Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 ore fa S. Ignazio d'Antiochia

Date rapide

Oggi: 17 ottobre

Ieri: 16 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniEconomia & TurismoLa Costiera Amalfitana e la nuova dimensione del "local"

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Economia & Turismo

La Costiera Amalfitana e la nuova dimensione del "local"

Scritto da (redazione), sabato 1 maggio 2021 11:39:04

Ultimo aggiornamento sabato 1 maggio 2021 11:39:53

di Raffaele Ferraioli*

Non più tardi di qualche giorno fa ho avuto modo di esternare su questa stessa testata il mio pensiero in ordine al bisogno sempre più impellente di una "politicad'area" per la Costa d'Amalfi, finalizzata, fra l'altro, ad una corretta allocazione dei finanziamenti in arrivo da Bruxelles e relativi al Recovery Plan. Ancora una volta mi sono reso conto della persistente mancanza di un benché minimo straccio di Piano o, se preferite, di Programma di Sviluppo che individui le criticità e, a fronte di esse, proponga gli interventi a farsi.

Prese singolarmente le comunità del nostro territorio, pur stremate dalla drammatica vicenda della pandemia, sembrano vacillare sotto i colpi di una situazione esistenziale dominata dall'incertezza e dalla precarietà, ma se le consideriamo nel loro insieme di città territorio, come ai tempi del famoso Ducato, ne viene fuori una prospettiva meno pessimistica. C'è una gran voglia di ripartire nella speranza che questa esperienza possa aprire nuovi orizzonti.

I big players, e in particolare i Sindaci, appaiono pronti a gareggiare individualmente per strappare, con l'appoggio dell'amico politico di turno, brandelli di finanziamenti da destinare alla realizzazione di opere le più svariate, non sempre integrate e quasi mai rispondenti ai veri bisogni dell'area. Capite bene come sia difficile, in un contesto come questo, formulare delle proposte, indicare dei percorsi, suggerire delle opportunità. Nonostante tutto, però, non intendo rinunciare a formulare una mia proposta di'utilizzo virtuoso degli introiti derivanti dall'Imposta di Soggiorno. Avendola già enunciata qualche tempo fa la ripropongo in versione "riveduta e corretta".

Questa "tassa di scopo" ha, fra l'altro, anche un valore in qualche modo risarcitorio per i luoghi in cui il turista si reca, ma limitatamente a quelli ove dorme. Eppure non è giusto, secondo il mio modesto avviso, non tenere conto che costui non si ferma mai in un unico posto. Va, viene, sale, scende, esplora il territorio nella sua più ampia dimensione, servendosi a gratis di tutta una gamma di servizi e di strutture locali. Dorme, ad esempio, ad Amalfi dove paga l'imposta, ma visita altri luoghi e va in giro per tutta la Costa. Esiste, quindi, questa palese sperequazione, ma non è sanabile facilmente. Tralasciamola, quindi.

Rinuncio all'idea di un tributo scippato ai singoli comuni e affidato a un ente (Parco, Distretto, Polo Turistico?) di dimensione intermedia, peraltro difficilmente individuabile Pongo, più semplicemente, il problema di impiegare queste risorse in maniera maggiormente significativa, per interventi a più alto impatto sociale e sulla base di una pianificazione concertata e condivisa. Non me ne vogliate ma io resto convinto che è comunque possibile escogitare soluzioni che ottimizzino l'utilizzo di tale gettito e inneschino processi, moltiplicatori di effetti positivi, vantaggiosi per tutti. Credo sia di interesse generale evitare la polverizzazione di queste preziose risorse, di cui non tutti possono disporre (vi ricordo che questo tributo è applicabile solo nei Comuni turistici).

Sarebbe una grande responsabilità lasciar cadere la possibilità di risolvere problemi importanti e che interessano il territorio nella sua interezza. Bisogna rinunciare a egoismi e campanilismi e calarsi in una dimensione di area vasta che, nella fattispecie corrisponde all'ambito compreso fra Positano ad Ovest e Vietri sul mare ad Est, comprendente quattordici comuni.

Che fare? Convocare quanto prima è possibile la Conferenza dei Sindaci, un organismo che deve essere finalmente istituzionalizzato, riconosciuto e regolamentato, in maniera da potergli affidare la funzione di "tavolo di concertazione" per la redazione del Piano Annuale e Triennale di Sviluppo Sostenibile della Costa d'Amalfi.

I Comuni stipulano una convenzione sotto forma di Accordo di Programma ex lege n. 142/2000; individuano un Comune Pilota al quale affidare le funzioni amministrative di gestione e di coordinamento; costituiscono un Fondo Comune di Investimenti sul quale far confluire il 50% degli introiti derivanti dall' Imposta di Soggiorno (la misura percentuale può variare in relazione al variare del fabbisogno del Piano di Sviluppo.)

Tenuto conto dell'entità del gettito annuale registrato dai quattordici Comuni dell'area, riferito al 2019, ammontante mediamente a oltre sei milioni di euro, il Fondo avrebbe una dotazione intorno ai tre milioni, davvero cospicua. Essa consentirebbe di affrontare e risolvere problemi rilevanti e di realizzare grandi opere dove ce ne è più bisogno.

Solo a mo' d'esempio: Manutenzione e recupero del patrimonio artistico; Miglioramento del sistema di Mobilità e del servizio di Trasporto Pubblico; Pubblica Illuminazione; Eliminazione del digital divide; Adeguamento della strada Castiglione-Scala-Ravello; Ampliamento degli spazi balneari con Scogliere Attrezzate specialmente sul Versante Occidentale; Pedonalizzazione di Marina di Praia con Ascensore Parcheggio in roccia, Ascensore , Stazione marittima; Rifacimento della Segnaletica Stradale e della Cartellonistica Pubblicitaria Turistica; Realizzazione Stazione Marittima di Amalfi; Installazione di un sistema digitale di Informazione e assistenza turistica esteso all'intera area; Restyling del Water Front di Maiori con sottopasso per il traffico automobilistico; Organizzazione di grandi eventi sportivi (vedi Giro d'Italia), teatrali, musicali, artistici (grandi mostre), cinematografici; Costituzione della Film Commission per l'incentivazione della produzione cinematografica nel nostro territorio; Studio comparato per la realizzazione di in campo da Golf a Santa Maria ai monti; Istituzione del Museo del Vino e del Gusto a Tramonti; Realizzazione piccoli parcheggi pubblici diffusi; Vettore meccanico per la spiaggia a Positano e per la Torre di Conca dei Marini; Redazione e Attuazione del Piano del Colore ad Atrani; Sistemazione e Animazione della Sentieristica; Collegamento con Vettore Meccanico Fiordo - Furore Centro; Rilancio Ecomuseo del Fiordo; Interventi di Restauro del Paesaggio; Mostra permanente della Pesca a Cetara e così via.

Per tradurre questi sogni in realtà bisogna partire dall'organizzazione a breve di una Conferenza dei Sindaci che approfondisca questa proposta e verifichi il grado di condivisione esistente.

E' tempo di darsi da fare per evitare che il territorio resti ancora preda di una "frammentazione senza scopo" e non tralasciare che, per fortuna, si è andata via via consolidando anche da noi la coscienza che lo sviluppo passa da un percorso di nuovo compattamento territoriale e di nuova solidarietà sociale.

*già sindaco di Furore

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Economia & Turismo

La Pro Loco di Vietri sul Mare al TTG di Rimini

L'associazione Pro Loco Vietri sul Mare sarà presente al TTG Incontri, il principale marketplace del turismo b2b in Italia, che si svolgerà dal 13 al 15 ottobre presso Rimini Fiera, il centro fieristico del capoluogo romagnolo. La manifestazione giunta quest'anno alla 58esima edizione, oltre a rappresentare...

Giornata Mondiale del Turismo, il messaggio del sindaco di Sorrento

«Nella Giornata Mondiale del Turismo, il nostro grazie va alle donne e agli uomini, ai lavoratori e agli imprenditori di un comparto tra i più colpiti dalla crisi economica e sociale della pandemia. Non a caso, l'Organizzazione Mondiale del Turismo ha dedicato questa 41esima edizione alla crescita inclusiva,...

La Costiera Amalfitana tra le mete più ricercate su Google Maps

La Costiera Amalfitana è tra le mete più ricercate d'Europa e la seconda in Italia su Google Maps. In occasione della Giornata Mondiale del Turismo (che si celebra il 27 settembre) Google ha pubblicato un blogpost che include alcuni interessanti tendenze sulle principali destinazioni turistiche cercate...

Guida o accompagnatore turistico: quali sono le differenze? 

(MESSAGGIO PROMOZIONALE) Lavorare nel comparto turistico dalle nostre parti è tornato ad essere una certezza: sappiamo bene che la Campania tutta conserva immensi tesori e ricchezze che diventano un vero attrattore naturale per migliaia di turisti. Per lo più, lo sappiamo, sono siti archeologici, palazzi...

Turismo: Comune di Sorrento lancia classificazione ecosostenibile per hotel e altre strutture ricettive

Percentuale di raccolta differenziata, assenza di plastica monouso, presenza di erogatori di acqua. E, ancora, recupero delle acque piovane, produzione di energia green, lotta allo spreco alimentare. Sono i nuovi parametri di classificazione per le strutture alberghiere e per quelle cosiddette all'aria...