Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 minuti fa S. Giusto martire in Roma

Date rapide

Oggi: 28 febbraio

Ieri: 27 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniAttualitàLa gruviera amalfitana

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

La gruviera amalfitana

Scritto da (Redazione), martedì 28 gennaio 2020 12:52:04

Ultimo aggiornamento martedì 28 gennaio 2020 12:52:04

a cura dell'ass. "Io Salerno"

‘Il Signore dà il pane a chi non tiene i denti', concludeva il Nonno quando commentava i comportamenti di chi mostrava di non saper gestire le proprie fortune. Grandi o piccole che fossero.

Purtroppo, anche in Costiera Amalfitana, dove il pane sopravanza, quel detto non sembra fuori luogo, nonostante non manchino neppure i denti.

Sono ricorrenti, infatti, esempi di scelte inopportune nella gestione di un territorio che, in qualità di ‘pane' per tutti, ha consentito di vivere, lavorare e migliorare le condizioni economiche e sociali di generazione in generazione. Si tratta, spesso, di decisioni frutto di valutazioni localistiche e/o egoistiche in grado di minare la stabilità dei delicati equilibri donati dalla natura, o da un Superiore Benefattore, e arrivati fino a noi grazie ai sacrifici di chi ha abitato quei luoghi plasmandoli con rispetto e devozione.

Se i predecessori avessero avuto ben diversi comportamenti, forse buona parte della attuale popolazione starebbe ancora a creare terrazzamenti per sopravvivere.

Peraltro, episodi anche recenti dimostrano che, in Costiera, con la natura non si può scherzare. E non solo in Costiera.

Nei giorni scorsi, è stata diffusa la notizia dei bandi per le gallerie che si vogliono realizzare nelle aree ‘selezionate' di Positano, Praiano, Minori e per il cosiddetto ‘by-pass' di Amalfi che serve a liberare il centro trasferendo il traffico nella valle dei Mulini. Poi, percorsi meccanici, parcheggi interrati, pubblici e privati, piallature e trapanazioni. A parte altre considerazioni, è indubbio che, per i tempi richiesti da opere così complesse, saranno probabilmente i nipoti a vederne la fine. Degli appalti. E, speriamo, non del territorio.

Nel frattempo, la Costiera continuerà a essere una bolgia, sede di danni ambientali inaccettabili nonché di pericoli per chi ci vive nella condizione di recluso, soprattutto in caso di necessità.

E' certamente comprensibile l'entusiasmo di alcuni settori economici che, in lavori per 200milioni di euro, sperano di trovare il giusto pane per i propri denti. Stupisce, invece, che buona parte della popolazione si mostri soggiogata dalla prospettiva di ipotetici vantaggi e sia indifferente rispetto alla potenziale pericolosità di tali interventi per la stabilità del territorio, con la alterazione della ‘naturalità' dei luoghi, il peggioramento dei livelli di inquinamento, le crescenti sollecitazioni su tutte le strutture per la maggiore frequenza dei passaggi, gli ingolfamenti che faranno seguito ai tratti veloci. E non solo. Ha senso agevolare il transito senza porsi la domanda di dove far parcheggiare i mezzi?

Noi non siamo contro a prescindere. Noi pensiamo che l'incremento dei flussi turistici sia il presupposto per la ulteriore crescita dell'area, ma far arrivare più persone non può equivalere a far arrivare più auto.

E, invece, in una fase storica di svolta definitiva verso un ‘mondo più pulito', alcune menti ‘prive di fantasia' ancora propongono progetti ‘da secolo scorso', invasivi e con forte impatto sull'ambiente e sulle tasche dei contribuenti. L'aggressione e la probabile alterazione della valle dei Mulini sono la prova evidente di una visione brutale del rapporto con la natura e dell'assenza di qualsiasi sensibilità.

 

Di proposte diverse, ‘verdi', non violente, in grado di assicurare la ‘convivenza' tra crescita e rispetto del territorio, ne abbiamo parlato in precedenti commenti (cfr. pagina Fb) e anche in occasione del cortese incontro del 30/05/18 con il Sindaco di Praiano, in veste di Presidente della Conferenza dei Sindaci, e altre Associazioni locali. Purtroppo, non c'è stato alcun seguito. Anzi.

Lo scorso anno, gli Amministratori dei centri costieri hanno lungamente discusso di nuove regole di circolazione sulla SS163 in sostituzione di quelle introdotte dalla famosa ordinanza Anas che, nel 2013, dispose divieti poi resi inefficaci da correlative deroghe. Alla fine, è stato concluso un accordo, al più alto livello, sottoscritto solo da sei Comuni. E gli altri sette? La strada è stata trasformata in un ‘salsicciotto' o, meglio, è stata resa ‘a macchia di leopardo'. Forse, qualche turista ancora sorride, raccontando della sua esperienza di viaggio. E chissà che non faccia riferimento anche al detto del Nonno.

In Costiera, purtroppo, manca la convinzione di vivere in un ‘bene comune', non in tante piccole ‘repubbliche marinare', e manca la volontà di affrontare in una visione unitaria molti problemi di natura infrastrutturale (es.: acqua, energia, rifiuti, ambiente) e altri più propriamente operativi (es.: gestione flussi turistici, mobilità/vivibilità), magari discutendone in sede di Conferenza dei Sindaci dotata di ‘potere decisionale'.

In tale stato di cose, l'annuncio dei bandi accentua le diversità e introduce elementi di grande squilibrio.

In luogo di progetti ‘rozzi' e ‘grossolani', che ancora propongono l'accesso in orizzontale lungo la SS163, noi confermiamo la convinzione che l'ingresso debba essere effettuato utilizzando le quattro linee verticali in corrispondenza dei varchi di Sorrento, Agerola, Chiunzi e Vietri S/Mare.

Con molto meno di 200milioni, in ciascuno di tali ‘aree di entrata' si possono realizzare piattaforme di ‘interscambio' dove i turisti, in arrivo con qualsiasi auto e autobus ‘fuori formato', sono trasbordati su mezzi pubblici ibridi, agili, ecologici e veloci (‘le Barchette') in circolarità continua.

Intorno ai parcheggi, custoditi e muniti di ogni opportuno servizio, possono essere realizzate strutture ricettive e di ristorazione per ampliare l'offerta di ospitalità e favorire l'integrazione dei luoghi nella "economia della costiera" con la concreta possibilità di divenire aree di futura espansione residenziale, produttiva e turistica.

Tra le cittadine in basso, il movimento dei visitatori può essere assicurato con altre navette veloci, in circolarità e con biglietto giornaliero, ovvero con veicoli elettrici leggeri, magari dotati di tendalini colorati, in ‘car sharing', in ‘car pooling', e con gli NCC.

Con queste modalità, la SS163 può essere lasciata in uso ai residenti, al trasporto pubblico di linea e a quello privato se con mezzi di dimensioni idonee alle caratteristiche dei luoghi. Peraltro, sempre nei 200milioni possono certamente trovare spazio sia la concessione di contributi per la sostituzione dei vecchi mezzi inquinanti sia la organizzazione di attività collaterali per poter dire: ‘venite pure a piedi, in giro vi portiamo noi'.

Noi pensiamo che la Costiera costituisca un centro unico, incredibile, di storia e memoria e che debba essere vissuto ‘in punta di piedi' nei suoi percorsi tortuosi, sinuosi, imprevedibili e, talora, anche ostili, con impegno, pazienza, passione, amore. Togliere il fascino di queste complessità significa trasformarla in un luna-park informe ed amorfo, e distruggere un angolo di cultura universale.

Ovviamente, quanto proposto non basta. Non abbiamo spazio a sufficienza, ma vogliamo solo ricordare le altre idee da noi già avanzate: obbligo dei motori ibridi/elettrici, limiti dimensionali per tutti i mezzi di trasporto, blocco del pendolarismo giornaliero, biglietteria unica mare-terra-albergo, aree di parcheggio dedicate con verifica della targa auto, regolamentazione NCC, unico portale web interattivo. E altre ancora.

Da gruppo di liberi cittadini, purtroppo non residenti fisicamente, ma sempre ‘connessi' emotivamente, siamo pronti a contribuire agli sforzi di tutte le forze libere che si battono per la difesa dei sacrifici di chi ha reso questa terra un luogo di incanto resistendo ai secoli e alle devastazioni dei barbari. Forse, non erano quelli i veri barbari.

Trasformare la Costiera in una Gruviera può soddisfare solo chi, con i suoi ‘denti', non è in grado di apprezzare la qualità del suo ‘pane'. Aveva ragione il Nonno: nella vita c'è sempre chi dimostra di non meritare ciò che ha.

La Costiera ha bisogno di amore.

e.mail: associazione.iosalerno@gmail.com

pagina fb: Associazione io Salerno

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Coronavirus, Facebook contro le fake news: bloccate pubblicità ingannevoli

Facebook scende in campo per contrastare le fake news sul Coronavirus. Oltre ad aver annullato la sua partecipazione a diversi eventi di rilevanza interazione, quali una conferenza di marketing in programma all'inizio di febbraio, il noto social network sta provvedendo a vietare sia le pubblicità che...

Jovanotti sempre più innamorato del carro "Penso Positivo": «Grazie agli amici del Carnevale di Maiori!»

Attraverso i social, Jovanotti continua a ringraziare il gruppo dei "Diapason - Nuovi Pazzi" che, in occasione del Gran Carnevale di Maiori 2020, hanno realizzato un carro allegorico - chiamato «Penso Positivo» - raffigurante proprio il noto cantautore italiano. Oltre alla sagoma di "Jova" travestito...

Il soccorso all'irresponsabilità che ci costa caro

Le operazioni di soccorso "interforze" che dalle 6 e 30 alle 14 di oggi hanno visto impiegate circa quaranta unità, due elicotteri cani molecolari giunti da Firenze (un dispiegamento di energie senza precedenti per un caso del genere) per individuare i due fidanzati di Afragola smarritisi sulle montagne...

«Penso Positivo» incanta al Carnevale di Maiori. E Jovanotti ringrazia: «Lavoro pazzesco, lo useremo da qualche parte»

Alla prima uscita del Carnevale di Maiori, ieri, sul lungomare di Maiori invaso da diverse migliaia di persone e illuminato da un sole primaverile, a conquistare la scena è stato senza dubbio il carro allegorico «Penso Positivo» del gruppo dei "Diapason - Nuovi Pazzi" raffigurante il cantautore Lorenzo...

Danni da maltempo novembre-dicembre 2019: alla Campania 22 milioni di euro

Approvato dal Dipartimento nazionale di Protezione civile il Piano degli interventi del Commissario delegato all'emergenza e Direttore generale della Protezione civile regionale, Italo Giulivo. Un importante passo per l'attuazione dei lavori necessari al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici...