Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Festa della Castagna a Scala in Costiera Amalfitana nei week end del 12 e 13 ottobre e del 19 e 20 ottobre

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeLì dove nasce la pace laica

Pellet a euro 4,50 fino al 31 ottobre 2019Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

L'Editoriale

Lì dove nasce la pace laica

Scritto da (Redazione), lunedì 31 dicembre 2018 16:04:00

Ultimo aggiornamento lunedì 31 dicembre 2018 16:55:27

di Padre Enzo Fortunato*

Stiamo per atterrare. Dall'oblò dell'aereo il bianco la fa da padrone, è la neve che da giorni sta coprendo tutta Oslo. Ci troviamo nella capitale norvegese con la redazione della rivista per incontrare Olav Njølstad, Segretario Generale dei Nobel per la Pace e direttore dell'Istituto Nobel. Siamo nel "santuario" laico della pace. Ma prima di entrare, attraversando la strada, passiamo davanti al monumento in memoria delle 69 vittime dell'attacco terroristico nel 2011. Anche Oslo, città della Pace, è stata colpita dal terrore ma, come tutte, rinasce.

"Il clima - ci dicono appena arrivati - è stato mite con voi, siamo solo a -7 gradi", "Solo?" rispondiamo noi. Gli occhi sono rapiti dalla neve, dagli addobbi natalizi, dalle luci: è la magia del Natale che ci circonda e ci fa sembrare tutto più bello. Oslo è una capitale nordeuropea, qui tutto funziona alla perfezione: trasporti, pulizia, strade, accoglienza, immigrati, anche questi infatti sono ben inseriti e si sentono norvegesi. In questa città idilliaca, così ben organizzata e pulita, alla fine del 1800 Alfred Bernhard Nobel, inventore della dinamite, istituisce un premio che per scovare la gente da assegnare a chi si sporca le mani, combatte ogni giorno rischiando la propria vita nelle trincee dell'Africa, nella miseria dell'India, dell'Egitto, della Birmania, del Bangladesh... o nelle estenuanti trattative dell'america latina per portare serenità dove regna morte, distruzione, miseria, in una parola: guerra. Lui, che era stato chiamato il "mercante di morte" da un giornale che per errore aveva scritto il suo necrologio, per la morte non sua ma di suo fratello. Il titolo lo scosse profondamente e lo fece riflettere sul senso della vita e sul mondo che vogliamo lasciare ai nostri figli. Istituì il Premio anche per stimolare la ricerca nei campi che illuminano e aiutano l'essere umano a vivere degnamente.

Con questa consapevolezza entriamo nell'Istituto per intervistare Mr. Njølstad. Ci accoglie con un sorriso garbato facendoci entrare nel suo studio senza troppe formalità, come amano fare i norvegesi, a noi piace dire francescanamente. La conversazione che segue l'intervista che ci ha concesso in esclusiva, arricchisce l'incontro. Gli doniamo un libro con le foto di tutti i Nobel che hanno fatto visita a Francesco d'Assisi: rimane sorpreso. Un gemellaggio sancito dalle persone quello tra Assisi e Oslo che neanche lui si aspettava, in nome della pace. Grandi uomini che ci hanno lasciato espressioni cariche di fratellanza tra i popoli e le nazioni e che avrete modo di conoscere in queste pagine. Lo stupore ci sorprende quando, dopo l'intervista, entriamo nella sala dove viene annunciato il nome del premiato, lo studio dove si riuniscono i cinque membri nominati dal parlamento norvegese per decidere a chi assegnare il premio, la sala dove tutti i 128 nobel sono riuniti in un unico sguardo grazie alle loro immagini appese alle pareti: Madre Teresa di Calcutta accanto a Gorbaciov, Arafat accanto a Simon Peres, Martin Luther King insieme al fondatore della croce rossa internazionale, Jean Henri Durant, primo a ricevere il premio nel 1901. E ci tornano in mente le parole attribuite a Francesco d'Assisi: "Signore, fa di me uno strumento della tua pace".

*direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi e della rivista San Francesco Patrono d'Italia

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Un eroe moderno

di Antonio Schiavo Non importa il colore della pelle, non importa il Paese di provenienza, non importa che qualche avvoltoio si è fiondato sul caso per le proprie speculazioni politiche, non importa che il solito buonista in servizio permanente effettivo ci abbia inondato con la consueta litania roussoiana...

La calma apparente di Ravello: qui anche Wagner è sotto esame

di Umberto Belpedio Richard Wagner, partendo da Amalfi a dorso di un mulo, per salire fino a Ravello, oggi difficilmente scoprirebbe "il giardino incantato di Kinglsor". Sarebbe difficile a quel genio della musica districarsi nel dedalo di lamiere roventi al bivio di Castiglione, dove tra bisonti e auto...

Le notti della vergogna

di Antonio Schiavo Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori. Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato...

Positano piange il suo "Re"

di Umberto Belpedio Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo...

In 34 giorni il futuro della Fondazione Ravello

di Antonio Schiavo Negli ultimi tempi mi è capitato di non essere quasi mai d'accordo con le opinioni e le azioni del Sindaco di Ravello. Forse per colpa mia, forse perché da troppi anni sono lontano da Ravello e faccio fatica a comprendere le dinamiche della politica locale, fors'anche perché fuorviato...