Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 53 minuti fa SS. Simone e Giuda

Date rapide

Oggi: 28 ottobre

Ieri: 27 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniChiesaLa morte è sì una caduta, ma nelle braccia di Dio

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Chiesa

La morte è sì una caduta, ma nelle braccia di Dio

L'omelia di Padre Francesco Capobianco, guardiano del Convento di San Francesco a Ravello nel corso dei funerali di Antonio Amato

Scritto da (redazione), martedì 22 dicembre 2020 19:10:03

Ultimo aggiornamento martedì 22 dicembre 2020 19:14:24

Pubblichiamo l'omelia tenuta da Padre Francesco Capobianco, guardiano del Convento di San Francesco, domenica 20 dicembre, nel Duomo di Ravello, durante il rito esequiale per mastro Antonio Amato di cui ne ha ricordato le doti umane, lavorative e spirituali. Segue testo integrale.

 

Caro mio amico Antonio, amico di tutti!

Due mesi fa ho incontrato te e la tua famiglia per concordare il rito religioso del tuo matrimonio con Pina. Anelavi e hai desiderato fortemente quel momento. Fu deciso di celebrarlo domenica 6 dicembre. Questo non è avvenuto di fronte agli uomini, a causa del tuo stato di salute, ma è avvenuto di fronte a Dio, nella luce della tua fede.

Mi sono ritornate in mente alcune forti espressioni sulla morte di un autore contemporaneo:

O morte

Che tutti credono ributtante e infelice,

tu sei una vergine leggiadra

che mi scioglierà da questo letame,

la donna che consegnerà il mio calvario al Signore.

O morte, che tutti credono deforme,

io ti ho veduta nel sospiro divino.

Danzatrice meravigliosa,

non sai come capisco il tuo eloquio.

 

Morte! ... donna che consegnerà il mio calvario al Signore! Il calvario di Antonio è stato consegnato al Signore, che lo ha trasformato in beatitudine e gioia perenne per il caro Antonio.

Per noi poveri umani è duro, spinoso esternare dei sentimenti per una persona cara che non vedremo più nella sua fisicità, ma che rimane nel profondo del cuore:

Antonio, uomo vigoroso, ottimista, che ha fatto della sua vigoria la nota portante della sua vita, unita alla sua generosità aperta a tutti, parenti e amici.

Uomo forte che ha retto di fronte a cocenti traversie della vita.

Uomo eccellente nella sua capacità operativa nel campo edilizio e fedele discepolo del suo papà mastro Francesco nell'arte di saper lavorare con perizia una certa pietra.

Uomo disponibile, incapace di dire no alla più svariate richieste, beneficando con discrezione chi si trovava nel bisogno.

Uomo di fede: quante volte, Antonio, ti ho visto compunto e pensoso nella chiesa di San Francesco alla messa domenicale di mezzogiorno. Dopo passavi da me in sagrestia e aprivi il tuo animo accorato, aggrappato alla fede e alla speranza cristiana, facendo poi scivolare il tuo commosso ricordo sull'indimenticabile Padre Andrea e sul Beato Bonaventura che salutavi con una preghiera nel lasciare la chiesa, compiaciuto anche che il tuo piccolo Attila fungesse da chierichetto.

Tu, Antonio, hai pure mantenuto e curato il legame di una antica e condivisa amicizia della tua numerosa famiglia con i frati del convento san Francesco, a cui hai continuato a prestare con amore la tua opera in diverse circostanze.

I tuoi figliuoli, di cui sei stato profondamente orgoglioso, hanno illuminata e riempita la tua vita e loro ti hanno adorato: come tu hai scolpito sulle pietre, così pure hai scolpito nei loro animi i valori della vita, evidenziando, con la tua personalità, senso del sacrificio, laboriosità, generosità, rispetto per il prossimo, senso religioso della vita.

Ravello perde un'altra tessera del suo caldo mosaico umano. A noi rimane la figura di un uomo forte disponibile e generoso, di un uomo buono, di un uomo che ha inciso e onorato il prezioso tessuto della città di Ravello.

Il tuo albero vigoroso si è piegato, Antonio: abbiamo assistito impotenti al declino della tua salute, sotto gli occhi smarriti dei tuoi cari, che con premurosa e affettuosa cura e dedizione ti sono stati accanto, con mezzi materiali e spirituali.

Cristianamente consoliamoci: perché? Perché la morte è sì una caduta, ma una caduta nelle braccia del Dio vivente e misericordioso che si chiama Padre: noi abbiamo tra le mani la certezza che risorgeremo, perché Lui, il Cristo, è risorto e noi avremo la beata vita eterna, perché è Lui ad attenderci!

E' il binario della nostra vita: e la morte di Antonio, che è stato rapito a quella vita beata, ce lo ricorda.

 

Rimaniamo uniti nella preghiera e porgiamo, commossi, il nostro profondo cordoglio a Pina, Attila, Francesca, Nicoletta, Ingrid, Carlo, alle sorelle e al fratello Marco, con un forte applauso al caro Antonio!

 

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

Minori, 29 ottobre incontro formativo per un cammino sinodale

L'Arcidiocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni e la Comunità Ecclesiale di Minori organizza un incontro formativo per un cammino sinodale sulla base di tre verbi indicati dal Santo padre: incontrare, ascoltare, discernere. Venerdì 29 ottobre, alle 19.00, nella Basilica di Santa Trofimena, sarà la professoressa...

26 ottobre: a Ravello si celebra il Beato Bonaventura da Potenza

Ottobre è il mese del Beato Bonaventura da Potenza. Oggi, lunedì 26, la comunità di Ravello si riunisce attorno alla mensa eucaristica per celebrare il "Martire dell'obbedienza", esempio di perfezione evangelica, di ascesi, di santità, testimone della fede che si è speso totalmente per annunciare la...

Don Domenico Zito nuovo rettore del Santuario dell'Avvocata

Don Domenico Zito è il nuovo rettore del Santuario dell'Avvocata al Monte Falerzio, sopra Maiori. Questa mattina il suo ingresso solenne al Santuario con la celebrazione di una Messa solenne all'aperto, all rpresenza di un cospicuo numero di fedeli, in ricordo del suo predecessore, l'indimenticabile...

Minori ricorda Don Pasquale Gentile

Minori ricorda il suo buon pastore. A sette anni dalla prematura scomparsa, avvenuta il 17 ottobre 2014, la comunità di Minori ricorda don Pasquale Gentile. Il sacerdote originario di Agerola, che ha mosso i primi passi dellasua vita sacerdotale a Tramonti, nella parrocchia di San Michele Arcangelo di...

Ravello, Convento San Francesco perde sua autonomia. Resta soltanto Padre Francesco

di Emiliano Amato L'antico Convento di San Francesco, a Ravello, non è più comunità autonoma, ma casa affiliata al Convento di Nocera Inferiore. Lo ha stabilito la Provincia religiosa dei Frati Minori conventuali di Napoli nell'ultimo capitolo celebrato di recente a Nocera Inferiore in cui è stato approvato...