Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Pietro crisologo

Date rapide

Oggi: 30 luglio

Ieri: 29 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniAttualitàChiudere la finestra della Costiera Amalfitana a malcostumi dilaganti

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Attualità

Chiudere la finestra della Costiera Amalfitana a malcostumi dilaganti

Scritto da (Redazione), lunedì 24 agosto 2020 09:15:45

Ultimo aggiornamento lunedì 24 agosto 2020 10:04:19

di Gabriele Cavaliere

La tumulazione delle ceneri di Luciano De Crescenzo nel Cimitero comunale di Furore mi ha riportato in mente un episodio accaduto qualche anno fa e mi ha portato ad una riflessione.

Più che le immortali uscite «s'avessa mbriacà a machina», di «siamo angeli con un'ala sola...()..», de «l'abbonamento addù Natasha»... coniate dal Professor Bellavista, «chiudo la finestra per impedire al buio di entrare» è la frase di Luciano De Crescenzo che più mi è rimasta impressa.

Gliela ripetetti a Maiori, parecchi anni fa, facendo la conoscenza del "maestro" che si trovava in quel luogo in occasione di una manifestazione culturale, forse la presentazione di un libro.

Mi ricordo che Lui sorrise. Con gli occhi. Come sapeva fare lui.

Quella frase Lui l'aveva pronunciata prima che iniziasse la sua carriera di scrittore. Quando era ingegnere alla IBM e qualcuno al settimo piano del palazzo in cui erano allocati gli uffici aveva aperto la finestra per far cambiare l'aria o, secondo lo scrittore, per guardare fuori. Ma fuori era freddo e nero come la pece, e forse era meglio, poiché il palazzo che ospitava gli uffici sorgeva in un'area alquanto degradata, che da troppi anni aspettava una riqualificazione che non arrivava mai. Gli uffici in cui si trovava De Crescenzo, al contrario, rappresentavano il progresso e l'efficienza. Puliti, riscaldati e ben illuminati, disseminati di scrivanie sulle quali erano sistemati modernissimi "calcolatori elettronici", come si chiamavano allora i computer. Quegli uffici incarnavano il luogo dove si stava costruendo il futuro. Cinquanta anni fa parlare di informatica, addirittura lavorare in qual campo, rendeva gli addetti ai lavori dei novelli Julis Verne, degli esploratori di nuovi mondi...

E tale era l'ingegnere De Crescenzo, un esploratore, della vita, un cacciatore del bello. Soprattutto. Fossero gli scritti dei filosofi antichi, le belle donne, oppure i luoghi del cuore. E, tra questi ultimi, più degli altri, un posto d'onore lo rivestiva la Costiera Amalfitana. In quell'occasione gli regalai una copia di La Costiera Amalfitana (uno dei primi libri di Officine Zephiro Editore) e lui mi disse che l'avevo reso felice poiché quelle pagine "racchiudevano un concentrato di bello", così lo definì, e raccontavano della "Sua" Costiera, i suoi riti, le sue storie, i sapori...

L'episodio della finestra mi ritorna sempre in mente ogni volta che sento o che leggo le grida di dolore, perché di questo si tratta, per il rassegnato sfacelo verso cui sembra avviata la nostra amata Costa.
Che non è mai stata così ricca economicamente. Ma mai così povera di cultura e di socialità.
Conseguenza tangibile di quanto dico sono il numero spropositato di malfunzionamenti, crolli, invasioni di erbacce e i cumuli di spazzatura che si registrano dove dovrebbero esserci parchi ed edifici pubblici che vennero inaugurate in pompa magna, le foreste di fili, antenne, tubi di scolo che "ornano" troppe facciate di palazzi, la "munnezza" ovunque, i depuratori che non depurano...

Eppoi c'è l'invasione di automobili e dei loro conducenti non sempre disciplinati che, quando non si accampano sulle spiagge o improvvisano pic nic sulle panchine, troppo spesso bighellonano per le piazze in costume adamitico... o si siedono ai bar-caffè-bistrò-ristoranti che ormai servono a tutti di tutto, spesso dimenticando che da noi, oltre che per il meraviglioso paesaggio, si viene, anche, per gustare i "nostri" prodotti e la nostra cucina. Qualcuno si è azzardato a definire il turista moderno "foodies", ossia «viaggiatore sensibile al patrimonio culinario locale» e da noi c'è chi spaccia il Pinot Grigio per vino autoctono!

Un grido di dolore, tra i più blasonati, lo lanciò qualche tempo fa Domenico De Masi, lamentandosi della mancanza di ogni attività di «vigilanza sulla memoria storica della propria comunità, non solo come dovere morale e civile ma anche come salvaguardia del valore patrimoniale del paese». Gli fece eco Raffaele Ferraioli che, da storico fustigatore del malcostume e della sciatteria costierina, arrivò a proporre l'istituzione di un "Tutore della Bellezza", ma per lo più niente si è mosso. Purtroppo. Si continua a incendiare le montagne!

Azzardo una piccola proposta. Tanto per iniziare a fare qualcosa di concreto. Come Luciano De Crescenzo chiudere la finestra, non più al buio della sera, bensì a quello delle anime nere e ai comportamenti infettivi. Ed eleggere la cappella di Luciano De Crescenzo, nel cimitero di Furore, totem di questo impegno.

Un monito a tenere sempre a mente chi siamo, la nostra grandiosa storia... e di chiudere le finestre a certi malcostumi dilaganti... e quale migliore occasione di ora, che buona parte della Costa si trova in periodo elettorale!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Amalfi, quel fiorente laboratorio di arti e mestieri voluto da Mons. Ercolano Marini

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera trasmessaci da Don Luigi Colavolpe, economo della Diocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni che ricorda l'opera della chiesa amalfitana, in specie quella di Monsignor Ercolano Marini, negli anni Trenta, per la realizzazione degli ambienti destinati alle attività sociali,...

Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi: al via i lavori per l’ampliamento della pista

Sono partiti nella giornata di ieri, 27 luglio, i lavori per la fase 1 del progetto di ampliamento e rifacimento della pista dell'Aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi. A darne la notizia, attraverso il suo profilo Facebook, è il presidente della commissione regionale Trasporti, Luca Cascone. «Oltre tre...

Un nuovo hotel a 5 stelle in Costa d'Amalfi: ecco il Borgo Santandrea, struttura da sogno [FOTO]

di Emiliano Amato Dopo quattro anni di chiusura e un'accurata ristrutturazione, riapre uno degli alberghi più prestigiosi della Costiera Amalfitana. Il Borgo Santandrea, l'ex hotel Saraceno, è un vero e proprio gioiellino sulla costa tra Amalfi e Conca dei Marini. L'elegante struttura a cinque stelle,...

Costa d'Amalfi, direttore generale FAO visita le eccellenze agricole del territorio

In occasione del G20 di Napoli, il direttore generale della FAO (Food and Agriculture Organization) Qu Dongyu si è recato questa mattina in Costiera Amalfitana per un tour alla scoperta delle eccellenze del territorio. L'ex viceministro cinese dell'agricoltura e degli affari rurali, dal 1° agosto del...

Scuola Amalfi, il commiato di Nicola Mammato da presidente del Consiglio d'Istituto del 'Marini-Gioia'

Con la riunione di ieri, 20 luglio, si è conclusa ufficialmente l'esperienza di Nicola Mammato alla presidenza del Consiglio d'Istituto del "Marini-Gioia" di Amalfi. Un impegno lungo 22 anni quello del medico veterinario di Maiori per il mondo della scuola dalla parte genitoriale, cominciato nel 1999...