coi soldi del canone e quindi...

Benvenuto Presidente

di Antonio Schiavo Certo, è strano dare il benvenuto ad Antonio Scurati nel momento in cui assume un importante incarico praticamente a casa sua, però ci sembra giusto farlo perché, negli anni lo abbiamo conosciuto come amico, come compaesano, come autore di chiara fama e pluripremiato, come concittadino....

Con Scurati una grande rivoluzione culturale per Ravello

di Emiliano Amato A Ravello la musica, stavolta, sembra essere cambiata davvero. La nomina di Antonio Scurati a presidente della Fondazione Ravello, ente culturale tra i più prestigiosi della Campania, rappresenta una palingenesi. Uno spartiacque, una rottura netta col passato, un segnale forte con cui...