Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa SS. Protomartiri Romani

Date rapide

Oggi: 30 giugno

Ieri: 29 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storicheMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Tu sei qui: SezioniCronaca«Reti fognarie assenti e carenti», nel mirino 35 Comuni salernitani. Anche Tramonti e Maiori

Granato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Cronaca

«Reti fognarie assenti e carenti», nel mirino 35 Comuni salernitani. Anche Tramonti e Maiori

Scritto da (redazionelda), domenica 24 ottobre 2021 09:59:13

Ultimo aggiornamento domenica 24 ottobre 2021 09:59:13

Per il momento non è stata comminata alcuna sanzione pecuniaria, se non il pagamento delle spese legali del procedimento. Ma, adesso, l'Italia rischia grosso e dovrà lavorare - a fondo - per evitare un ulteriore stangata da parte dell'Unione Europea: la sesta sezione della Corte di Giustizia del Vecchio continente, infatti, mercoledì scorso ha condannato il Paese per tutta una serie di inadempimenti riguardo il trattamento delle acque reflue. Secondo i giudici presieduti dal danese Lars Bay Larsen, infatti, l'Italia continua a non rispettare una serie di obblighi previsti dalla direttiva europea di riferimento (la 91/271/CEE) che, già in passato, avevano portato la Corte Ue ad aprire altri procedimenti. La procedura adesso arrivata a sentenza, invece, era stata aperta nel 2014. E, secondo quanto emerso nel corso delle verifiche, l'Italia non ha preso le disposizioni necessarie per garantire che siano provvisti di reti fognarie per le acque reflue urbane 159 agglomerati.

Di questi, ben 29 sono presenti in provincia di Salerno: si tratta degli agglomerati di Altavilla Silentina, Ascea, Buccino, Caggiano, Casalbuono, Casalvelino 1, Caselle in Pittari, Castellabate, Castel San Lorenzo, Centola 1, Contursi Terme, Montesano sulla Marcellana, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Padula, Pisciotta, Polla, Pollica, Postiglione, Roccagloriosa, Rofrano, San Gregorio Magno, San Mauro Cilento, Sanza, Sassano, Scafati, Sicignano degli Alburni, Teggiano e Tramonti.

Sempre secondo i giudici della Corte di Giustizia dell'Unione Europea, il Governo ha omesso di garantire che le acque reflue urbane che confluiscono nelle reti fognarie siano sottoposte, prima dello scarico, ad un trattamento secondario (o equivalente) così da provare ad arginare la diffusione di agenti inquinanti. E, anche su questo punto, il Salernitano fa la parte del leone. Perché le censure, in tutt'Italia, riguardano 461 agglomerati urbani. E 35 sono siti nel territorio che va da Scafati a Sapri: ai 29 già "censurati" per l'assenza della rete fognaria su cui non è intervenuto il Governo centrale si aggiungono pure Camerota, Maiori, Mercato San Severino, Montecorice, Perdifumo, Vibonati e soprattutto Salerno. Una questione nota, quella del capoluogo, su cui si era interessata anche l'amministrazione comunale che, negli scorsi mesi, aveva chiesto l'invio in città dei delegati del Ministero delle Infrastrutture per comprendere come agire sulla rete fognaria cittadina, ormai datata in quanto progettata negli anni Sessanta e cioè prima del boom e dello sviluppo di tanti quartieri residenziali che hanno inevitabilmente aumentato i carichi. Salerno, infatti, dovrebbe contare su una rete fognaria da 317mila abitanti equivalenti (oltre il doppio dei 134mila residenti): «Una parte del carico generato - spiega il parere motivato della Corte di Giustizia Europa . non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite Ias (le tecniche alternative,ndr). Inoltre non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto riceve un adeguato trattamento secondario».
All'esito della sentenza, la Corte Europea chiede all'Italia di provvedere «affinché la progettazione, la costruzione, la gestione e la manutenzione degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane siano condotte in modo da garantire prestazioni sufficienti nelle normali condizioni climatiche locali» e che «la progettazione degli impianti tenga conto delle variazioni stagionali di carico negli agglomerati» individuati in violazione della normativa europea. L'Italia, adesso, dovrà adesso pagare le spese legali, nell'immediato non sono previste multe o sanzioni. Questo perché si tratta della prima condanna per inadempimento per quanto riguarda questo specifico caso. Tuttavia per lo stesso tipo di violazioni in materia di gestione delle reti fognarie e delle acque reflue (ma diversi sono i centri urbani e le aree interessati), l'Italia era già stata condannata nel 2018 dalla Corte di Giustizia europea al pagamento di una multa di 25 milioni di euro. A questa si aggiunge un'ulteriore sanzione pecuniaria di 30 milioni, che scatterà ogni sei mesi finché le autorità nazionali non riusciranno a dimostrare di aver ristabilito una situazione di conformità con quanto previsto dalle disposizioni Ue.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 109518102

Cronaca

Maiori: camion si incaglia nello scavo per la fibra ottica, intervento del carro gru

Durante uno scavo per la posa della fibra ottica, a Maiori, un camion è rimasto incagliato con la ruota nel pozzetto appena realizzato dagli operai. È accaduto ieri sera, intorno alle 17.46, in Via Santa Tecla, quando l'autista, nel fare manovra, non si è reso conto della traccia sull'asfalto e l'ha...

Dopo una notte di blackout in Costa d'Amalfi arrivano i generatori di corrente

Dopo una notte di blackout in diverse zone della Costiera Amalfitana il risveglio non è stato dappertutto sereno. In molte zone manca ancora la corrente elettrica con problemi per le attività ricettive ed economiche. Il problema potrebbe essere dovuto non solo all'alto numero di presenze turistiche sul...

Mancanza di elettricità in Costa d'Amalfi: anche Minori e Maiori al buio

Un problema di natura elettrica sta interessando diversi comuni costieri. Blackout ad intermittenza di diversi minuti hanno interessato anche il Comune di Maiori e quello di Minori, poco dopo le 23:30. Al momento sono ignote le cause ma non si esclude un sovraccarico della rete per via del caldo intenso...

Amalfi. Ragazza investita in piazza Flavio Gioia durante il blackout

Una ragazza è stata investita in piazza Flavio Gioia durante il blackout che ha interessato oltre ad Amalfi, anche alcune zone di Scala e Ravello. La giovane donna è stata investita da un uomo alla guida di un motociclo proveniente dalla zona portuale. Sul posto immediati i soccorsi del 118. Non è dato...

Amalfi: improvviso blackout lascia al buio i fedeli durante la processione di Sant'Andrea /Foto

Un improvviso blackout in Costiera Amalfitana ha interessato alcune zone di Ravello e Scala e la quasi totalità del territorio di Amalfi dove si stava svolgendo la processione di Sant'Andrea. A Scala il Sindaco ha comunicato, a mezzo social, di aver "tempestivamente provveduto a segnalare l' improvvisa...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.