Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Cristina vergine

Date rapide

Oggi: 24 luglio

Ieri: 23 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniAttualitàMaiori, la lettera aperta del Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana” agli operatori turistici

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Attualità

Maiori, la lettera aperta del Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana” agli operatori turistici

Scritto da (redazioneip), venerdì 26 febbraio 2021 16:38:21

Ultimo aggiornamento venerdì 26 febbraio 2021 16:38:21

Il comitato ambientalista "Tuteliamo la Costiera Amalfitana" ha scritto una lettera aperta agli operatori turistici di Maiori per discutere sull'ormai noto progetto di realizzazione del nuovo impianto di depurazione consortile progettato nella località "Demanio".

«Cari concittadini, sarete sicuramente già informati della realizzazione del grande impianto di depurazione in località Demanio del nostro Comune, originariamente progettato per le sole città di Maiori e Minori e, successivamente ampliato, per corrispondere alle esigenze degli altri comuni costieri (Tramonti, Ravello, Scala e Atrani). Il progetto definitivo prevede Maiori come comune terminale ove verranno concentrati tutti gli impianti di adduzione provenienti dalla Costiera, con tubi di mandata, centrale idroelettrica, camera di sollevamento e sfioro "troppo pieno" in condotta sottomarina in caso di emergenza. L'infrastruttura di adduzione prevede una rete di collegamenti dai comuni di Ravello - Scala-Atrani che impegnerà la sede stradale della SS163,sino alla città di Minori, per poi convogliare tutti i reflui, per mezzo di una conduttura in roccia, sino all'area San Francesco di Maiori.

Tutta Maiori diverrà così un grande impianto "a cielo aperto", da San Francesco sino al Corso Reghinna e all'Hotel Splendid (sito della camera di sollevamento) per ospitare e trattare i quantitativi dell'intera popolazione del centro costa; a sinistra della foce del Reghinna, in pieno centro urbano, è prevista la centrale idroelettrica di alimentazione mentre la condotta sottomarina preesistente sarà utilizzata nel caso di emergenza, per la fuoriuscita dei reflui non trattati direttamente in maree la stessa cosa è prevista per le altre condotte degli altri centri di Atrani e Minori, facenti parte dello stesso impianto, il cui "sfioro" è attivato all'occorrenza.

Con tali distanze, di decine di chilometri, può essere possibile il cattivo funzionamento, con scoppio/rottura/perdita delle tubazioni direttamente in SS163 e nei centri abitati, e a maggior ragione nel centro urbano di Maiori, città dedicata che ospiterebbe la gran parte dell'intero impianto.

Va anche evidenziato che l'attuale progetto è stato commisurato per un massimo di40mila persone, tra residenti e turisti soggiornanti nel periodo di alta stagione nei suddetti 6comuni; per la qualcosa, di converso, il sovraccarico evidente a regime, in considerazione degli alti numeri che invece sono notori a tutti (e soprattutto a Voi come operatori del settore turistico) ne può soltanto elevare il rischio di "cattivo funzionamento".

Come pure la centrale idroelettrica, allocata in pieno centro, va valutata per le conseguenze dell'impatto ambientale. Ed in ultimo, e non da meno, l'area prescelta (dalla Regione Campania e accettata dall'Amministrazione comunale) del Demanio per il trattamento dei reflui; area di alto valore ambientale, classificata AREA SIC e Natura 2000, coperta tra l'altro da vincolo idrogeologico P4R4. Tale scelta può irrimediabilmente compromettere in modo definitivo il sito ambientale del Demanio anche come importante fattore naturalistico per diversificare l'offerta turistica con un approccio più misurato e compatibile rispetto al valore di una domanda di turismo sostenibile sempre più in crescita (soprattutto di questi tempi !).

Esiste al contempo, agli atti, una proposta di progetto alternativo, per via mare, con collegamento al grande impianto di depurazione della città di Salerno (tutto per condotta sottomarina), proposto dalla società Ausino Servizi Idrici Integrati S.p.A. Cava dei Tirreni che è stato di fatto ignorato dagli enti preposti senza alcuna motivazione tecnica seppur risultante più conveniente per costi di realizzazione e gestione.

Un analogo collegamento è stato però approvato per il comune di Cetara e, come si riferisce nella relazione dell'Ausino, il fondale marino tra Maiori e Cetara non presenta alcuna criticità e, analogamente, non si rileva nel tratto di mare alcuna zona protetta, ad esempio SIC o Natura 2000.

Non compare cioè alcun vincolo e tantomeno è stata presentata da terzi (enti o altri soggetti pubblici) alcuna contro deduzione ostativa. Infine non sono state approfondite da parte degli enti interessati e prepostile altre possibili soluzioni "a terra", ad esempio per mezzo di "piccoli impianti", su sistema di piccole opere per caduta, tra comuni contermini per morfologia naturale, al fine di evitare una così grande opera impattante.

Difatti questo progetto si configura come una grande opera, aliena alla fragilità e delicatezza del territorio della Costiera, il cui impatto potrebbe procurare un grave danno all'economia del territorio e all'occupazione, oltreché all'habitat naturale e alla salute dei cittadini per possibile inquinamento da esalazioni fognarie, come nell'esempio della vicina Amalfi.

È per queste ragioni, pur nella piena consapevolezza di vivere in un momento particolare dove ogni azienda è limitata e impegnata dalla presente crisi economico/sanitaria, Vi chiediamo di prestare la massima attenzione a quanto accade nella nostra città sulla questione depurazione.

Vi chiediamo come concittadini di Maiori di approfondire il tema e seguirne lo sviluppo, nell'interesse della Città in cui abitiamo e della Costiera, e assumere una posizione sull'Opera pubblica che potrebbe incidere in modo significativo, come già accade nella vicina Amalfi, sulla città e sull'intero comprensorio, la cui economia principale è quella turistica. E nello specifico voler eventualmente presentare le Vostre preoccupazioni (come singoli e Associazione di categoria) e considerazioni pubblicamente alla città e in particolare all' Amministrazione comunale e alla Regione Campania che di questo progetto è l'attore principale assieme alla Provincia di Salerno che è stato scelto come ente attuatore».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Un nuovo hotel a 5 stelle in Costa d'Amalfi: ecco il Borgo Santandrea, struttura da sogno [FOTO]

di Emiliano Amato Dopo quattro anni di chiusura e un'accurata ristrutturazione, riapre uno degli alberghi più prestigiosi della Costiera Amalfitana. Il Borgo Santandrea, l'ex hotel Saraceno, è un vero e proprio gioiellino sulla costa tra Amalfi e Conca dei Marini. L'elegante struttura a cinque stelle,...

Costa d'Amalfi, direttore generale FAO visita le eccellenze agricole del territorio

Nell'ambito delle attività ufficiali, il direttore generale della FAO (Food and Agriculture Organization), Qu Dongyu, da questa mattina è in Costiera Amalfitana per un tour alla scoperta delle eccellenze del territorio. L'ex viceministro cinese dell'agricoltura e degli affari rurali, dal 1° agosto del...

Scuola Amalfi, il commiato di Nicola Mammato da presidente del Consiglio d'Istituto del 'Marini-Gioia'

Con la riunione di ieri, 20 luglio, si è conclusa ufficialmente l'esperienza di Nicola Mammato alla presidenza del Consiglio d'Istituto del "Marini-Gioia" di Amalfi. Un impegno lungo 22 anni quello del medico veterinario di Maiori per il mondo della scuola dalla parte genitoriale, cominciato nel 1999...

Con “Terra è Vita” gli studenti del Genoino di Cava progettano giardini abbinando tradizione e tecnologia

Il liceo scientifico "Andrea Genoino" di Cava de' Tirreni diventa "casa del green" con la creazione di giardini botanici che ripercorrono l'antica tradizione delle erbe officinali, abbinandola alle più moderne tecnologie che ne permettono la conoscenza. Il progetto "Terra è Vita" - supportato dalla dirigente...

Valzer dei dirigenti scolastici: tre novità in Costiera Amalfitana

Comincia il valzer di dirigenti scolastici in vista dell'inizio del nuovo anno. L'ufficio scolastico regionale, diretto da Luisa Franzese ha ufficializzato nomine e trasferimenti. Tre le novità che interessano il territorio della Costiera Amalfitana. A partire dall'Istituto alberghiero "Pantaleone Comite"...