Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 29 minuti fa S. Frumenzio vescovo

Date rapide

Oggi: 27 ottobre

Ieri: 26 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniChiesaGli otto anni di pontificato di Papa Francesco. Padre Enzo: «Un cammino tra le macerie»

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Chiesa

Gli otto anni di pontificato di Papa Francesco. Padre Enzo: «Un cammino tra le macerie»

Scritto da (redazione), sabato 13 marzo 2021 19:30:03

Ultimo aggiornamento sabato 13 marzo 2021 19:30:03

di Padre Enzo Fortunato (dal Corriere della Sera)

13 marzo 2013, sono trascorsi otto anni, quando da una Piazza San Pietro gremita di gente da ogni dove, sotto una pioggia leggera, dalla loggia si affaccia il nuovo papa, Jorge Maria Bergoglio, che prende il nome di Francesco. «Dalla fine del mondo», un cammino di fratellanza. Il mondo sul quale si affacciava Bergoglio era quello ecclesiale prima di tutto, dalle macerie del Vatileaks. Ma non solo. Davanti a sé le macerie di un'economia che esalava gli ultimi respiri, avendo diviso in due in maniera netta: da una parte sempre più poveri, dall'altra sempre più pochi ricchi.

Oggi le macerie della pandemia, frutto di un disastro cieco,che non voleva vedere la necessità di rispettare e amare il Creato. Dalle macerie, popoli in guerra. L'ultimo viaggio in Iraq, che passerà nella storia di questo pontificato, ci consegna in maniera emblematica tutte quelle terre vittime di sopruso, inganno, di traffici iniqui di armi. Bergoglio, scegliendo il nome del santo di Assisi, non poteva non tenere presente quel mandato, che nella chiesetta di San Damiano gli fu consegnato: «Va' e ripara». Le parole di quella sera oggi diventano ancor più nitide. «Incominciamo questo cammino...un cammino di fratellanza, amore e fiducia tra noi». Parole che diventano quasi un imperativo etico, per chi non vuole essere sepolto sotto le macerie, ma vuole ricostruire. Francesco compie la sua missione di _Pontifex_, costruttore di ponti, aprendo una porta di dialogo con l'Islam, aprendo una porta con i giovani economisti...aprendo porte. L'unica condanna forte e senza appello è per l'odio fratricida e le barbarie compiute in nome di Dio.

 

Alla vigilia di un nuovo anno di pontificato e di un nuovo lockdown, ci sovviene la camminata solitaria del Papa del 27 marzo 2020, in una Piazza San Pietro isolata e desolata, sotto una pioggia stavolta fitta, per la benedizione urbi et orbi, nei giorni in cui la pandemia di coronavirus toccava i picchi più drammatici. Le ultime due uscite, quella del 3 ottobre 2020 qui ad Assisi e quella recente nella terra di Abramo, hanno indicato l'importanza della fraternità, col prossimo, con le altre religioni, con la Madre Terra. Il papa vuole tornare a vivere e sottolinea la parola «insieme». Mai come oggi è vivo l'auspicio che le sue parole diventino vita. In questo giorno, dove in Vaticano si fa festa, arrivano gli auguri del mondo intero. Per Bassetti, l'augurio si fa riconoscenza, per «segni e iniziative che orientano il cammino delle nostre chiese». La vita non è tempo che passa, ma tempo di incontro.

Non sono mancati gli auguri dei vescovi francescani. Monsignor Marco Tasca, arcivescovo metropolita di Genova, così ci ricorda: «Papa Francesco è un dono di Dio alla chiesa e al mondo intero. È un punto di riferimento per tutti. Come francescano credo che il Santo Padre ricalchi le orme di San Francesco, come visione di futuro, si ispira al Poverello di Assisi. Un'ultima cosa che mi colpisce è il camminare insieme, uno dei punti cardine del suo pontificato». E Roberto Carboni, arcivescovo di Oristano, annota: «Abbracciando con lo sguardo, come in una sintesi, questi otto anni di ministero del Papa, mi pare di scorgere in primo piano quanto lui stesso ha insegnato e indicato a tutta la Chiesa: siamo chiamati ad avviare processi, cioè a mettere in moto un cammino che osi nuovi percorsi, nuove idee, nuovo stile di vita ecclesiale, nuovo modo di annunciare e testimoniare la fede in Cristo Gesù». E da Assisi, da questo osservatorio particolare, vogliamo cogliere nelle tre Encicliche che rappresentano i documenti più importanti espressione dell'anima francescana di questo pontificato (Lumen Fidei, Laudato Si' e Fratelli Tutti) tre espressioni del nostro carisma: la fede fonte di pace, l'amore e la custodia per il Creato e la fraternità che diventa solidarietà con ogni uomo. Otto anni scanditi da gesti importanti, che hanno illuminato. Otto anni di parole significative, che hanno dato corpo ai gesti.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

26 ottobre: a Ravello si celebra il Beato Bonaventura da Potenza

Ottobre è il mese del Beato Bonaventura da Potenza. Oggi, lunedì 26, la comunità di Ravello si riunisce attorno alla mensa eucaristica per celebrare il "Martire dell'obbedienza", esempio di perfezione evangelica, di ascesi, di santità, testimone della fede che si è speso totalmente per annunciare la...

Don Domenico Zito nuovo rettore del Santuario dell'Avvocata

Don Domenico Zito è il nuovo rettore del Santuario dell'Avvocata al Monte Falerzio, sopra Maiori. Questa mattina il suo ingresso solenne al Santuario con la celebrazione di una Messa solenne all'aperto, all rpresenza di un cospicuo numero di fedeli, in ricordo del suo predecessore, l'indimenticabile...

Minori ricorda Don Pasquale Gentile

Minori ricorda il suo buon pastore. A sette anni dalla prematura scomparsa, avvenuta il 17 ottobre 2014, la comunità di Minori ricorda don Pasquale Gentile. Il sacerdote originario di Agerola, che ha mosso i primi passi dellasua vita sacerdotale a Tramonti, nella parrocchia di San Michele Arcangelo di...

Ravello, Convento San Francesco perde sua autonomia. Resta soltanto Padre Francesco

di Emiliano Amato L'antico Convento di San Francesco, a Ravello, non è più comunità autonoma, ma casa affiliata al Convento di Nocera Inferiore. Lo ha stabilito la Provincia religiosa dei Frati Minori conventuali di Napoli nell'ultimo capitolo celebrato di recente a Nocera Inferiore in cui è stato approvato...

Don Nello Russo torna in Costiera Amalfitana: svolgerà servizio a Vietri sul Mare

Dopo tre anni, Don Nello Russo torna a svolgere il servizio sacerdotale in Costiera Amalfitana. Domenica 10 ottobre il sacerdote di Positano si insedierà nella Parrocchia di Raito e Albori di Vietri sul Mare. Alle 18.30 la Santa Messa d'inizio del ministero pastorale presieduta dall'arcivescovo Orazio...