Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 minuti fa S. Gennaro vescovo

Date rapide

Oggi: 19 settembre

Ieri: 18 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniDall'Italia e dal MondoInps, la quarantena per contatto Covid non è più considerata malattia

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Dall'Italia e dal Mondo

Inps, la quarantena per contatto Covid non è più considerata malattia

L'istituto chiarisce che la prestazione non verrà erogata per gli eventi avvenuti nel corso di quest'anno ma solo per quelli del 2020, perché non sono state stanziate nuove risorse

Scritto da (redazione), lunedì 16 agosto 2021 09:28:04

Ultimo aggiornamento lunedì 16 agosto 2021 09:28:04

Una nota dell'Inps, la 2842, pubblicata sul sito dell'istituto la scorsa settimana, il 6 agosto, e passata per giorni quasi inosservata, rischia di rovinare le ferie al lavoratore che accidentalmente sia stato sottoposto a quarantena per contatti con un positivo. L'isolamento, che prima era parificato alla malattia e quindi «pagato» dall'Inps, ora non lo è più. E la misura, si badi, è retroattiva.

Una sporca faccenda di soldi. L'Inps aveva stanziato 663,1 milioni di euro per le tutele richiamate dall'articolo 26 del decreto legge numero 18 del 17 marzo 2020, varato in fretta e furia nei primi giorni della pandemia. Tutele che riguardano «la validità, ai fini del riconoscimento dell'indennità previdenziale per l'anno 2020, delle certificazioni attestanti la quarantena con isolamento fiduciario redatte dai medici curanti anche nei casi in cui non sia stato possibile reperire alcuna indicazione riguardo al provvedimento emesso dall'operatore di sanità pubblica». Questa norma era una sorta di tana libera tutti: chiunque presentasse un certificato del proprio medico era considerato in malattia e beneficiava quindi di tutti i vantaggi collegati a questo status. Ma «il legislatore attualmente non ha previsto, per l'anno 2021, appositi stanziamenti volti alla tutela della quarantena di cui al comma 1 dell'articolo 26 in commento» e quindi «salvo eventuali interventi normativi, l'istituto non potrà procedere a riconoscere la tutela previdenziale per gli eventi riferiti all'anno in corso». Fanno eccezione i cosiddetti lavoratori fragili, per i quali «si procedere ugualmente a riconoscere la prestazione nel limite degli importi stanziati» per l'anno 2020. E per l'anno 2021 si attingerà a uno specifico stanziamento pari a 282,1 milioni di euro, che permetterà un riconoscimento della prestazione soltanto per gli eventi fino al 30 giugno 2021. Per i mesi successivi, e fino al 31 ottobre 2021, gli stessi lavoratori fragili potranno continuare a lavorare «in modalità agile, anche attraverso l'adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento»

Uscendo dalla giungla del burocratese, l'effetto di questa notiziola è che l'ente diretto da Pasquale Tridico non riconosce più le quarantene dei lavoratori dal 1° gennaio 2021 come malattia ai fini del trattamento economico, sia per quanto riguarda l'indennità previdenziale sia per quanto riguarda le contribuzioni figurative. Questo a meno che il governo non ci metta una pezza con un decreto che stabilisca ex post la copertura economica, misura che l'Inps ha più volte sollecitato presso i ministeri dell'Economia e del Lavoro. Senza successo.

Chiunque sia stato a casa negli ultimi sette mesi e mezzo perché aveva un figlio positivo o aveva frequentato una persona poi risultata contagiata, credendosi al sicuro perché si era fatto fare un certificato medico, rischia quindi di vedersi contabilizzare il periodo di assenza come ferie oppure decurtare lo stipendio, fino a quasi la metà di una mensilità nel caso rientrasse nei casi in cui la quarantena richiesta fosse di quattordici giorni (il numero è stato progressivamente ridotto e attualmente è di sette giorni per chi ha completato il ciclo vaccinale da almeno quattordici giorni e possa esibire un tampone antigenico o molecolare negativo).

Un caos postumo, che potrebbe creare molti problemi da settembre, quando gli uffici torneranno a riempirsi dopo le ferie agostane e i contagi presumibilmente continueranno ad aumentare.

Non cambia nulla invece per il lavoratore che contragga il Covid-19. «Le indicazioni ricevute la ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - si legge nella comunicazione firmata dal direttore generale dell'istituto Gabriella Di Michele - autorizzano l'istituto a procedere al riconoscimento della tutela della malattia secondo l'ordinaria gestione».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Dall'Italia e dal Mondo

Da PNRR 2,5 miliardi di euro per aree a forte rischio idrogeologico

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevede un importante pacchetto di misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico. In particolare, la componente ‘Tutela del territorio e della risorsa idrica' della Missione ‘Rivoluzione verde e transizione...

Green pass: chi è senza non può essere licenziato. Ecco le misure

Magistrati e dipendenti di Bankitalia, colf, badanti, elettricisti e idraulici, ministeriali e dipendenti dei consigli comunali, governatori e consiglieri regionali eletti alle elezioni, volontari: dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre, quando è prevista la scadenza dello stato d'emergenza, il green pass...

Green pass: via libera unanime al nuovo decreto in Consiglio dei Ministri

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera all'unanimità al nuovo decreto legge per l'estensione del Green pass a tutti i luoghi di lavoro. "La novità è che è una strategia universalistica, andiamo a toccare tutto il mondo del lavoro pubblico e privato e per il privato dipendente e autonomo, un...

Riscatto laurea a fini pensionistici: il simulatore è online su sito INPS

Sul sito web dell'Inps è disponibile un nuovo servizio on line per la valutazione degli effetti del riscatto della laurea ai fini pensionistici, utilizzabile con qualunque dispositivo mobile o fisso (PC, tablet o telefono cellulare). Il servizio fornisce informazioni, sulla base della normativa vigente,...

Il Regno Unito dice no al Green Pass

Il governo britannico non imporrà il pass anti Covid per entrare nei luoghi affollati al chiuso in Inghilterra come i nightclub o accedere a grandi eventi: lo ha reso noto oggi il ministro della Salute, Sajid Javid. Sin tratta di un dietrofront da parte di Londra, che in precedenza aveva annunciato l'arrivo...