Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Marino martire

Date rapide

Oggi: 3 marzo

Ieri: 2 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAntica Pasticceria Pansa ad Amalfi dal 1830, la tradizione a casa vostra con i dolci pasquali di Pansa, oggi anche on line

Tu sei qui: SezioniChiesaIl Beato Gerardo Sasso e San Francesco d'Assisi: in Oriente per la Crociata del dialogo

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Sal De Riso augura a tutti i lettori de Il Vescovado una Buona Pasqua e invita a visitare il suo nuovo portale dedicato ai suoi capolavori di dolcezza: La Colomba pasquale

Chiesa

Il Beato Gerardo Sasso e San Francesco d'Assisi: in Oriente per la Crociata del dialogo

Scritto da (Redazione), martedì 18 agosto 2020 07:12:46

Ultimo aggiornamento martedì 18 agosto 2020 07:32:24

di Padre Enzo Fortunato

È il 1099, in piena prima crociata, che dal Paese più antico della costiera amalfitana parte un frate benedettino per recarsi nel cuore del Medio Oriente, Gerusalemme. Tutti pensavamo fosse stato Francesco, nel 1219, il primo a varcare le porte dell'Oriente con il suo viaggio a Damietta per incontrare il Sultano Malik al-Kamil. In realtà è stato il Beato Fra' Gerardo Sasso, oltre cento anni prima, ad approdare in Terra Santa. Qui fondò l'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, l'attuale Ordine dei Cavalieri di Malta, una comunità monastica dedita alla gestione dell'ospedale per l'assistenza dei pellegrini di ogni fede o razza.

 

Il benedettino Gerardo Sasso nasce il 1040 a Scala, nel cuore della Costiera Amalfitana, da lì si reca a Gerusalemme dove inizia ad operare nell'ospedale costruito in precedenza da mercanti di Amalfi per accogliere i pellegrini e curare i malati. Per rafforzare l'istituzione da lui voluta, la trasforma in un ordine religioso dedicato a San Giovanni Battista e il 15 febbraio 1113 Papa Pasquale II la riconosce ufficialmente come comunità monastica degli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme evidenziando l'importanza del servizio offerto ai pellegrini e ai poveri.

Un ospedale che cura le ferite di musulmani, ebrei, cristiani. Un «ospedale interreligioso» che «protegge» i diritti fondamentali di ogni essere umano e che anticipa la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata nel 1948, dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Due «frati» che profeticamente aprono le porte al dialogo e alla prossimità con l'Oriente. Due giganti dell'occidente che lasciano una grande eredità: prendersi cura dell'uomo. Francesco lo fa per entrare in dialogo con lui, Gerardo Sasso per fasciargli le ferite.

Nel giugno 1219 Francesco parte da Ancona verso l'Egitto. La sua idea è di vivere tra i musulmani, prima ancora di evangelizzarli. In un periodo di crociate armate è qualcosa di inaudito.

«Né liti né dispute» chiedeva Francesco, affinché i frati si distinguessero dai crociati in armi; soldati che, pur in difesa dei luoghi santi, potevano compiere azioni terribili. Ma soprattutto: «Siano soggetti a ogni creatura umana». Più che l'imposizione di una religione su un'altra, Francesco chiede una soggezione alla creatura umana in quanto tale. Non la ricerca di uno scontro, ma la costruzione di un terreno comune su cui far nascere un'amicizia. Soltanto in questo caso sarebbe stato eventualmente possibile un discorso non divisivo su Dio. Questi atteggiamenti dettati da Francesco indicano due linee guida del suo pensiero: quella della presenza e quella della testimonianza. Non la strada dell'imposizione ma quella della condivisione. L'Assisiate era uomo di pace: quello che egli sognava l'ha dimostrato con la vita e in tutti i modi, raggiungendo il sultano e annunciandogli la pace. Presenza e testimonianza: queste le limpide linee spirituali e storiche di un gesto che non apre la strada a fraintendimenti.

Nel pieno di una guerra, nello stridore delle armi, accanto alla forza distruttrice che portava alla morte, una forza che si ritraeva presentandosi come debolezza faceva breccia nei cuori della gente riportando una speranza per una vita nuova. La stessa breccia che Francesco è convinto di aprire nel cuore dell'Islam. Il sultano Malik al-Kamil doveva già essere stato informato del carisma di quell'umile frate che veniva a predicare rischiando la vita per il suo Dio. Francesco va a parlare col sultano, nessuno sa in che lingua e che cosa si siano detti. Sarà per sempre un mistero. Ma è certo che parlarono di Dio. Del Dio comune di ebrei, di cristiani e di musulmani. E di quel che Francesco, tornato in Italia, cercò di precisare nella sua Regula a proposito dei frati che vanno tra gli infedeli: non attaccare nessuno, non polemizzare, ma restare umili e riservati testimoniando Gesù Cristo.

Ancora una volta è l'uomo ad essere al centro e con lui la costruzione di un terreno comune e umano su cui far incontrare e dialogare culture e mondi diversi. Ecco perché il 3 settembre a Scala, per celebrare il beato Gerardo Sasso, si vivrà una giornata storica con dirette televisive su Rai 1 e Tv 2000 alla presenza di cariche politiche e religiose nonché 120 delegazione dell'ordine di Malta provenienti da tutto il mondo. Mentre cresce l'attesa per l'emissione dei due francobolli disposta dal ministero dello Sviluppo Economico che potranno essere utilizzati per le spedizioni postali.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

Incontro di marzo: "La Quaresima, attore o spettatore?"

È disponibile (scaricabile in allegato) il numero di marzo 2021 di "Incontro per una Chiesa Viva", periodico della Comunità ecclesiale di Ravello. L'articolo di prima pagina dal titolo: "Quaresima: attore o spettatore?" a cura di Padre Aldo è un invito a valorizzare questo tempo di grazia, dono di Dio...

Emergenza Covid, a Minori stop ad attività parrocchiali. Consentite solo liturgie

A Minori, in considerazione dell'emergenza sanitaria in atto e delle indicazioni provenienti dagli organi governativi, il parroco, Don Ennio Paolillo, vieta le attività in presenza (riunioni di gruppi, associazioni e movimenti) in tutti locali parrocchiali, oltre che alle diverse Chiese ricadenti sul...

«Per salvare il Monastero occorre la mobilitazione dell'intero Paese»

di Salvatore Ulisse Di Palma Il classico colpo di fulmine è arrivato e, il cielo di Ravello ha subito tuonato. Quando in un Monastero autonomo le professe giungono ad un numero di 5, la comunità di detto Monastero perde il diritto all'elezione della propria Superiora e, così, la Presidente federale è...

L’Arcidiocesi di Amalfi-Cava si appresta a celebrare il processo per dichiarare “venerabile” Mons. Ercolano Marini

Un altro importante tassello è stato aggiunto alla realizzazione del sogno di vedere sugli altari l'arcivescovo di Amalfi monsignor Ercolano Marini, nato dall'iniziativa congiunta del Centro di Solidarietà, del Parroco di Amalfi e dei Sindaci di Matelica e di Amalfi. La Congregazione delle Cause dei...

Diocesi Amalfi-Cava in apprensione per mons. Depalma, ricoverato per Covid

Abbiamo appreso che, nelle ultime ore, le condizioni di salute dell'arcivescovo emerito dell'Arcidiocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, monsignor Beniamino Depalma, ricoverato in ospedale da circa due settimane a causa di sintomi dovuti al Covid-19, si sono aggravare. «È ulteriormente provato dal decorso...