Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Eligio vescovo

Date rapide

Oggi: 1 dicembre

Ieri: 30 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaIl Panettone artigianale della Pasticceria Gambardella, da oggi a portata di click. Gambardella, Minori, Costiera AmalfitanaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniCronacaViolentò una turista straniera a Positano: se la cava con un anno e due mesi

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di Click

Cronaca

Violentò una turista straniera a Positano: se la cava con un anno e due mesi

Scritto da (Redazione), martedì 9 giugno 2020 09:02:45

Ultimo aggiornamento martedì 9 giugno 2020 09:35:53

Dopo cinque anni di battaglia legale la turista straniera violentata a Positano è scoppiata in lacrime per la decisione dei giudici di infliggere una condanna a un solo anno e due mesi, peraltro con pena sospesa, al suo aguzzino. Il reato di violenza sessuale - come scrive il quotidiano "Il Mattino" oggi in edicola - è stato, infatti, derubricato, nel corso del patteggiamento, in violenza di lieve entità. I legali della donna già nella giornata di oggi adiranno la procura generale di Salerno per ribaltare quella che, a loro avviso, è un verdetto ingiusto.

 

«In Australia abbiamo molto rispetto per la giustizia ma, dopo una sentenza di questo tipo, per me risulta difficile averne per la giustizia italiana». La vacanza in Italia per una giovane donna australiana è diventata un incubo dopo aver subito violenza sessuale in mare a Positano. Dopo cinque anni di battaglia giudiziaria, segnata da una prima richiesta di archiviazione, una riapertura del fascicolo, un incidente probatorio e una udienza preliminare, la turista straniera ha visto derubricare il reato di 609 bis, ovvero violenza sessuale, in violenza di lieve entità con la condanna del suo aggressore, con patteggiamento, ad un anno e due mesi pena sospesa. Ha accolto in lacrime l'esito della sentenza, comunicatole via telefono dai suoi legali di fiducia, Paolo Iorio e Andrea Scardamaglio, venerdì scorso. «Spero - ha detto loro - di non essere stata penalizzata perché straniera». I suoi legali già nella giornata di oggi adiranno la procura generale di Salerno per raccontare quella che, a loro avviso, è una vicenda non giusta, come riporta Il Mattino nell'articolo a firma di Petronilla Carillo.

LA STORIA
Era fine agosto del 2015 quando Samantha, appena ventitreenne, era in vacanza in Costiera. Sulla spiaggia conosce un ragazzo di 25 anni di Gragnano. Nulla di strano, è estate, si è in vacanza, si è giovani. Ad un certo punto lei decide di fare il bagno ed entra in mare. Lui, poco dopo la raggiunge. I due si fermano ad una boa. Ad un certo punto il giovane la blocca per un braccio impedendole di muoversi e tenta di baciarla. Riuscendo a bloccarla, inizia con violenza a toccarla poi afferra la sua mano e la porta sui suoi genitali. Poi le infila la mano nel costume, la penetra prima con un dito e poi ha un rapporto sessuale con lei. La ragazza riesce la liberarsi e si avvicina alla riva, lui la insegue, l'afferra, le allarga le coppe del bikini e inizia di nuovo a toccarla. La ragazza prova a svincolarsi e, in lacrime, raggiunge gli altri sul bagnasciuga. Una volta tornati tra le persone lui - secondo la denuncia presentata successivamente - la minaccia: stanotte ti troverò e di prenderò di nuovo. La ragazza decide così di andare via, tenta di presentare una denuncia ma non riesce a capirsi a causa del suo inglese stretto quindi desiste e, soltanto una volta arrivata in Inghilterra, dove allora lavorava, decide di presentare denuncia. Parte così l'iter giudiziario, fatto di rogatorie tra l'Inghilterra e l'Australia e di un incidente probatorio per il quale lei torna a Salerno, anche se e questo lo precisano i suoi legali) ancora non gli è stato rimborsato il biglietto aereo.

IL FASCICOLO
L'8 settembre 2016 il sostituto procuratore Francesca Fittipaldi chiede al gip Alfonso Scermino l'archiviazione del procedimento in quanto «la sola versione fornita dalla querelante non sosterrebbe in giudizio l'accusa». La difesa propone immediata opposizione alla richiesta chiedendo al fip di disporre la raccolta di tutti gli elementi di prova a carico dell'accusato. Dopo due anni e mezzo il giudice accoglieva la richiesta di incidente probatorio proposto dal pm e fissa l'udienza per il 4 giugno 2019. La vittima giungeva in Italia e racconta, tra le lacrime, la violenza. Il gip rinvia a giudizio l'uomo. Il 4 giugno, la settimana scorsa, si celebra l'udienza preliminare dinanzi al gup Romaniello. «Il giorno dell'udienza - spiegano gli avvocati dell'australiana - apprendiamo che l'imputato aveva concordato con il pm una pena di anni 1 e mesi 2 di reclusione. Ci siamo costituiti parte civile ma per la nostra procedura il difensore della parte civile non può interloquire sulla richiesta di patteggiamento: possiamo solo perseguire l'imputato in sede civile».

Fonte: Il Mattino

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Tramonti, schiacciato dal cancello: non ce l'ha fatta il 69enne di Maiori. E' spirato in ospedale

Non ce l'ha fatta Agostino Della Pietra, il 69enne agricoltore di Maiori schiacciato questo da un cancello questo pomeriggio a Tramonti. Le sue condizioni erano già disperate nel momento in cui è stato soccorso e trasferito in eliambulanza all'ospedale "Ruggi d'Aragona" di Salerno nel tentativo di poterlo...

Grave incidente a Tramonti: schiacciato da un cancello, 69enne di Maiori soccorso in eliambulanza [FOTO]

(NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO) Grave incidente questo pomeriggio a Tramonti. Un uomo è rimasto schiacciato da un cancello in ferro. Per lui necessario il trasferimento urgente in eliambulanza all'ospedale di Salerno per le gravi lesioni riportate. Stando alle prime frammentarie notizie raccolte, D.P.A. di...

Maiori, prenotano tamponi su Sinfonia ma al Porto è tutto chiuso: rabbia per 15 mamme

Avevano seguito alla lettera le indicazioni della Regione Campania per la prenotazione del tampone antigenico a cui dovevano sottoporsi con i propri figli per lo screening riservato ai bimbi della scuola dell'infanzia in vista del ritorno alla didattica in presenza. Dalla piattaforma Sinfonia, il Sistema...

Malore improvviso mentre è in montagna: due elicotteri per complicato soccorso a Maiori [VIDEO]

(ANTEPRIMA - NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO) Un delicato intervento di soccorso è in atto nelle zone interne di Maiori. Tra la vegetazione della località Marito, al confine con Tramonti, un uomo ha avvertito un improvviso malore tanto da richiedere l'intervento di due elicotteri, uno del 118, l'altro dei Vigili...

Ravello, omicidio Attruia: Cassazione conferma condanna a Enza Dipino

Respinto dalla Corte di Cassazione il ricorso presentato dai legali di Enza Dipino avverso la sentenza della II Corte d'Assise d'Apello di Salerno, che in un'udienza lampo lo scorso 16 dicembre 2019 l'aveva condannata a 14 anni e 2 mesi di reclusione per l'omicidio - in concorso con Giuseppe Lima, condannato...