Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniChiesaIII domenica dopo Pasqua, a Pogerola si festeggia la Madonna dei Fuondi

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Chiesa

III domenica dopo Pasqua, a Pogerola si festeggia la Madonna dei Fuondi

Scritto da (redazione), sabato 17 aprile 2021 19:55:12

Ultimo aggiornamento sabato 17 aprile 2021 19:55:48

di Gabriele Cavaliere

A causa delle disposizioni anti Covid -19, per il secondo anno il pellegrinaggio sulla montagna non potrà svolgersi. Vietate anche la processione ed il tradizionale pic-nic. Tuttavia, per consentire ai fedeli di omaggiare la "loro" Madonna, la statua che si porta in processione, provvisoriamente, è stata trasferita nella chiesa di Santa Marina Vergine, sempre a Pogerola.

La Madonna dei Fuondi che potremmo definire "originale", invece, resta nella sua chiesa, murata sull'altare della chiesetta omonima.

Stando alla tradizione, la sacra icona, che consiste in un bassorilievo alto alcune decine di centimetri, raffigurante la Madonna col bambino, venne ritrovata nel XVIII secolo sulla Spiaggia di Fuenti da alcuni operai agerolesi. Durante il percorso verso Agerola che, ricordiamo, si svolgeva a piedi - salendo da Amalfi via scale del "Cieco" e proseguiva poi via Gaudio, quindi via Monte Murillo - giunti nel luogo dove oggi sorge la chiesa gli uomini furono costretti a fermarsi poiché la madonnina divenne così pesante da non poter più essere trasportata. La circostanza venne interpretata come volontà della Madonna di fermarsi in quel luogo e così venne edificata la chiesetta, poi restaurata nel 1874.

Dal 1959 si venera una statua in cartapesta che un tempo era allocata nella Chiesa dello Spirito Santo di Amalfi, demolita nel 1939.

La chiesa dello Spirito Santo fu costruita sul corso del fiume nel 1576, nel punto in cui oggi si vede il Palazzo Castriota (l'edificio che al pian terreno ospita il Monte dei Paschi di Siena). La chiesa, che era sede della Confraternita dei Cartari, sorgeva in prossimità dell'antica porta settentrionale di Amalfi, la Porta Hospitalis, oltre la quale aveva inizio la Valle dei Mulini, l'antica "zona industriale" di Amalfi, ovvero il territorio "Fuori Portam", con il tempo divenuto "Felepporta". ...

Dell'antica chiesa resta traccia sulla parete esterna del muro di recinzione del palazzo, una serie di archi intrecciati che facevano parte di un chiostrino duecentesco. Ma torniamo a Pogerola. A Fuondi e al promontorio denominato "Gaudio", di cui Fuondi fa parte.

Gaudio è un'altura posta ad ovest del casale Pogerola, antica Pigellula, ed è riconoscibile dalla cortina di lecci che la protegge dai venti e, al tempo stesso, la nasconde.

Oltrepassata la porta d'accesso meridionale, ci si trova dinanzi ad un habitat del tutto inaspettato: quello che da lontano sembra un bosco, infatti, è un declivio coltivato con vigneti, agrumeti, alberi da frutta e ortaggi d'ogni specie. La proprietà un tempo includeva anche una cappella dedicata a Santa Rosa circondata da roseti, che quasi sicuramente venivano impiegate per produrre la preziosa acqua di rose, attività che fino alla prima metà del XIX secolo era assai fiorente in alcuni luoghi della Costiera e ad Agerola, in particolare. Una seconda porta chiude il promontorio sul lato nord, là dove confina con Santa Maria dei Fonti.

Quasi certamente in antico le due porte davano accesso ad una cittadella fortificata, nella quale potevano trovare un rifugio sicuro i Pogerolesi in caso di attacchi nemici. Per lungo tempo Gaudio è stato un mondo a parte, un piccolo eden che colpì la fantasia dello scrittore americano Francis Marion Crawford, il quale proprio qui, nel "Castello del Gaudio - Amalfi", ha ambientato il suo romanzo With the Immortals, pubblicato nel 1888 e mai tradotto in italiano.

Poco più ad est della Madonna dei Fonti sono stati ritrovati alcuni ruderi che fanno pensare che lì "doveva essere dislocata, nel Medioevo, una postazione militare per la difesa contro eventuali attacchi provenienti dall'entroterra agerolese e per il controllo della via di accesso ad Amalfi" (v. G. FIENGO - G. ABBATE, Case a volta della Costa d'Amalfi, CCSA, Amalfi 2001, pag. 292).

... La pandemia passerà, prima o poi, e riprenderanno i pellegrinaggi alla Madonna dei Fuondi e a Gaudio.
Ovviamente, chi non riesce ad aspettare la terza domenica dopo Pasqua potrà sempre incamminarsi lungo uno delle più belle passeggiate della nostra Costiera. Casomai proseguendo per il Convento di Cospita... ma questa è un'altra storia!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

Scala abbraccia Don Peppino Imperato: stasera Santa Messa in Duomo

Questa sera la comunità parrochiale di Scala abbraccia il parroco emerito, Mons. Giuseppe Imperato,che per oltre un quarto di secolo ha svolto con zelo l'attività pastorale nella città cara a Sant'Alfonso Maria de' Liguori. Alle 19.00, nel Duomo di San Lorenzo, Don Peppino celebrerà una Santa Messa Solenne,...

27 luglio, Ravello festeggia San Pantaleone [PROGRAMMA]

Anche quest'anno, malgrado le restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria, la Comunità Ecclesiale di Ravello, nella triplice dimensione della Fede, della Cultura e della Solidarietà, accoglie gioiosa la testimonianza evangelica del suo celeste Patrono, stimolo ineludibile per un rinnovato impegno di...

Il messaggio dell'arcivescovo Soricelli ai turisti: «Vacanza come tempo di rinascita fisica e spirituale»

«Questo tempo di vacanza sia per tutti tempo di rinascita fisica e spirituale. Ciascuno possa percepire la Bontà del Signore e sappia cogliere nel creato l'impronta della Sua Bellezza per aprire i cuori alla lode ed alla preghiera». E' il cuore del messaggio che monsignor Orazio Soricelli, arcivescovo...

Atrani festeggia Santa Maria Maddalena [PROGRAMMA]

Giovedì 22 luglio Atrani festeggia Santa Maria Maddalena, patrona del borgo marinaro. Appuntamento immancabile nel novero delle feste religiose della Costiera Amalfitana, tra fede e tradizione. Quest'anno, però, la festa non si svolgerà come in passato, a causa dell'emergenza sanitaria rappresentata...

Ravello: presentati i restauri delle opere pittoriche nella chiesa di Santa Maria del Lacco

Sabato 10 luglio scorso, nella chiesa di Santa Maria del Lacco di Ravello, sono stati presentati i restauri eseguiti sull'affresco collocato nella cappella laterale, raffigurante la Madonna delle Grazie con ai lati San Sebastiano e Santa Lucia, proveniente dalla chiesa di Sant'Agostino, oggi Sacrario...